Slider by IWEBIX

Kinetik – Critical Fallout (2017)

Pubblicato il 20/12/2017 da in Nuove uscite | 1 commento

Titolo: Critical Fallout
Autore: Kinetik
Genere: Thrash Metal
Anno: 2017
Voto: 8

Visualizzazioni post:1635

I Kinetik sono intollerabili, decisamente intollerabili. Escono quasi dal nulla, imbastiscono così sui due piedi un piccolo gioiellino di retro-thrash, ottimamente prodotto e decisamente suonato a livelli ben oltre la media, e ti spiattellano in faccia questo “Critical Fallout“, autoprodotto in una versione in CDr limitata a 50 copie (di cui sono fiero possessore di una di esse) per la promozione e la ricerca di una etichetta che sappia valorizzare un prodotto decisamente di spessore.
Il riferirsi a loro come usciti quasi dal nulla è un po’ infelice, c’è da ammetterlo, considerato che la band è nata nel 2011 e nel 2013 dava alle stampe la demo “Greed”, ma nella scena della nostra amata Penisola è sempre difficile ritagliarsi un piccolo spazio, anche quando la qualità presupporrebbe una spinta maggiore ed una conseguente visibilità. Ciò, sommato ad alcuni cambi di line-up, ha portato i Nostri ad uscire solo durante il 2017 con la prima release ufficiale.
Forse non vi sarà difficile fare paragoni coi sacri numi tutelari del genere, ma di certo la ricerca della personalità, a fronte di una originalità che non è fra i capisaldi attuali del thrash tout court, si lascia ben intravedere, e la cura nei dettagli e negli arrangiamenti aiuta ad uscire dallo stallo in cui si vengono a trovare molte, troppe band che decidono di adagiarsi sugli allori di cliché consolidati e ormai abusati.
L’album si dipana per 45 minuti e trovare momenti di calo è praticamente un’impresa ardua; i Kinetik non fanno mancare nulla, dalle sferzate violente a concreti e ben riusciti mid tempos (mai semplici da scolpirsi in testa, ma non vale per “Critical Fallout”), passando attraverso puri momenti shred, udibili sia durante le ottime partiture soliste che nella costruzioni degli stessi riff. La tecnica si sposa con la velocità, particolare non da poco, considerando che per molti altri casi la prima è accantonata in favore di una rabbia becera, la seconda non sempre presuppone anche cognizione di causa nell’ambito del genere proposto.
I Kinetik ripescano dalla demo “Greed” quattro degli undici brani presenti, ovvero “Greed”, “Revenge”, “Face Your Dark Side” e “Warped”, dimostrando che già in partenza la qualità era di casa nella loro verde Toscana. I numi tutelari sono di chiara matrice americana, Testament su tutti, con una predilezione verso quelle soluzioni dal flavour orientale che band come i già citati statunitensi ed i danesi Artillery hanno elevato a proprio leit motiv.
Dopo la breve intro a nome “Out Of The Shelter”, parte la mattanza con “Blood For Money”, che non può non ricordare gli amati Overkill ed Annihilator, band di cui i Nostri sono ugualmente debitori, che da subito mette in luce il grande lavoro in sede di arrangiamento, con riff che non si ripetono e riescono a tenere l’orecchio incollato per via dei continui cambi di scena memorabili. “Dystopia” non fa che ribadire il concetto, con le sue scale a velocità incredibili che guardano a quell’approccio technical che giovani e promettenti band come i Vektor hanno fatto proprio in questi ultimi anni, mentre “Greed” potrebbe benissimo far parte di una nuova uscita del buon Jeff Waters, probabilmente sarebbe anche più apprezzata delle ultime composizioni del funambolico chitarrista canadese… Ce n’è anche per i fans del despota rossocrinito Mustaine, con “Revenge” che sembra un medley a cavallo fra due capisaldi quali “Peace Sells…” e “Rust In Peace”. “Abyss Of Humanity” e “F.Y.D.S.” scorrono veloci sulla falsa riga delle precedenti composizioni e cedono la mano alla strumentale “Conspiracy Theory”, la quale nemmeno a farlo apposta ha il vago sentore hard ‘n heavy della “Frankestein” di overkilliana memoria (che, ad onore della cronaca, è una cover dell’Edgar Winter Group). “Warped” apre la strada alle conclusive e complesse “Fallout”, ricca di intrecci ed armonie sulla sei corde e con quell’alone oscuro tipico dei mai troppo osannati Coroner (dove anche il basso, comunque mai messo da parte ed autore di una prova sopraffina, trova lo spazio per un assolo), e “Eymerich”, coi suoi acustici arpeggi introduttivi pregni d’atmosfera e pathos, cui seguono prima una ragionata cavalcata, poi una spietata corsa che si svolge fino all’ultimo secondo.
Chiariamolo subito, potrebbe risultare necessario: i parallelismi con band note servono solo ad inquadrare meglio il sound dei Kinetik, di certo non a sminuirne l’entità e soprattutto la capacità compositiva, e sicuramente danno un’idea ben precisa del pregevole lavoro degli strumentisti che hanno realizzato questo fenomenale “Critical Fallout”.
In conclusione, questo è un album che merita d’essere stampato ufficialmente e promosso per il suo valore intrinseco, a fronte dell’ottimo lavoro svolto sotto tutti i punti di vista analizzabili, dalla qualità del songwriting, a quella della registrazione, transitando per il curato artwork ad opera di Cosimo Fabrizzi. I Kinetik meritano supporto: ogni amante del thrash metal, specialmente italico, che non si fossilizza esclusivamente sui lidi noti e consolidati di chi il genere l’ha forgiato, dovrebbe seguire la band e praticare l’arte del passaparola, in misura maggiore le giovani leve che riescono ancora ad emozionarsi e scaldarsi per una musica che forse ha già detto tutto, ma non smette di emozionare ed agitare le sue inarrestabili acque. Avanti tutta!

Tracklist:

01. Out Of The Shelter
02. Blood For Money
03. Dystopya
04. Greed
05. Revenge
06. Abyss Of Humanity
07. Face Your Dark Side
08. Conspiracy Theory
09. Warped
10. Fallout
11. Eyemerich

Line-up:

Roberto Grillo – Voce
Massimo Falciani – Chitarra
Alessio Corsi – Chitarra
Giacomo Pierotti – Basso
Niccolò Stumpo – Batteria

Facebook: http://www.facebook.com/kinetik.thrash

  1. Massimo says:

    Paolo grazie mille per la fantastica recensione!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.