Slider by IWEBIX

Jorn – Heavy Rock Radio (2016)

Pubblicato il 15/06/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Heavy Rock Radio
Autore: Jorn
Genere: Hard Rock / Heavy Metal
Anno: 2016
Voto: 7+

Visualizzazioni post:234

Ancora Jorn Lande? Ma non l’abbiamo recensito il mese scorso? Ah no, quelli erano gli Avantasia.. allora forse era a fine 2015? Ah no, quello era Jorn Lande e Trond Holter.. forse poco prima, nel 2014? No, era Allen/Lande. Il precedente album a nome Jorn infatti è datato 2013 (“Traveller”), ma non si può certo dire che il biondo cantante norvegese se ne sia rimasto con le mani in mano senza fare nulla.
In questo “Heavy Rock Radio” Jorn, con l’aiuto degli italiani (anche loro onnipresenti) Alessandro Del Vecchio alle tastiere e Francesco Iovino alla batteria, reinterpreta dei brani storici del rock, del pop e del metal scegliendo gli artisti che hanno influenzato la sua fittissima carriera musicale.
Ci si può aspettare quindi “Rainbow In The Dark” di Ronnie James Dio, così come “Die Young” dei Black Sabbath sempre dell’era-Dio. Approfondendo la conoscenza di Jorn Lande attraverso tanti anni di recensioni era palese trovare in questa compilation anche i Kiss (qui rappresentati dal Paul Stanley solista di “Live To Win”), i Deep Purple (“Stormbringer”) e anche i Queen (“Killer Queen”). Vista l’età di Jorn (48 anni, non è certo un vecchietto ma nemmeno un ventenne) è doveroso citare anche gli anni ’80, periodo d’oro del rock melodico di Foreigner (“Rev On The Red Line”) e Journey (“Don’t Stop Believin'”), tra l’altro due band già omaggiate nel disco “Starfire” del 2000.
Eccoci invece agli artisti che stupiscono, lontani dall’hard rock come Frida degli ABBA (no, non Abbath, avete letto bene!) con l’opener “I Know There’s Something Going On”, Kate Bush con “Running Up That Hill”, “You’re The Voice” di John Farnham e “Hotel California” degli Eagles.
In TUTTE queste occasioni non abbiamo davvero nulla da dire. I pezzi con la voce di Jorn hanno una resa sonora ottima, divertono e sono particolari quando risultano così diversi dal loro genere di appartenenza. Curiosa la scelta di omaggiare gli Iron Maiden scegliendo “The Final Frontier”, un brano recente con gli Iron già nel pieno del loro periodo più soft.
Dopo l’ascolto di “Heavy Rock Radio” (a proposito, molto bella la copertina) viene voglia di spingere “play” ancora una volta e goderselo di nuovo, sperando anzi che non rimanga un episodio isolato (ehi Jorn, ti sei dimenticato i Whitesnake, i Rainbow, i Judas Priest, magari anche David Bowie e i Beatles!). Non esageriamo con il voto perchè si tratta pur sempre di un album di cover, ma vi assicuriamo che lo ascolterete più e più volte senza stancarvi.

Tracklist:

1. I Know There’s Something Going On (Frida cover)
2. Running Up That Hill (Kate Bush cover)
3. Rev on the Red Line (Foreigner cover)
4. You’re the Voice (John Farnham cover)
5. Live to Win (Paul Stanley cover)
6. Don’t Stop Believin’ (Journey cover)
7. Killer Queen (Queen cover)
8. Hotel California (Eagles cover)
9. Rainbow in the Dark (Dio cover)
10. The Final Frontier (Iron Maiden cover)
11. Stormbringer (Deep Purple cover)
12. Die Young (Black Sabbath cover)

Line-up:

Jorn Lande: Vocals
Trond Holter: Guitar
Francesco Iovino: Drums
Thomas Bekkevold: Bass
Alessandro Del Vecchio: Keyboards

Eccezioni:

“Rainbow in the Dark”

Jimmy Iversen and Tore Moren – guitar
Nic Angileri – bass
Willy Bendiksen – drums

“Stormbringer”

Jorn Viggo Lofstad – guitar
Sid Ringsby – bass
Willy Bendiksen – drums

Sito ufficiale: http://www.jornlande.com
Facebook: https://www.facebook.com/OFFICIALJORN
Etichetta Frontiers Records – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *