Slider by IWEBIX

Diavolos – You Lived Now Die (2015)

Pubblicato il 23/03/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: You Lived, Now Die!
Autore: Diavolos
Genere: Death Metal
Anno: 2015
Voto: 9

Visualizzazioni post:273

Dio quanto amo la Hells Headbangers Records, un’etichetta di puri appassionati del metallo più zozzo che stavolta se n’è uscita con l’attesissimo (almeno per me e pochi altri pazzoidi…) “You Lived Now Die” dei greco-finlandesi Diavolos, un album la cui versione in CD è stata rilasciata a Novembre 2015 mentre quella vinilica tre mesi dopo. E dio quanto amo pure i Diavolos, un quintetto guidato nientepopodimeno che da quel folle di Tas Danazoglou dei Satan’s Wrath (ve li ricordate, sì?) e comprendenti anche (ex)-membri dei Sentenced, degli Impaled Nazarene e dei Principality of Hell. Minkia quanti grandi nomi!
Allora, mi sono innamorato di questo disco già a partire dalla bellissima copertina che omaggia palesemente quella del seminale “Heavy Metal Maniac” degli Exciter mentre il titolo stesso dell’album cita addirittura un verso di “Burning In Hell” dei grandi Possessed. E, appena ho ascoltato i primi pezzi (in tutto sono dieci per 31 minuti belli intensi), me ne sono innamorato ancor di più. Anche perché i Diavolos hanno fatto con quest’album un’operazione ammirevole, cioè quella di proporre un metal estremo tipicamente anni ’80, quando insomma non c’erano ancora dei confini ben definiti fra i vari generi appunto estremi. Ed è proprio grazie a questa tradizione che i nostri hanno avuto l’ardire di intitolare l’ultimo grandioso pezzo “Death Metal”, come si faceva una volta (e che io uso qui soltanto per comodità).
Ecco quindi mischiati fra di loro il thrash, il death e il black metal (a là primi Bathory, of course!) in un assalto semplice e grezzo che non prevede NESSUN blast-beat, al massimo “solo” qualche tupa-tupa più esagitato del solito come nei due minuti violentissimi di “Piss In Holy Water”, la quale è preceduta saggiamente da un bel pezzo basato sui tempi medi come “Hail All Evil”, che parte doom e minacciosa con campane a morto incorporate e che dopo un po’ esplode con una discreta accelerazione (nessuna velocità folle qui, beninteso!). Da menzionare anche “Bleed, Curse, Die”, molto dinamica tanto da comprendere tempi medi dal taglio epico e melodie praticamente maideniane. E ottima la conclusione affidata alla melodica ma distruttiva e anthemica “Death Metal”. Ergo, come avete capito, i Diavolos, per quanto semplici, riescono a variare benissimo l’assalto sfociando anche sorprendentemente in territori cari all’heavy metal classico se non ai primissimi Slayer di “Show No Mercy”.
Ma i Diavolos sono interessanti anche perché danno una particolare importanza alla chitarra solista, spesso presente nel discorso non solo con dei begli assoli abbastanza frequenti ma anche dando manforte ai riff della ritmica rendendo così più profonda tutta la musica. E proprio qui cominciano le non poche similitudini con i Satan’s Wrath, determinate non solo dalla produzione simile a quella del loro ultimo disco, ma anche al cantato di Tas, che pure qui spara dei grugniti belli marci (un po’ à la Gezo dei Sabbat giapponesi, per intenderci) e puntualmente riverberati come se non ci fosse nessun domani, e con il ritornello di ogni canzone che ripete a mo’ di inno il titolo delle stesse, dalla militaresca e furibonda “Totencorpse” alla favolosa titletrack.
Insomma, applausi ai Diavolos che hanno confezionato un disco di altri tempi secondo i… tempi moderni. E devo dire che, vista l’esperienza già accumulata negli anni e a parte una “Diavolos Rising” che si perde in tempi medi dopo un po’ prolissi, i nostri hanno fatto veramente bene a uscirsene con un album nello stesso anno di fondazione senza quindi passare per i demo di rito. Perché, signore e signori, i Diavolos sono dei veri HEAVY METAL MANIACS!

Tracklist:

1 – Diavolos Rising
2 – Come to Salem
3 – Hail All Evil
4 – Piss in Holy Water
5 – You Lived, Now Die!
6 – Baptized in Vomit
7 – Demonwhore
8 – Curse, Bleed, Die
9 – Totencorpse
10 – Death Metal

Line-up:

Tas Danazoglou – voce
Bill El – chitarra
Nik Angelopoulos – chitarra
Taneli Jarva – basso
Savvi – batteria

FaceBook: https://www.facebook.com/diavolosrising
Etichetta Hells Headbangers Records – http://www.hellsheadbangers.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *