Slider by IWEBIX

Jason Netherton – Profondo Estremo (2016)

Pubblicato il 15/12/2016 da in Libri | 0 commenti

Titolo: Profondo Estremo - Storie Vere dal Death Metal Underground
Autore: Jason Netherton
Genere: Libro
Anno: 2016
Voto: 8

Visualizzazioni post:200

Jason Netherton – Profondo Estremo – Storie Vere dal Death Metal Underground

512 pagine di death metal, una vera e propria Bibbia per i cultori e per i novizi. Stiamo parlando di “Profondo Estremo – Storie Vere dal Death Metal Underground”, scritto da Jason Netherton, bassista e cantante già nei Misery Index e co-fondatore dei Dying Fetus.
Jason ha impiegato tre anni per scrivere questo enorme tomo, ma ne è valsa veramente la pena. Attraverso vari capitoli e con dichiarazioni di membri di primo piano dall’universo death metal fino al grind (Death, Morbid Angel, Cannibal Corpse, Suffocation, Nile, Possessed, Obituary, Entombed, Napalm Death, Vital Remains, Immolation, ecc.ecc.) il libro attraversa l’evoluzione del genere, dai primordi con le fanzines dove si scovava qualche nome interessante, agli scambi di lettere e di cassette fino ai primi contratti, alla vita in studio, ai tour (capitolo divertentissimo), al presente e al futuro di questo genere ancora oggi in pieno fermento.
Sono davvero tanti i ricordi e gli aneddoti qui contenuti, molto belli e caratteristici, sia quelli che provengono da musicisti famosi che “ce l’hanno fatta” sia quelli di artisti molto più underground che hanno cominciato a percorrere la strada del death metal ma poi sono stati sopraffatti dalla vita snervante dei tour e dalle scarse entrate monetarie e hanno deciso di mollare, magari con molti rimpianti.
A proposito dei tour – come accennato sopra – il centinaio e passa di pagine dedicato esclusivamente alla vita on the road è quello in assoluto più divertente: viaggi mostruosi (avete idea di quanto siano vasti gli Usa?) in furgoni ricolmi di strumenti, a volte senza riscaldamento in pieno inverno, quasi sempre senza soldi, suonando di fronte a venti persone, dormendo nel salotto dei fans o direttamente nel furgone stesso. Anche in campo europeo le cose non andavano meglio, con grosse noie alle frontiere specialmente prima della caduta del blocco comunista o concerti organizzati in scantinati, mentre gli episodi più pericolosi sono da associare all’America Centrale e Latina, con poliziotti con il mitra sul palco e band che suonano death metal parlando di morti e di persone assassinate (come i colombiani Masacre) semplicemente perchè fin da bambini hanno visto solo quello attorno a loro.
Storie famose e storie underground di gente comune, di persone come noi e voi, musicisti, produttori, tecnici, roadie e fan più o meno scatenati. “Profondo Estremo” è tutto questo, davvero imperdibile non solo per i fan del death metal, ma per tutti coloro che amano la nostra musica e che vogliono sbirciare “dietro le quinte”.

Tsunami Edizioni – http://www.tsunamiedizioni.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *