Slider by IWEBIX

Simonetta Belli – Valentina Secci – Slego e Velvet – La Prismatica Riviera Del Rock (2015)

Pubblicato il 14/01/2016 da in Libri | 0 commenti

Titolo: Slego e Velvet - La Prismatica Riviera Del Rock
Autore: Simonetta Belli - Valentina Secci
Genere: Libro
Anno: 2015
Voto: 8

Visualizzazioni post:544

Simonetta Belli – Valentina Secci – Slego e Velvet – La Prismatica Riviera Del Rock

I concerti sono parte integrante del nostro modo di vivere la musica e siamo abituati a leggere i nomi dei nostri artisti preferiti con a fianco una location, generalmente conosciuta nel nostro ambiente, dove potranno fare nuovamente tappa per un nuovo tour. Ma cosa c’è dietro queste location? C’è un personale che le gestisce e che le manda avanti, al giorno d’oggi in maniera più semplice, grazie a internet e alla comunicazione di massa o ai social network, rispetto a 35 anni fa.
A Viserba di Rimini, nel 1980, un gruppo di ragazzi si lanciò in una sfida pionieristica: portare nel loro paese la musica rock, gestendo un locale e chiamando band – anche straniere – a suonare dal vivo.
Rimini in quegli anni era in preda ad un boom economico senza precedenti, con masse di turisti, italiani e stranieri, che invadevano la Riviera occupando ogni singolo spazio disponibile per la gioia di commercianti, bagnini ed albergatori. I dancing erano ricolmi di famiglie e anziani che ballavano il liscio e proprio il “Sirenetta”, casa del popolo di Viserba gestito dall’associazione locale del PCI, fu il luogo dove nacque lo Slego, un locale che fece storia.
Simonetta Belli e Valentina Secci, in questo loro “Slego e Velvet – La Prismatica Riviera Del Rock”, ci raccontano tutta la storia fittamente intrecciata dei due locali (estivo il Velvet, invernale lo Slego), gestiti dallo stesso personale che nel corso degli anni subirà degli avvicendamenti fino ad arrivare alla persona cardine, Thomas Balsamini, recentemente scomparso.
Lo Slego chiuderà i battenti nel 1999 a da lì il Velvet diventerà pian piano anche invernale, con uno spirito imprenditoriale notevole, aprendo le porte a serate di ogni tipo.
Impressionante la lista delle band che sono passate per l’uno o per l’altro locale: Marlene Kuntz, Subsonica, Skunk Anansie, Rancid, Nofx, Verdena, Carmen Consoli, Muse, Paul Weller, Afterhours, Ramones, Fuzztones, Hormonauts, Blur, Ice Cube, ecc.ecc. con anche una nutrita dose di heavy metal, da Joe Satriani ai Rage, dal sestetto di band italiane (Domine, Centvrion, White Skull, Skylark, Labyrinth, Novembre), agli Epica, ai Ministry, ai Sadist, ai Dream Theater, Neurosis, ecc. ecc.
Oltre a questi nomi c’è un grande rimpianto, quello di non aver potuto ospitare i Nirvana, che a causa dell’opposizione dei “vecchi” della casa del popolo non passarono per Viserba ma fecero tappa (era il 1991) a Baricella, non lontano da Bologna.
La prefazione di Andrea Gnassi, attuale sindaco di Rimini, la dice lunga su quanto significhi un locale come il Velvet per la Riviera. Leggendo questo libro entrerete in un mondo che non c’è più, fatto di gite a Londra per recuperare i vinili della musica del momento, ragazzi vestiti da mod, da punk o da dark che si ritrovano per ballare (e anche per menarsi, qualche volta, ma anche questo è rock n’ roll), negozi di dischi, radio indipendenti e serate davvero alternative.
Lo Slego e il Velvet hanno portato il rock in una zona conosciuta a livello mondiale per le discoteche chic e la musica techno, cosa che rende onore a coloro che hanno sempre creduto in questi progetti.
Non dimenticate che il Velvet esiste ancora e supportarlo partecipando alle sue (molteplici) serate farà andare avanti ulteriormente questo grande sogno rock.

Italica Edizioni – http://www.italicaedizioni.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *