Slider by IWEBIX

Sacrocurse – Unholier Master (2014)

Pubblicato il 19/01/2015 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Unholier Master
Autore: Sacrocurse
Genere: Black / Death metal bestiale
Anno: 2014
Voto: 7

Visualizzazioni post:296

Mi ricordo ancora quando sei anni fa, da fanatico devoto al verbo blasfemo dei Bestial Warlust e dei Black Witchery, aspettavo con trepidazione l’avvento di una legione di gruppi simili, in un periodo dominato dal metalcore la cui fiamma si stava (per fortuna) spegnendo lentamente. Allora, i gruppi di black/death bestiale (o come amano incomprensibilmente definirlo alcuni “metal of death”) si contavano sulle dita di una mano, mossi da una passione viscerale per un genere ostile e difficile da comprendere per moltissimi. Adesso invece, grazie a questo ritorno alla vecchia scuola in chiave spesso innovativa e che è stato, per così dire, fondato nel 2008-2009, stiamo assistendo alla nascita di una pletora di formazioni dedite, fra gli altri, a suonare il più schifoso e repellente black/death metal bestiale, talvolta raggiungendo risultati eccellenti (come nei giovanissimi Khthoniik Cerviiks) ma sempre rimanendo nell’underground più infernale. Curiosamente, spesso questi gruppi sono formati da 2-3 persone, segno che il genere viene suonato solo da chi ci crede veramente. Fra essi vanno annoverati i Sacrocurse, un duo turco-messicano formatosi nel Dicembre 2012 che nel 2014, grazie alla Hells Headbangers Records, è riuscito a pubblicare il proprio album d’esordio “Unholier Master”, una bomba nucleare di 10 pezzi per 33 minuti di un rumore che sicuramente non vi lascerà indifferenti. Anche perchè la onnipresente Iron Bonehead Records ha pubblicato la versione europea del disco un mese dopo la sua uscita (2 Giugno 2014).
Ciò che i Sacrocurse suonano è qualcosa di violentissimo, un black/death bestiale che va quasi sempre come un treno posseduto e che risulta caratterizzato da un riffing semplice, a volte brutal death se non più incline al black metal svedese (“Oath For Eternal Damnation”) o a soluzioni tipiche del filone neozelandese del genere (come quando si “strisciano” le corde, come in “All Existence Perishes”), e da grugniti disumani e pesantemente effettati ma capaci di trasformarsi in urla acutissime da pelle d’oca… e non parliamo di quella risata diabolica presente in “Command Demonic Prayers”! Tutto questo massacro indiscriminato, che si avvale anche di assoli rumorosi (ce ne possono essere anche due a canzone) ma che non disdegnano di trasmettere un po’ di atmosfera (come nella stessa “Oath For Eternal Damnation”), viene condensato in pezzi brevi, magari di due minuti, per un approccio quantomai istintivo e barbarico.
Però attenzione perchè, seppur i blast-beats comandino qui su tutto, qualche rallentamento c’è sempre e pure bello groovy e molto a là Blasphemy, come dimostra un pezzo della portata di “Ripping Death Solution”. Quindi, i Sacrocurse sanno quando far “respirare” l’ascoltatore evitando così l’errore caro a gruppi monodirezionali come i coreani Nocturnal Damnation… anche se alla fine l’obiettivo principale rimane sempre quello della violenza più estrema e senza compromessi, la quale viene accentuata da una produzione più potente e meno cavernosa della media, quindi fate attenzione a non farvi annichilire i timpani che qui ci vuole pochissimo!
In conclusione, i Sacrocurse ve li consiglio veramente con il cuore in mano (Woody Allen docet!). Oddio, non è che mi abbiano poi così impressionato dato che, dopo un po’, possono risultare ripetitivi. Ma la furia insostenibile che sprigionano è tale che “Unholier Master” è un vero must per i cultori più assatanati del black/death metal bestiale, e da questo punto di vista va benissimo così. Mostruosi!

N.B. la copertina si riferisce alla versione europea.

Tracklist:

1 – Sepulchral Desolation
2 – All Existence Perishes
3 – Command Demonic Prayers
4 – Rites of Perverted Idolatry
5 – Oath for Eternal Damnation
6 – C.O.N.V.U.L.S.E.
7 – Unholier Master
8 – Ripping Death Solution
9 – Sulphur Blessing
10 – End of Mankind Universe

Line-up:

ZK – voce/chitarre
LZ – batteria

Facebook: https://www.facebook.com/Sacrocurse
Etichetta Hells Headbangers Records – http://www.hellsheadbangers.com
Etichetta Iron Bonehead Records – http://www.ironbonehead.de

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *