Slider by IWEBIX

Sacrocurse – Destroying Chapels (2016)

Pubblicato il 30/04/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Destroying Chapels
Autore: Sacrocurse
Genere: Bestial Black / Death Metal
Anno: 2016
Voto: 7

Visualizzazioni post:321

Ben due anni sono passati dal loro album d’esordio “Unholier Master” (recensito ovviamente dal sottoscritto con sommo piacere masochistico) e i messicani Sacrocurse, ora diventati un trio con addirittura una bassista statunitense in formazione, tal SW (e che una donna suoni questo tipo di musica è veramente un miracolo!), sono tornati quest’anno più incazzati che mai con l’EP di quattro pezzi “Destroying Chapels”, edito su vinile 7’’ dalla tedesca Iron Bonehead Productions in una tiratura limitata a 500 copie. E indovinate cos’hanno da offrirci pure stavolta i Sacrocurse?
ESATTO, un massacro! Per l’esattezza, un massacro di 13 minuti e mezzo che non cambia praticamente di una fottuta virgola da quanto espresso nell’album sopraccitato. Ergo, fatevi massacrare da un black/death metal bestiale dalle velocità insostenibili (specie nella titletrack) e completo di chitarra cavernosa (alcune volte pure troppo, come da tradizione del genere, del resto) che mischia molto bene riff death e black più un comparto vocale caratterizzato da grugniti marci e qualche urlo spettrale veramente da infarto (sempre esemplificativa la titletrack). Né più né meno, questo è il massacro che vi attende in canzoni dalla durata per fortuna abbordabilissima di tre minuti circa.
Ma, detta così, sembra che i Sacrocurse siano soltanto un gruppo fottutamente istintivo e violentissimo. Beh sì, lo sono, eccome! Eppure, in mezzo a ogni pezzo, tirano fuori sempre quel tempo medio-lento capace di far fiatare un po’ l’ascoltatore, che altrimenti, insomma, non ne sarebbe uscito veramente. In più, a rendere più profondo il discorso, ci pensano uno-massimo due di quegli assoli caotici che tanto piacciono agli appassionati del genere e qui si nota un miglioramento perché nell’album precedente gli assoli erano parecchio occasionali.
Chiude l’EP una cover bella violenta della dinamica “Total Destruction” dei Bathory, un classico del loro secondo album “The Return……”. Ma qui la produzione risulta diversa, meno compatta e soffocante e più comprensibile e ottantiana (quindi, meno curata).
Ecco tutto per introdurvi al nuovo olocausto perpetrato dai Sacrocurse, come al solito distruttivo e semplice con la sola pretesa di fare del Male incommensurabile ai timpani dell’ascoltatore. E, per un gruppo del genere, sinceramente, non puoi chiedere di meglio. E al diavolo l’originalità!

Tracklist:

1 – Total Devastation
2 – Sacrocurse Temple
3 – Destroying Chapels
4 – Total Destruction (Bathory cover)

Line-up:

ZK – voce/chitarre
SW – basso
LZ – batteria

FaceBook: https://www.facebook.com/Sacrocurse
Etichetta Iron Bonehead Productions – http://www.ironbonehead.de

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *