Slider by IWEBIX

Pino Scotto – Live For A Dream (2016)

Pubblicato il 13/04/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Live For A Dream
Autore: Pino Scotto
Genere: Hard Rock
Anno: 2016
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:393

Dove sarò io a 66 anni? Probabilmente al parco a gettare le briciole ai piccioni. E invece Pino Scotto, rocker di professione, a 66 anni è in studio e poi sarà di nuovo sul palco per promuovere l’uscita del nuovo “Live For A Dream”, registrato in studio ma dal vivo (cioè con tutti i musicisti presenti, non strumento per strumento) con un sacco di ospiti.
“Live For A Dream” vede la presenza di due inediti (i primi due in scaletta: “Don’t Touch The Kids” e “The Eagle Scream”) e di sedici brani che raccontano l’intero percorso musicale di Pino Scotto, dagli esordi con i Pulsar, passando per Vanadium, Progetto Sinergia, Fire Trails fino ad arrivare alla sua attuale carriera solista.
In questi pezzi, pur proveniendo da epoche diverse, si sentono forti le influenze di Pino, dagli Ac/Dc (“A Man On The Road”, “Angus Day”) ai Deep Purple (“We Want Live Rock ‘n’ Roll”) fino ai Rainbow (“Too Young To Die”), non dimenticando il classicissimo hard rock scuoticapoccia di “Quore Di Rock ‘n’ Roll” e “Morta E’ La Città” cantate in italiano.
Belli nella nuova veste anche i “lentoni” come “Easy Way To Love” e “Gamines” con ospite AmbraMarie alla voce.
Davvero lunga e ricca la lista dei “guest”, che vanno da personalità di spicco del mondo metal come Strana Officina, Sadist, Roberto Tiranti e Fabio Lione fino a blues man come Fabio Treves, Stef Burns (chitarrista di Vasco Rossi) e tanti altri ancora.
“Live For A Dream” contiene anche un dvd con le immagini delle registrazioni in studio di tutti gli artisti coinvolti, interviste e molto altro ancora.
Se da una parte dobbiamo “accontentarci” di due soli brani inediti (e quindi non possiamo, a nostro modo di vedere, dare un voto troppo alto) va detto che queste reinterpretazioni sono ben riuscite, cariche di rock e che comunque, sia nella vecchia che nella nuova veste, si tratta di brani di qualità.
Quindi chiudiamo con il pollice alto per Pino Scotto, la sua carriera, le sue molteplici iniziative benefiche e per tutti gli artisti che anche questa volta sono al suo fianco. Per la panchina al parco c’è ancora tempo.. vai, Jack!

Tracklist:

1. Don’t Touch the Kids
2. The Eagle Scream
3. A Man on the Road
4. We Want Live Rock ‘n’ Roll
5. Easy Way to Love
6. Streets of Danger
7. Too Young to Die
8. Dio del Blues
9. Gamines
10. Leonka
11. Spaces and Sleeping Stones
12. Third Moon
13. Come noi
14. Quore di Rock ‘n’ Roll
15. Morta è la città
16. Che figlio di Maria
17. Signora del Voodoo
18. Angus Day

Line Up:

Pino Scotto – voce

Special guest:
bands: Strana Officina, Sadist, Ritmo tribale, Destrage, Olly & The Soulrockets
vocalists: Roberto Tiranti, Fabio Lione, AmbraMarie
chitarristi: Stef Burns, Steve Angarthal, Igor Gianola, Dario Cappanera, Filippo Dallinferno, Ale “Fuzz” Regis
batteristi: Rob Iaculli, Alex Mansi, Marco Di Salvia
bassisti: Dario Bucca, Ciccio Li Causi
tastieristi: Alessandro Del Vecchio, Maurizio Belluzzo
violinista: Valentina Cariulo
armonicista: Fabio Treves

Sito ufficiale: http://www.pinoscotto.it
Facebook: https://www.facebook.com/PINO-SCOTTO-OFFICIAL-70175527353/
Etichetta Nadir Music – http://www.nadirmusic.net

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *