Slider by IWEBIX

Gaetano Loffredo – I 100 Migliori Dischi Power Metal (2016)

Pubblicato il 4/11/2016 da in Libri | 0 commenti

Titolo: I 100 Migliori Dischi Power Metal
Autore: Gaetano Loffredo
Genere: Libro
Anno: 2016
Voto: 8.5

Visualizzazioni post:403

Gaetano Loffredo – I 100 Migliori Dischi Power Metal

Sia che siate lettori fedeli o casuali del nostro sito, sappiate che il gruppo di amici che ha messo su EntrateParallele.it prima e HeavyMetalWebzine.it ora è riconducibile ad una serie di dischi che ci hanno fatto innamorare del metal e che, con il passare degli anni, approfondendo ed affinando le nostre conoscenze musicali, ci hanno spinto a condividere con i lettori le nostre impressioni sulle nuove uscite, sui concerti e su tutto quello che potete leggere al giorno d’oggi nel nostro infaticabile sito.
Perchè questo preambolo? Perchè mi rispecchio pienamente nel libro di Gaetano Loffredo “I 100 Migliori Dischi Power Metal”. Gaetano non ha bisogno di grandi presentazioni, lo conosciamo come direttore di SpazioRock.it , ex redattore di Truemetal.it e già autore di “All’ombra della luna”, la biografia dei Blackmore’s Night, uscita anch’essa per la Tsunami Edizioni qualche anno fa.
Nella prefazione di Alessandro “Alle” Conti, cantante dei Trick Or Treat e dei Luca Turilli’s Rhapsody, Alle si dice “folgorato” dall’ascolto di “Angels Cry” degli Angra, a me capitò con il “Keepers Of The Seven Keys II” degli Helloween. Il fantasy che diventa musica, la colonna sonora ideale per tuffarsi nel magico mondo di D&D con gli amici alla ricerca di tesori e di draghi. Cento piccole gemme che svelano uno dei generi metal più semplici da assimilare e sicuramente quello più apprezzato da coloro che metallari non lo sono ma che apprezzano la melodia e la poesia di band atipiche come Blind Guardian, Nightwish o Mago De Oz. E’ importante – per evitare fraintendimenti – citare la descrizione che Gaetano dà del power metal:

“col termine power metal non ci stiamo riferendo alla corrente power/speed americana degli anni ’80 ma al power melodico infarcito di doppia cassa (non sempre) che ha avuto il suo epicentro in Europa a fine anni ’80 e che ha proseguito la sua corsa attraversando un’epoca d’oro a fine millennio, vivendo un lungo declino negli anni successivi fino alla lenta risalita dei giorni nostri”

E quindi via ai gruppi capostipiti del genere, dagli Helloween ai Gamma Ray, dagli Stratovarius ai Sonata Arctica, dagli Edguy (e Avantasia) agli Hammerfall, ai già citati Angra e Blind Guardian, passando per quelli “ai limiti” per via di una carriera in bilico tra classic metal e power come Grave Digger, Running Wild e Primal Fear, fino alle nuove leve Sabaton, Powerwolf e Twilight Force. Poi ci sono le chicche, come i Lost Horizon (autori di due dischi splendidi), i giapponesi Galneryus, i Nocturnal Rites, gli Insania o i “dimenticati” Elegy e Conception (il gruppo che lanciò Roy Khan).
Grande spazio viene dato alla truppa italiana, non solo con Rhapsody, Vision Divine e Labyrinth, ma anche con Trick Or Treat, Secret Sphere, Elvenking, DGM, Domine, fino a gruppi meno famosi come gli Athena di Fabio Lione e i siciliani Thy Majestie.
Ogni album è corredato dall’anno di uscita (molti sono recentissimi, segno che il power metal non smette di sfornare eccellenti novità) e da una completa scheda tecnica. Insomma, una vera bibbia sia per gli amanti del genere sia per chi vuole avvicinarsi da novizio o ancora per coloro che cercano una colonna sonora per le loro sessioni di giochi di ruolo, mentre danno la caccia agli orchi alla ricerca di spade di smeraldo o di sette magiche chiavi..

Tsunami Edizioni – www.tsunamiedizioni.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *