Slider by IWEBIX

25/01/2017 : Sabaton + Accept + Twilight Force (Trezzo, MI)

Pubblicato il 23/02/2017 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:114

25/01/2017 : Sabaton + Accept + Twilight Force (Live Club, Trezzo D’Adda, MI)

THE LAST TOUR, 25 Gennaio 2017, Live Club

E’ cominciato da qualche giorno il tour europeo dei Sabaton in onore dell’ultimo album “The Last Stand” uscito lo scorso 19 Agosto via Nuclear Blast. La natura ha fatto il suo corso, come direbbe Chris Rorland e la band si ritrova a condurre un tour come headliner di una band come gli Accept con i suoi quasi cinquant’anni di esperienza. In apertura la nuova scoperta della Nuclear Blast, i Twilight Force. Questa sera le tre band approdano in Italia per un’unica data tenutasi al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI).

TWILIGHT FORCE

Precisi come sempre alle 19:30 i Twilight Force salgono sul palco mentre gran parte della gente è ancora fuori in fila per entrare. E’ la seconda volta per loro in Italia nel giro di pochi mesi: la band era già stata a Milano durante il tour dei Sonata Arctica lo scorso 10 Ottobre. Si vede che non sono ancora molto conosciuti e pochi tra il pubblico conoscono le canzoni e si lasciano trascinare dal loro Adventure Metal. Peccato vedere relegata una band del genere, con un’immagine così interessante dai costumi appariscenti, in un’area così ristretta del palco; questo gli concede ben poco movimento e sicuramente uno spazio più ampio permetterebbe loro una scenografia più adatta al loro stile. Dall’ultimo album “Heroes Of Mighty Magic”, rilasciato lo scorso Agosto, eseguono brani come “Riders Of The Dawn” e la più conosciuta “Flight Of The Sapphire Dragon”, di cui è stato girato anche un videoclip, mentre dal precedente “Tales Of Ancient Prophecies” propongono “Gates Of Glory” e “The Power Of Ancient Force”. Incredibile l’estensione vocale che Chrileon riesce a mantenere anche live e la perfetta esecuzione dei velocissimi assoli. Sicuramente in futuro li vedremo ancora in Italia e con un maggiore seguito.

Scaletta:

Battle of Arcane Might
To the Stars
Riders of the Dawn
Flight of the Sapphire Dragon
Gates of Glory
The Power of the Ancient Force

ACCEPT

Foto di Luca Bernasconi – Loudandproud.it

Foto di Luca Bernasconi – Loudandproud.it

Fa impressione vedere una band con così tanti anni di esperienza suonare prima di una che non ne ha neanche la metà, ma i fans degli Accept non mancano l’appuntamento di stasera e sono parecchi nonostante la band tedesca non sia headliner. Nonostante sia passato qualche anno dall’inizio della loro attività sono ancora in gran forma: hanno grinta da vendere e nulla da invidiare alle generazioni più giovani. L’unica pecca di questa serata riguarda la voce di Mark che pare sottotono perdendo qualche colpo ogni tanto, tuttavia è sempre un piacere vedere che band della vecchia scuola siano ancora in circolazione.
Il muro di suono che riescono a creare è veramente trascinante anche per chi non era lì apposta per loro. La loro ultima fatica “Blind Rage” risale al 2014, da essa scelgono di eseguire brani come “Stampede” e “Final Journey”, vicino a brani storici come “Restless And Wild” e “Metal Heart”.
Rapisce la maniera di suonare del nuovo batterista Christopher Williams, dotato di una fluidità nei movimenti e una precisione che ho visto a pochi; simpaticissimi il chitarrista Wolf e il bassista Peter che non perdono mai il contatto con il pubblico e contribuiscono a scaldare l’atmosfera della serata.

Scaletta:

Stampede
Stalingrad
Restless and Wild
London Leatherboys
Final Journey
Princess of the Dawn
Fast as a Shark
Metal Heart
Teutonic Terror
Balls to the Wall

SABATON

Foto di Luca Bernasconi – Loudandproud.it

Foto di Luca Bernasconi – Loudandproud.it

È sempre affascinante il momento in cui il carrarmato su cui è posizionata la batteria di Hannes viene svelato; poco dopo si abbassano le luci e tutto è pronto per iniziare. Come sempre si parte con “Ghost Division”, per dare subito una botta di energia alla sala ormai piena, siamo tantissimi.
La scaletta è ben calibrata tra i brani del nuovo album come “The Lost Battalion” e “Blood Of Bannockburn” e di quelli precedenti come “Carolus Rex” e “Primo Victoria”; peccato non abbiano suonato “Gott Mit Uns” che ai fans piace sempre. Al quarto brano è già il turno di “Swedish Pagan”, sempre acclamata a gran voce dal pubblico della band. Molto entusiasmante la versione acustica di “The Final Solution”, in cui il nuovo membro ha saputo dimostrare una grande dimestichezza anche alle tastiere. È la prima volta in Italia per il nuovo chitarrista Tommy Johansson; forse all’inizio della performance sembrava un po’ alle prime armi, ma bisogna riconoscere che man mano si è decisamente conquistato il pubblico. Le divertenti battute scambiate con Joakim in un italiano degno di nota hanno strappato un sorriso anche a chi forse i Sabaton non li apprezzava o non li conosceva tanto.
La band svedese è stata accolta con grande calore da una folla instancabile nonostante, come ha ripetuto più volte Joakim, fosse mercoledì e l’indomani molti sarebbero andati a lavorare o a scuola. Ebbene l’esibizione sarebbe potuta durare ore senza saziare mai i fans che continuavano a gridare “Sabaton, Sabaton”, tuttavia dopo circa un’ora e mezza la band ha dovuto salutare il Live Club. Si torna a casa, soddisfatti e felici!

Scaletta:

Ghost Division
Sparta
Blood of Bannockburn
Swedish Pagans
The Last Stand
Carolus Rex
Union (Slopes of St. Benedict)
The Lion From the North
The Lost Battalion
Far from the Fame
The Final Solution
Resist and Bite
Night Witches
Winged Hussars

Primo Victoria
Shiroyama
To Hell and Back

Si ringrazia per le foto Luca Bernasconi di www.loudandproud.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *