Slider by IWEBIX

Draxxis (Daniel Kuhta)

Pubblicato il 31/05/2017 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:109

Da sempre, su queste pagine, nutriamo una particolare predilizione per l’heavy metal underground: certo, non siamo immuni al fascino dei grandi nomi ma, almeno per quanto mi riguarda, volete mettere la soddisfazione di scovare e dare un po’ di spazio a band tanto sconosciute quanto meritevoli? E cosa c’è di più oscuro e sotterraneo di una band che ha pubblicato solo una demo nella seconda metà degli anni ottanta? Tornata alla luce grazie all’interesse della label ellenica Lighten The Underground Records, la musica degli americani Draxxis torna a circolare stampata su vinile e ci offre la possibilità di scambiare qualche parola con il chitarrista e fondatore Daniel Kuhta!

ENGLISH VERSION BELOW

Ciao Daniel, benvenuto su heavymetalwebzine.it!!! Innanzi tutto vorrei chiederti di presentarti ai nostri lettori: vuoi parlare di te ai lettori italiani, nella vita di tutti i giorni? Quali sono gli artisti che hanno maggiormente influenzato la tua formazione come musicista?

Io sto bene e sì, non ho alcun problema a parlare di me ai lettori italiani! Gli artisti che hanno avuto una maggiore influenza ispirandomi come musicista sono stati Black Sabbath, Savatage, Iron Maiden, Queenryche, Trouble, Metal Church, Anthrax & Judas Priest!

I Draxxis sono nati nel 1985. Vorresti raccontarci come è nata la band e come sceglieste di chiamarvi Draxxis? Quali ricordi conservi del primo periodo della band?

Quando la band è nata era tutta sulle mie spalle, agli inizi io ero il vocalist, il chitarrista solista e il chitarrista ritmico, fino a quando ho finalmente deciso di fare un provino per un cantante!
Il nome della band proviene da uno spot televisivo, era la pubblicità della fondazione Abbraxas che offriva servizi per i giovani e la famiglia e un buon amico mi suggerì: “Che ne dite di Draxxis per il nome della band?”.
I primi mesi insieme nella band sono stati dedicati, in gran parte, a fare pratica costantemente e sviluppare un certo feeling tra di noi, cercando di trovare e formare un nostro sound originale!

Due anni dopo l’inizio delle vostre attività avete cambiato il cantante: Melvin Shearer venne sostituito da Paul Revay. Quali furono i motivi per cui vi separaste da Melvin? Come trovaste Paul?

Melvin era un buon cantante, ma non un grande cantante e ad un certo punto decisi che se i Draxxis avessero voluto crescere avremmo fatto bene a chiedere a Melvin di fare un passo indietro. Quindi facemmo un provino con Paul Revay, che era anche un nostro ottimo amico. Gli abbiamo dato un’opportunità ed è stato votato dal resto della band come nuovo cantante!

Riuscivate a suonare spesso live? Quali ricordi conservi dei vostri concerti?

Sì, abbiamo suonato molti concerti all’aperto a livello locale con molti followers, abbiamo suonato al Metal Militias ed ogni volta donavamo il ricavato ad un’associazione benefica di nostra scelta! Le performances durante i nostri shows sono sempre andati alla grande con una presenza impressionante di partecipanti!

Nel 1989 registraste il vostro unico demo omonimo. Come sceglieste i pezzi da includere nella tracklist? Dove avvennero le registrazioni? Vuoi raccontarci qualcosa di quell’esperienza in studio?

I cinque membri della band si sono seduti ed hanno votato per selezionare le quattro canzoni da scegliere per la realizzazione della demo! La demo è stata registrata in un piccolo studio a NorthCumberland (Pennsylvania), chiamato Susquehanna Soundstudio, ed è stato un evento di due giorni con il tempo di registrazione superato di 15 ore! La nostra esperienza in studio è stata fantastica, abbiamo alloggiato nei pressi dello studio in un grande Hotel Motor Inn con piscina coperta ed un garden bar con piante e alberi tutto intorno, sembrava di essere all’aperto!
Per lo più, però, abbiamo bevuto consumando grandi quantità di alcol, sia in albergo che presso lo studio!

 

Quando il demo venne rilasciato, quali reazioni raccoglieste da critica e fans? “Draxxis” riuscì ad arrivare in Europa o rimase confinato agli States?

I nostri fans erano in estasi all’uscita del demo e dopo la release i nostri followers erano dieci volte più numerosi!
Se la demo è mai arrivata in Europa.. tutto quello che so è che un giorno stavo facendo un giro su Youtube ed ho digitato Draxxis, ho trovato un’immagine del nostro demo ed il brano era “Tides Of Destiny”!
Così, ho cercato e contattato l’uomo che aveva postato su YouTube e il suo nome è Sakis Olympia. Abbiamo parlato e mi ha spiegato che c’era una rivista che acquistava a cui veniva allegato un CD con nuove band (Nota di Kyriakos Kyriakou, boss di Lighten The Underground Records: probabilmente la rivista era il famoso True Metal Magazine, rivista ufficiale con distribuzione minore intorno al centro di Atene, non ho informazioni per dire se ci fosse un’ulteriore distribuzione; per un breve periodo che va dall’inizio alla metà degli ’00s, la rivista pubblicava materiale raro in via non ufficiale come compilation).
Sakis mi disse che i Draxxis facevano parte del CD con “Tides Of Destiny”, la canzone gli era piaciuta molto e l’aveva postata su YouTube! Ora è un buon amico ed è lui che mi ha spinto a cercare tutto quello che avevo dei Draxxis, creare il mio canale Youtube e pubblicare tutto da solo!

Nel 1990 la band si sciolse. Quali furono i motivi che vi spinsero a fermarvi? Sei ancora in contatto con i membri dei Draxxis?

La ragione principale dello split fu l’età, un fattore importante visto che la maggior parte dei membri aveva un posto di lavoro giornaliero, famiglia e figli: era diventato difficile equilibrare tutti gli impegni nel tempo libero che avevamo a disposizione.
Per quanto mi riguarda, non sono in contatto con gli altri membri dei Draxxis ad eccezione di mio fratello maggiore Bill.

Veniamo ai giorni nostri. “Draxxis” torna a circolare, in formato vinile, attraverso Lighten The Underground Records, una piccola e molto seria etichetta: vuoi raccontarci come siete arrivati in contatto?

Sì, dopo aver creato il mio canale Youtube ed avervi pubblicato tutto il materiale dei Draxxis che sono riuscito a trovare, ho cominciato a ricevere un sacco di ottime recensioni e commenti: sono stato contattato via Facebook: mi venne chiesto se ero il chitarrista originale dei Draxxis e se fossi interessato a concedere i diritti per la realizzazione di un album in vinile dei Draxxis (E ho risposto: “Assolutamente!”). Il grande uomo che mi ha contattato e reso possibile tutto questo non è altri che Kyriakos Kyriakou, che considero uno degli uomini più onesti, appassionati, rispettosi, con i piedi per terra e dedicati al lavoro che ho conosciuto! E anche un grande amico da una terra lontana!

Il vinile contiene sul lato A i brani della demo: la qualità di registrazione mi sembra piuttosto buona ed ho indicato, nella mia recensione, la vostra musica come “..US power metal dalla buona tecnica di fondo … per una miscela sonora che potrebbe ricordare i Queensrÿche d’inizio carriera ed i primi Metal Church, ed in cui ritrovo un certo retrogusto thrashy che mi ha rimandato ai Metallica di quel periodo.”. Sei d’accordo con la mia descrizione?

Sono assolutamente d’accordo con le tue parole, quelli sono gli elementi che hanno contribuito a formare il suono e lo stile dei Draxxis, quelli che ci hanno aiutato a creare il nostro sound personale ed a crescere come band.

Sul lato B avete incluso, come bonus track, quattro brani registrati live in studio nel 1987. La qualità audio è decisamente inferiore, ma le canzoni mi sembrano buone come le prime quattro. Vuoi raccontarci qualcosa di quelle sessioni di registrazione? Esistono altre canzoni inedite dei Draxxis?

Quelle quattro canzoni sono state registrate in un vecchio e sporco seminterrato scavato sotto la casa dei miei genitori, noi lo chiamammo “The Dungeon”!
Le canzoni sono state registrate su un vecchio registratore a bobine e, sì, sulle bobine vennero registrate sei canzoni, di cui quattro sono finite sul vinile. Kyriakos (il boss di Lighten The Underground Records N.d.R.) ha le altre due canzoni per un uso futuro: i titoli dei due brani sono “Fooling Yourself” e “You Can’t Kill A Dead Woman”.

Circolarono rumors per cui, quando i Draxxis fermarono le loro attività ed i fratelli Kuhta lasciarono la band, i restanti membri registrarono del materiale tuttora inedito. Se non sono solo voci, e dal momento che tu sei senza dubbio l’anima dei Draxxis, pensi che sarebbe possibile che quelle registrazioni possano essere pubblicate ufficialmente, ammesso che quei brani rispettino la visione musicale dei Draxxis?

Se qualche membro originale della band mi avesse contattato su questo argomento, probabilmente avrei dato il via libera ad ogni tentativo di rilasciare materiale a nome Draxxis anche se non eravamo coinvolti io o mio fratello: però, fino ad oggi, nessuno mi ha contattato! Per rispondere alla tua domanda: sì, è stata pubblicata un’audiocassetta, intitolata “The Book Of Life”, che non include nè il sottoscritto nè mio fratello!!

L’idea di riunire ancora una volta i vecchi membri per jammare e provare ancora insieme, come ti sembra? E’ ancora eccitante? Se ti venisse chiesto da un promoter di partecipare ad un festival ci faresti un serio pensiero?

Prenderei in considerazione la reunion con i membri originali della band per far rinascere i Draxxis ancora una volta, ho tentato questa opzione molte volte negli anni passati ma ogni tentativo è fallito.

Sul tuo canale YouTube possiamo vedere i Draxxis suonare alcune cover. Quali canzoni eravate soliti suonare? È vero che avete anche eseguito una versione molto particolare di “Rime Of The Ancient Mariner”?

Non credo che abbiamo mai eseguito “Rime Of The Ancient Mariner”, tuttavia abbiamo suonato sicuramente “The Trooper”, “Run To The Hills” e “22 Acacia Avenue”!

Ultima domanda prima dei saluti: ti sei mai chiesto come suonerebbero pezzi come “Misery” ed “Aggitator” registrati con le tecniche attuali? Hai mai preso in considerazione l’idea di ri-registrarli?

Personalmente non ho accesso a questo tipo di tecnologie attuali, ma prenderei in considerazione l’idea se, chi me lo chiedesse, avesse le competenze e le attrezzature necessarie.

Daniel, siamo arrivati alla fine della nostra breve intervista. Come di consueto, le ultime parole sono tue, chiudi come meglio credi questa intervista! Da parte mia ti ringrazio di cuore per la disponibilità!

Desidero ringraziarti per l’interesse verso la mia vecchia band, i Draxxis, e spero che tutti i lettori possano godere delle brevi risposte che ho dato alle domande che mi hai posto!
In secondo luogo, vorrei augurare a tutti voi e alle vostre famiglie il meglio in salute e prosperità, e che Dio vi benedica tutti!
E in terzo luogo, in chiusura, mi piacerebbe ringraziare tutti i metallari che apprezzano questo genere di musica, perché senza di loro l’heavy metal sarebbe perso!
Heavy Metal forever my friends!

 

ENGLISH VERSION

Hi Daniel, welcome on heavymetalwebzine.it!! First of all I would like to ask you how are you and, please, do you want to talk about yourself to Italian readers, in everyday life? Who are the artists who influenced you during your training period as musicians?

I am fine and yes I have no problem discussing of myself to Italian readers! The artist which were the most influential in inspiring us, as upcoming musicians were Black Sabbath, Savatage, Iron Maiden, Queenryche, Trouble,Metal Church, Anthrax & Judas Priest!

Draxxis was born in 1985. Would you tell to us about the foundation of the band? How to chose the band name? What do you remember about the first months of the band?

The foundation of the band was all on my shoulders, when we started being that, I was performing as the vocalist, the lead guitarist and the rhythm guitarist, until I finally decided to audition for a singer!
The name of the band came from a commercial on TV and it was for the Abbraxas foundation for youth and family services and a good friend of mine suggested me: ‘How about Draxxis for the band’s name?’
The first few months of the band formed together, was mostly dedicated to constantly practising and getting the feeling for each other, trying to come up with, and form our own original sound for the band!

Two years after the start of the band, Draxxis has a changed the lineup: the vocalist Melvin Shearer was replaced by Paul Revay. What are the reasons that Draxxis splitted from Melvin? How have you found Paul?

Melvin was a good vocalist, not a great one though and I just decided at that point, for the future of the band Draxxis to evolve, that we had better to ask Melvin to stepdown, so we auditioned Paul Revay as a vocalist, who was a very good friend of mine. We gave him a shot and he was voted into the band as the vocalist!

Did you play live often? What do you remember about the shows?

Yes, we played many outdoor concerts locally with many followers, we played Metal Militias and always the proceeds went to a charity of our choice! The shows that we did perform at, always turned out great, with an awesome attendance and all had a great time Rocking Out!

In 1989 you recorder your namesake demo. Ho did you choose the songs for it? Where did you recorded “Draxxis”? Do you want to tell us anything about studio’s experience?

All 5 members of the band sat down and voted for on the songs 4 songs to be selected for the making of the demo! The demo was recorded in a small studio in NorthCumberland (Pennsylvania), called Susquehanna Soundstudio, and it was a two days event with recording time in excess of 15hrs! Our studio experience was awesome, we stayed near the studio in the largest Hotel Motor Inn with indoor pool and garden bar with plants and trees all around like being outside!
Mostly though, we drank and consumed large quantities of alcohol at the hotel and at the studio!

When you released the demo, what comments have you collected from reviewers and from fans? Was “Draxxis” able to arrived in Europe or it stopped in USA?

Our fans were ecstatic with the demo release and made our following of fans 10 time more!
If the demo had ever arrived in Europe… all I know is I was just messing around one day on youtube and typed in Draxxis, and there it was a picture of our demo and the track was Tides of Destiny!
So, I looked up and contacted the man who had posted it to youtube and his name was Sakis Olympia. He got back to me and explained that there was a magazine he buys which comes with a cd inside with new and upcoming bands on it (Note by Kyriakos Kyriakou, owner of Lighten The Underground Records: this probably was the famous True Metal Magazine which used to exist as an official magazine with minor distribution around the center of Athens, if there was further distribution there is no aequate information to answer precisely, and within the short period from the early to mid ‘00s, and which magazine used to release unofficial rare stuff as cd compilations, along with the magazine issue release). He said (Sakis) that Draxxis was one of them and the one track on the CD was Tide of Destiny and he said he really liked the track and then proceeded to post it to youtube! He now is a very good friend of mine and he is the one who inspired me to find anything and everything I had left off Draxxis, and make my own youtube channel and posted it all myself!

In 1990 the band split up.Can you tell us the reasons about it? Are you also in contact with the other members of the band?

The main reason for the split up was that age was a big factor with most of the members having family and day jobs and children, and became hard to balance it all together in our available time.
As far as myself is concerned, I do not have contact with the other members except from my older brother, Bill.

We come to the present days. A vinyl version of “Draxxis” was printed by Lighten The Underground Records, a small and very serious label: do you want to tell us how have you come in contact with the label?

Yes, and after I had made my Youtube Channel and posted all Draxxis material I could find, I began to get lots of great reviews and remarks and then many years later I contacted via facebook if I was in fact the original guitarist of Draxxis and if I were then interested in giving the rights for the making of a vinyl album of Draxxis (And I responded: ‘ABSOLUTELY!’). The great man who contacted me and made all this possible is no other than Kyriakos Kyriakou which to me is considered to be one of the most honest, passionate, respectful, down to earth and very hard working dedicated man! And also a great friend from afar!

On the side A, the vinyl contains the songs from the demo: I think that the recording quality is good and, in my review, I have described your music like “.. US power metal played with good skills … a sonic mixture that might recall early Queensrÿche and early Metal Church, where I perceive a thrashy aftertaste that remember me Metallica of the end of the eighties.” Are you agree with my words?

I’m absolutely agree with your words and those attributes being the reason which contributed for the sound and style of Draxxis instilled, and which also contributed in making us create our own personal sound, growing as a band.

On the side B, you have included four songs recorded live in studio in 1987 like bonus tracks. I think that the audio quality (comparised to the the side A) is definitely lower, but the songs are good, like the first four songs. Would you like to tell us anything about those recordings sessions? Are there are other unreleased songs?

Those 4 songs were indeed recorded in an old dirt dug basement in My Mom’s and Dad’s House, that we called the Dungeon!
These songs were recorded on an old reel to reel recorder and, yes, there were actually 6 old basement recordings on those old reel to reels, of which only 4 were put onto the vinyl. Mr. Kyriakos has the other 2 songs, underwrap for future use, and the name of those 2 songs are ‘Fooling Yourself’ and ‘You Can’t Kill A Dead Woman’.

Rumours circulating that, when the band stopped its activity and brothers Kuhta left the band, the remaining original Draxxis members recorded some additional (still unreleased) stuff. If this is not just rumours, and since you are without doubt the soul of Draxxis, do you think that would it be ever possible those stuff to be officially released someday, provided of course that Draxxis music vision is still existing in those recordings?

If any original member of the band Draxxis would contact on this matter, I would probably give the go ahead with trying to release any Draxxis material that did not involve me or my brother!, But on this note to date no one has contacted me on this matter!, And to answer your question,yes there is another cassette tape released that did not include me or my brother which was called ‘The Book of life’!!!

The idea of the old members to reunite again alltogether to jam and rehearse again, how is this sounding to you? Is it still exciting? If you were asked by a promoter to participate in a festival (metal militia’s of course) would you think of it more seriously?

I would definitely consider reuniting with the original members of the band to rebirth Draxxis once again, but have tried this option many times years ago with many failed attempts.

In your youtube channel we can see Draxxis play some covers. Which are the songs you used to play? Is that true that you also performed Rime of the Ancient Mariner in a mindblowing version?

I do not believe we have ever performed “Rime Of The Ancient Mariner”, we did however perform for sure “The Trooper”, “Run To The Hills” and “22 Acacia Avenue”.

Last question before saying goodbye to you: have you ever think how could be songs like “Misery” and “Aggitator” if it could be recordered with actual technologies? Have you ever think to recorder them again?

I myself do not have access to these kind of techonologies but I would actually consider it if I were asked of me to consent to, by someone with these skills and equipment.

Daniel, now we are arrived at the end of our little interview. As usual on our webzine, the last words are yours, close this interview as you want! I want to thank you for your availability!

So now in closing I first would like to thank you as well for your interest in my old band Draxxis and hope all may enjoy the short answering to these questions that were asked by me for all your readers to delve in!
I secondly would like to wish you and your family the best of Health and Prosperity and may God Bless you all!
And third, in closing, I would love to thank you all the metalheads out there that appreciate this genre of music because without them all metal would fall!
‘Heavy Metal Forever my Friends!’

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *