Slider by IWEBIX

Crystal Viper (Marta Gabriel)

Pubblicato il 31/03/2017 da in Interviste | 5 commenti


Visualizzazioni post:265

Il metal di oggi è sempre più “contaminato” (spesso in maniera ottimale) da tante altre sonorità e negli ultimi anni abbiamo assistito al proliferare di nuovi generi e sottogeneri sempre più ramificati (melodic death metal, symphonic prog, deathcore, thrash/death/black metal, ecc.ecc.). E’ un piacere prendersi una pausa e godersi finalmente un bel gruppo HEAVY METAL e basta, rappresentato in questo caso dai veterani polacchi Crystal Viper, che affidano alla bella Marta Gabriel il compito di rispondere alle nostre molteplici domande..

Ciao Marta e benvenuta sul nostro sito, siamo molto felici di ospitarti. Prima di partire con le domande relative all’uscita del nuovo album, vorremmo chiederti come stai. Abbiamo letto che hai avuto grossi problemi di salute e un’operazione chirurgica al viso. Ti sei ripresa al 100%? Ti va di dirci cosa è successo?

Ciao Alessio! Grazie per il vostro invito! Qualche anno fa ho iniziato ad avere gravi problemi di salute. Quasi ogni giorno mi veniva la febbre alta, faringite e una sinusite che non mi abbandonava quasi mai, avevo forti dolori alla testa che non mi abbandonavano per giorni, raucedine, in più mi sentivo sempre stanca, con una debolezza generale del corpo. Purtroppo i medici dicevano sempre la stessa cosa: influenza. Ovviamente mi prescrivevano tanti medicinali e riposo.
Fortunatamente un giorno in un ambulatorio ho incontrato una dottoressa che ha preso sul serio il mio malessere. Mi ha fatto fare degli esami ematici ed è venuto fuori che tutti i miei problemi erano nati a causa di una sinusite cronica che perdurava da anni. L’unica soluzione a quel punto era l’intervento chirurgico. Per fortuna tutto è andato benissimo e adesso mi sento meglio di prima.

Leggo che “Queen Of The Witches” è una sorta di concept, i brani sono legati tra loro dal tema delle streghe. Come vi è venuta questa idea e come vi siete documentati?

Tutta la storia racconta di un grande combattimento contro il Male, che vive spesso dentro le persone e si nutre di vendetta. Non vorrei però raccontare di che cosa parla ogni testo, perchè di sicuro ci saranno persone che vogliono ascoltare il disco e approfondirlo da soli!
Leggere il testo è come leggere un libro, ma se hai una bella fantasia è come guardare un film. Ogni testo è scritto in maniera tale da essere interpretato in maniera separata, non necessariamente legato al concept del disco, che come potrete vedere parla della magia e delle streghe!
Queste tematiche fanno parte dei miei interessi, sono argomenti che mi piace approfondire e ho inserito nel disco anche elementi riguardanti i film horror, soprattutto quelli della Hammer Films nei quali streghe, magia e leggende sono spesso protagonisti!

Rispetto ai vostri standard del passato è cambiato qualcosa nel vostro modo di comporre?

No, assolutamente no, da questo punto di vista non è cambiato nulla, sono sempre io l’unica songwriter nei Crystal Viper. Mio marito dice che questo mio modo di comporre è la schizofrenia musicale e mi sembra che abbia ragione, ahah! E’ difficile da spiegare, è un po’ come se tutta la band si trovi nella mia testa e io la senta suonare. In questo modo riesco ad immaginarmi già il pezzo completo.
Compongo soprattutto al piano e spesso tutto dipende dal caso. I brani suonano nella mia testa e poi dipende solo da me quale strumento prenderò per iniziare a registrare. A volte prendo la chitarra o inizio a canticchiare qualcosa, lo registro sul cellulare e poi ne nasce una canzone. Non esistono regole.
Naturalmente non significa che quel brano sia adatto per essere messo poi sul disco. Molto spesso collego insieme frammenti di due o tre brani o faccio un mix di tante composizioni.

Su “Queen Of The Witches” ci sono ospiti con una grande storia alle spalle, da Steve Bettney dei Saracen a Ross The Boss (ex Manowar) fino a Mantas (Venom). Perchè hai scelto proprio loro?

Beh, vorrei sottolineare che per noi è una tradizione. Praticamente ogni nostro nuovo album deve ospitare o addirittura deve avere più ospiti. In questo modo vogliamo far capire e far vedere quali sono le radici musicali dei Crystal Viper, da dove proviene la nostra musica e naturalmente quello che proponiamo ai nostri fans.
Da una parte è un omaggio ai nostri amici, che consideriamo degli eroi. Dall’altra vogliamo con questo sottolineare la nostra identità. Con Ross e Mantas ci conosciamo già da un bel po’ di tempo ed è nata una bella amicizia tra di noi, abbiamo iniziato a pensare che sarebbe stato “super” se avessero accettato di registrare un assolo per le nostre canzoni. Invece con Steve non avevamo alcun tipo di contatto, per questo siamo stati molto felici e positivamente sorpresi quando ci ha confermato la sua presenza sul nostro disco non conoscendo neanche la nostra musica nè noi di persona.

La vostra bella copertina, disegnata da Marshall, assomiglia molto a quelle dei Blind Guardian dei primi anni ’90. Come è nata?

Grazie! Sono molto contenta che la copertina ti piaccia! Con Andreas siamo in contatto già da tanto tempo, la nostra conoscenza ha avuto inizio con il suo film “Masks”. Tante persone non lo sanno, ma Andreas è un regista e quando ha lavorato su “Masks” – un thriller in stile giallo – mi ha proposto di registrare un brano che poi appare nel film. Nel film c’è una scena dove entra un’attrice e inizia a cantare la canzone in polacco e in quel momento si sente la mia voce (quel pezzo si può trovare tranquillamente su Youtube). Quando abbiamo iniziato a lavorare sul disco abbiamo cominciato a pensare alla cover e la prima persona che ci è venuta in mente è stato ovviamente Andreas, anche perchè il suo stile si adattava perfettamente a quello che avevamo nella testa. Abbiamo mandato la nostra idea e la nostra visione di quello che volevamo, ma quello che ha fatto ha superato le nostre aspettative. Del resto anche per questo è considerato uno dei migliori artisti del settore.

Si sente forte l’influenza degli Iron Maiden in alcuni brani. Vorrei chiederti cosa ne pensi della loro evoluzione sonora degli ultimi anni, con brani sempre più lunghi ed epici ma che hanno minore velocità ed impatto live.

Grazie! E’ un grande complimento per me! Io adoro gli IRON MAIDEN. A dire la verità lì apprezzo molto anche perchè dopo tutti questi anni hanno ancora forza e determinazione per poter andare sul palco e suonare i loro brani che hanno fatto la storia del metal.
Registrare nuovi brani, fare concerti nel mondo, si vede che è ancora oggi è la loro grande passione.
Cosa penso della loro evoluzione e dei loro brani attuali? Sai, penso che non sono io a poter valutare. A mio parere, chi deve essere contento e chi deve avere soddisfazione per quello che fa è l’artista stesso, che in quel momento deve innanzitutto essere sincero con sè stesso. Quello che succede dopo è già un’altra cosa, la musica deve trovare i diversi “destinatari”, perchè ognuno di noi ha un diverso modo e un diverso gusto per ascoltare e valutare.
Anch’io sono una musicista ma non valuto mai le composizioni di altre band. Se c’è qualcosa che mi piace lo ascolto con gran piacere, altrimenti no. Non mi piace fare analisi musicali.

Quali sono i brani dei Crystal Viper che ti danno più carica dal vivo?

Di sicuro i brani del nostro nuovo disco “I FEAR NO EVIL” e “THE WITCH IS BACK” e aggiungo “WITCH’S MARK” dal disco “Crimen Excepta”!

Tu Marta sei apparsa anche nel progetto “Born Again”, uscito con un vinile 7″ nel 2010 per la High Roller Records. Quel gruppo esiste ancora?

“Born Again” è attualmente (e purtroppo, aggiungo) in una situazione incerta. Non so se il progetto andrà avanti, mi piacerebbe, perchè abbiamo composto del materiale decisamente forte ed heavy. Ma siamo tutti molto impegnati e sono sfiduciata, temo che non ci sarà mai nulla di nuovo.

La Polonia è una terra ricca di band estreme famose in tutto il mondo, dai Behemoth ai Vader, dagli Hate ai recenti Batushka fino ai Decapitated. Conosciamo poco però della sua scena classic metal. Vuoi citarci qualche band?

Questo perché il numero di band che fanno classic metal è veramente piccolo. Non mi riferisco a quelle che hanno appena iniziato la carriera e che stanno cominciando a suonare sui piccoli palchi, ma di quelle che hanno già registrato i dischi, fanno regolarmente i concerti e vendono i cd. Vi faccio qualche nome molto volentieri, ce ne sono almeno tre che vale la pena ascoltare: AXE CRAZY , NIGHT MISTRESS e ROA DHOG. In questo momento non me ne vengono in mentre altre.

Il nostro Avalon stringe affettuosamente una copia della fanzine realizzata per lo Steel Fest. Ah sì, c’è anche Marta Gabriel nella foto, ma il nostro stoico redattore non ci fa troppo caso..

Il 5 novembre del 2011 hai suonato allo STEEL FEST di Bologna (Virgin Steele, Praying Mantis, Angel Witch, Pegazus, Picture, ecc.), organizzato anche da noi (all’epoca realizzammo una fanzine che tu ci hai autografato). Ricordi qualcosa di quella giornata?

Mi ricordo perfettamente quella giornata, quel festival è stato per me una grande scoperta. Ovunque intorno a me c’erano persone simpatiche, belle, educate e gentili (evidentemente Marta non è passata per il nostro stand, n.d.r 😉 ). Per noi la gioia più grande è stata quella di ascoltare dal vivo gli ANGEL WITCH. Mi ricordo anche che dopo il concerto ci avete invitato per celebrare l’intero evento con un ottimo bicchiere di vino italiano!

Se non sbaglio tuo marito (Bart Gabriel) è produttore, c’è qualche band con la quale ha lavorato recentemente che secondo te è da tenere d’occhio?

Sì, naturalmente. Ha lavorato recentemente con una band dell’Inghilterra, di nome MYTHRA. Fra un mesetto uscirà il loro nuovo disco che vi raccomando vivamente. Bart è anche un produttore e ha lavorato con i JACK’S STARR’S BURNING STARR, dove suonano musicisti che hanno fatto parte di VIRGIN STEELE e MANOVAR. Se a qualcuno piace l’heavy metal melodico, allora dovrebbe ascoltare i loro dischi e approfondire la loro musica.
Mio marito ha prodotto anche gli americani HEXX e anche – in veste di management – i SAVAGE MASTER, band di cui sono davvero molto “tifosa”. Loro sono una band eccezionale e insolita. Secondo me ogni persona che ascolta heavy metal dovrebbe almeno provare ad ascoltare la loro musica.

Ho visto che per ora, purtroppo, il vostro “Dragon & Witches Tour” non passerà per l’Italia. Ci sarà una seconda parte, magari dopo l’estate, che potrebbe passare per il nostro Paese?

Sarebbe fantastico suonare in Italia, purtroppo ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna proposta, ma appena avremo la possibilità di fare un concerto nel vostro Paese di sicuro non diremo di no!

L’intervista è finita! Un grande ringraziamento a te da parte nostra, ti lasciamo l’ultima parola per un saluto ai lettori italiani!

Il piacere è tutto mio. Grazie per l’intervista e per il grande supporto ai CRYSTAL VIPER. Le mie ultime parole: frequentate i concerti, comprate i dischi. Vi chiedo di sostenere la scena heavy metal. Perché questa musica è per voi e grazie a voi. E grazie a voi esiste. Ciao!

L’intervista è stata realizzata in polacco. Si ringrazia Sabina Baron per la traduzione.

Sito ufficiale: http://www.crystalviper.com
Facebook: https://it-it.facebook.com/crystalviperofficial
Etichetta AFM Records – http://www.afm-records.de

  1. Bella intervista! Ebbravo il CapRoredattore!

  2. Sabina says:

    Grazie Alessio non vedevo l’ora per leggerla…
    È uscito ben lavoro…

  3. Max Moon says:

    Ebbravi caproni!!!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *