Slider by IWEBIX

Gianni Della Cioppa- I 100 Migliori Dischi Hard Rock – 1968-1979 – L’epoca d’oro

Pubblicato il 12/10/2016 da in Libri | 0 commenti

Titolo: I 100 Migliori Dischi Hard Rock - 1968-1979 - L'epoca d'oro
Autore: Gianni Della Cioppa
Genere: Libro
Anno: 2016
Voto: 8.5

Visualizzazioni post:872

Gianni Della Cioppa – I 100 Migliori Dischi Hard Rock – 1968-1979 – L’epoca d’oro

La Tsunami Edizioni si sta ormai specializzando nelle raccolte volte a farci conoscere i dischi fondamentali della storia del rock e del metal e noi non possiamo che acquistare a scatola chiusa, ogni volta, queste “bibbie” fondamentali per tutti coloro che vogliano ampliare ulteriormente i loro orizzonti musicali o per quelli che, ritenendosi esperti del settore, vogliano semplicemente vedere se condividono o no le scelte dello scrittore di turno.
L’autore del libro è Gianni Della Cioppa, uno dei massimi esponenti della scena hard rock e metal in Italia (Metal Shock, Flash oltre ad una serie di libri preziosissimi per qualsiasi fanatico della musica pesante) e questo I 100 Migliori Dischi Hard Rock – 1968-1979 – L’epoca d’oro è davvero un gioiellino da tenere in bella vista in libreria consultandolo con il sottofondo di uno di questi 100 dischi.
E’ impressionante vedere quanti album memorabili siano usciti nel periodo analizzato da Gianni Della Cioppa (1968-1979, anche se ci sono un paio di “sconfinamenti” negli anni ’80). Ecco quindi un doveroso inchino davanti ai mostri sacri Jimi Hendrix, Led Zeppelin, Deep Purple, Alice Cooper, Ac/Dc, Black Sabbath, Thin Lizzy, ZZ Top, Kiss, Lynyrd Skynyrd, Molly Hatchet, Rainbow, Scorpions, Van Halen, Kansas, Whitesnake con un occhio di riguardo anche ai più colti Iron Butterfly, Blue Oyster Cult, Rush o ai più “morbidi” Queen, Foreigner e Boston.
Ma spesso in questi casi sono i gruppi meno conosciuti che stupiscono, vere e proprie gemme (o meteore) come gli inglesi Atomic Rooster, gli olandesi Golden Earring, i tedeschi Lucifer’s Friends, i londinesi Fuzzy Duck e Stray, gli svizzeri Toad, i giapponesi Blues Creation, gli Highway Robbery di “For Love Or Money”, i gallesi Budgie, i canadesi Moxy, gli israeliani Jericho, i norvegesi Titanic, i Buffalo dall’Australia o i greci Socrates Drank The Conium. Un elenco davvero per tutti i gusti e per tutte le orecchie, un compendio che vi farà scoprire (o riscoprire) un sacco di gruppi e album nuovi, che hanno fatto da colonna sonora al periodo migliore dell’hard rock.
I 100 Migliori Dischi Hard Rock – 1968-1979 – L’epoca d’oro è un libro da avere se vi considerate amanti del rock. Facciamoci guidare da uno dei migliori giornalisti del settore e affrontiamo un viaggio davvero unico alla scoperta di cento dischi che hanno veramente scritto la storia.

Tsunami Edizioni – www.tsunamiedizioni.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *