Slider by IWEBIX

Vanden Plas – Chronicles Of The Immortals Netherworld II (2015)

Pubblicato il 14/03/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Chronicles Of The Immortals - Netherworld II
Autore: Vanden Plas
Genere: Progressive Metal
Anno: 2015
Voto: 8,5

Visualizzazioni post:260

Prosegue il lavoro di trasposizione in musica dei Vanden Plas. Iniziato nel 2014, questo nuovo lavoro riprende l’opera dello scrittore Wolfgang Hohlbein da dove si era interrotta con “Netherworld I”. Per la band progressive si tratta del decimo disco, tutti caratterizzati da un altissimo livello compositivo e tecnico, una certezza di qualità nel panorama di settore internazionale.
Anche scorrendo la tracklist si può notare che il primo brano, “In My Universe”, in realtà è la “Visione 11” dell’opera che si collega al disco precedente. Qualche secondo di orchestrazioni e parte il riff di chitarra giusto per ricordare che qua si suona progressive metal, un sound corposo ed equilibrato sia per la ritmica che per la parte con chitarra pulita della strofa.
Si arriva al classico ritornello dei Vanden Plas con apertura di accordi e la voce di Andy che fa la differenza. Inutile tentare di fare un’analisi “track by track”, questo è un disco da ascoltare e capire e che ad ogni ascolto potrebbe dare sensazioni o immagini diverse.
“Godmaker’s Temptation” è uno dei brani che più caratterizzano la musicalità della band: continue variazioni e tecnica da vendere, pezzi lunghi ma mai eccessivi, ritmiche pesanti mescolate con melodie che stupiscono per i salti di accordi non certo per tutti. Di “Stone Roses Edge” è stato realizzato un video, potrete quindi apprezzare le qualità tecniche di Stephan ed Andreas e lasciarvi trasportare dala voce di Andy; grande assolo di tastiera nella parte centrale seguito a ruota dalla chitarra.
Difficile spiegare la lunga suite “Blood Of Eden”, oltre tredici minuti di perfezione, di Musica con la M maiuscola, il prog allo stato puro.
Una cosa da evidenziare è che, a differenza di molte altre band che fanno del prog metal una gara alla quantità di note e una rincorsa tecnica spesso senza senso, i Vanden Plas sono autori di un prog figlio degli anni ’70 dove la qualità e la particolarità vincono sulla tecnica.
Uno spazio va lasciato per “Circle Of The Devil”, brano che chiude il disco, un esempio di classe ed epicità in casa prog grazie all’uso massiccio di cori.
Come giudicare questo lavoro dei Vanden Plas? Non ci sono dubbi sul voto positivo, un disco registrato perfettamente con suoni caldi e livelli che lasciano spazio a tutti gli strumenti. Per il resto si tratta di vedere i gusti personali di chi ascolta, per quanto mi riguarda è l’ennesima prova che questa band merita riconoscimenti e stima da parte di tutti gli ascoltatori di musica progressiva, un gruppo solido ed inattaccabile su tutti i fronti.
Disco da comprare e consumare come tutti gli altri della loro discografia.

Tracklist:

01. VISION 11even – In My Universe
02. VISION 12elve – Godmaker´S Temptation
03. VISION 13teen – Stone Roses Edge
04. VISION 14teen – Blood Of Eden
05. VISION 15teen – Monster
06. VISION 16teen – Diabolica Comedia
07. VISION 17teen – Where Have The Children Gone
08. VISION 18teen – The Last Fight
09. VISION 19teen – Circle Of The Devil

Line-up:

Andy Kuntz – Voce
Stephan Lill – Chitarra
Günter Werno – Tastiere
Torsten Reichert – Basso
Andreas Lill – Batteria

Sito ufficiale: www.vandenplas.de
Facebook: www.facebook.com/VandenPlasOfficial
Etichetta Frontiers Records – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *