07/02/2016 : The Aristocrats (Bologna)

Visualizzazioni post:1280

07/02/2016 : The Aristocrats – Zona Roveri (Bologna)

The Aristocrats zona roveri

Al Zona Roveri Music Factory di Bologna stasera fanno tappa i The Aristocrats​, band composta da tre immensi monster player: Marco Minneman alla batteria (Paul Gilbert, Joe Satriani, Steven Wilson), Guthrie Govan (Asia, Steven Wilson) e Bryan Beller (Steve Vai).
Il trio, che è nato per caso durante una jam al Namm del 2011, propone una serata all’insegna del progressive/Fusion rock sperimentale, con miriadi di influenze diverse ad ogni brano, dovute al diverso background e alla diversa provenienza di ognuno dei tre musicisti.
La coesione tra i “Los tres caballeros” è eccezionale, riescono a suonare parti tecnicamente complesse con una naturalezza disarmante e nel frattempo appaiono visibilmente divertiti.

The Aristocrats 1

Non vi sono band di spalla e nel momento in cui i tre salgono sul palco la folla (non numerosissima, ma che aumenterà nel corso della serata) esplode in un boato; si inzia con il riff country­rock “Stupid 7”, canzone densa di cambi di tempo e virtuosismi chitarristici, quasi cacofonici, per poi passare al ritmo più soft e cadenzato di “Jack’s Back”, con melodie tarantiniane che verso metà del pezzo sfociano in una parte più squisitamente heavy e rock.
Il lavoro di Bryan Beller al basso e Marco Minneman alla batteria è sublime, la capacità dei due di sfoggiare tecnica non limita assolutamente la fluidità e la bellezza dei brani.
Ora tocca a Bryan presentare “Texas Crazypants”, sfoggiando un cappello da cowboy texano e raccontandoci una storia accadutagli proprio nello stato americano, da un benzinaio.
Il brano ha un ritmo torrenziale, il riff principale ha un sound quasi sludge che sfocia a breve in un intrecciarsi di riff di chitarra coinvolgenti e di una linea di basso che segue pedissequamente quella di Govan; il pezzo è decisamente coinvolgente, e Minneman alle pelli da quel tocco in più rendendolo favoloso.
Con “Pressure relief” e “Culture Clash” si torna più sul jazz, pezzi meno veloci, più essenziali ma non meno splendidi: il primo ricorda molto lo stile di Steve Vai, sembra che la sezione ritmica si limiti semplicemente a fornire la base a Govan per divertirsi sulla sua sei corde, sfoggiando però uno stile molto personale; il secondo è un brano in cui chitarra e piatti dialogano senza sosta e la sei corde snocciola una quantità di note impressionanti anche nei momenti più tranquilli.
Si prosegue con “Louisville Stomp” e “Pig’s Day Off” brano dalle atmosfere soft blues in cui il protagonista è un maialino di plastica che viene fatto grugnire a ritmo durante il brano.

The Aristocrats 2

“Desert Tornado” viene presentata da Minneman, che racconta di una giornata nel suo studio in California in cui non aveva creduto ad una allerta tornado ed era rimasto a suonare tutto il giorno.. E proprio la batteria è protagonista in questo pezzo con ritmi dispari e tecnica sopraffina, che dopo un po’ lascia spazio allo splendido assolo di Marco, che lascia i batteristi presenti in sala con la sensazione di dover andare ad esercitarsi un po’ di più!
Torniamo alle atmosfere country con “The Smuggler’s Corridor” ispirata alla serie tv Breaking Bad, e con “The Kentucky Meat Shower”, introdotta da Govan che ci racconta di una divertentissima pioggia di carne in Kentucky (immagine molto gore in realtà).
Come encore viene scelta “Get It Like That” tratta dal loro debut album, in cui il protagonista è nuovamente il maiale in gomma.
Una serata trascinante e coinvolgente, caratterizzata da una tecnica musicale ai limiti dell’umano, presentata da artisti che nonostante la bravura si sono rivelati essere anche molto simpatici e disponibili.

The Aristocrats 3

Setlist:

Stupid 7
Jack’s Back
Texas Crazypants
Pressure Relief
Culture Clash
Louisville Stomp
Pig’s Day Off
Desert Tornado (with drum solo)
Smuggler’s Corridor
The Kentucky Meat Shower

Encore:

Get It Like That

Si ringrazia per la (consueta) disponibilità lo staff di Zona Roveri. Di seguito altre foto della serata, tutte realizzate dalla nostra Alessandra “Morgana Photo” Merlin:

The Aristocrats 7

The Aristocrats 8

The Aristocrats 9

The Aristocrats 10

The Aristocrats 11

The Aristocrats 12

The Aristocrats 13

The Aristocrats 14

The Aristocrats 15

The Aristocrats 16

The Aristocrats 17

The Aristocrats 4

The Aristocrats 5

The Aristocrats 6

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.