07/06/2018 : Hardcore Superstar + Extrema (Arluno, MI)

Pubblicato il 12/06/2018 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:608

07/06/2018 : Hardcore Superstar + Extrema (Arluno, MI)

Quest’anno il Malt Music Festival si è aperto con una serata pirotecnica che ha visto alternarsi sul palco di Arluno due band storiche del metal, gli Extrema e gli Hardcore Superstar. Nonostante le condizioni meteo fossero proibitive, con nuvole minacciose in agguato sullo stadio, c’è stata un’ottima affluenza di pubblico, a dimostrazione del fatto che quando la musica chiama non c’è pioggia che tenga…

Tra una birra e un panino alla salamella, il tempo dell’attesa passa in fretta e verso le 21.30 si accendono le luci per Tommy Massara e soci; con gli Extrema ogni parola è superflua: hanno fatto la storia del metal italiano, attivi dal 1993, hanno sperimentato e  proposto un genere allora poco diffuso nel Belpaese, mescolandolo al rap e fregandosene persino delle critiche dei puristi e dei fans di vecchia data. In pochi possono vantare un curriculum come il loro perché sono arrivati dove nessuna band italiana era mai arrivata prima, aprendo per gente come Metallica, Slayer e Motorhead; sono sopravvissuti ai vari cambi di formazione e sono arrivati ai giorni nostri più cazzuti che mai, con una grinta da fare invidia ai metallari di primo pelo e così, a suon di riff taglienti e colpi di grancassa hanno ripercorso sul palco del Malt i 25 anni di carriera, riproponendo i grandi classici e due brani nuovi di zecca, “The Call” ed “Headbanging Forever”, che faranno parte dell’album in uscita nel prossimo autunno.

Setlist Extrema:

  1. Between the Lines
  2. Deep Infection
  3. New Disorder World
  4. Second Coming
  5. Selfishness
  6. The Call
  7. The Positive Pressure
  8. Pyre of Fire
  9. Money Talks
  10. Headbanging Forever
  11. From the 80’s
  12. This Toy
  13. Life

Il pubblico è ormai caldo al punto giusto, solo il tempo per il cambio strumenti ci divide dagli headliners della serata; nel backstage si sentono Jocke Berg che scalda la voce e Martin Sandvick che picchia sul basso.

Pronti e via, sotto una pioggia battente i Wild Boys di Goteborg fanno la loro apparizione accompagnati da un boato dei fans accalcati sulle transenne. Lo show si apre con “Kick On The Upper Class”, tratto da “Hardcore Superstar” del 2005, e si prosegue con “Electric Rider”, dal più recente “You Can’t Kill My Rock’n’Roll”, poi brani del passato cantati a pieni polmoni dallo stadio intero.

Jocke si muove in lungo e largo senza tregua, il gruppo è compatto e carico come sempre, in grado di coinvolgere come poche band sanno fare, ogni loro concerto è una gran festa, tanto che quando arriva “Last Call For Alcohol” invitano i fans più audaci a salire sul palco per un brindisi e per ballare gomito a gomito con i loro beniamini. Qualcuno riesce persino ad abbracciare Jocke che, per l’occasione, indossa una bandiera italiana sulle spalle: in Italia gli HCSS sono passati tante volte e qui si sentono come a casa, lo si capisce dalla passione e dall’energia con cui suonano.

Dopo i brani del nuovo album, “Bring The House Down” e “Have Mercy On Me”, Vic e Jocke eseguono in versione acustica la bellissima “Someone Special” del 1998: solo una pausa, perché subito dopo si riprende con i ritmi scatenati di “Baboon” e “Moonshine”, fino ad arrivare al cavallo di battaglia della band, la strafamosa “We Don’t Celebrate Sundays”. Non piove più, ma forti scariche elettriche uniscono gruppo e pubblico fino all’ultimo pezzo, “Above The Law”.

Giunta al terzo concerto degli svedesi, ogni volta me ne torno a casa convinta che l’energia di questi ragazzi invece di scemare vada aumentando di anno in anno, come un buon vino che migliora invecchiando, la simbiosi con i propri fans è totale.

Macchina organizzativa perfetta, clima gioioso e familiare da festa di paese, il Malt Music Festival si conferma tra gli eventi musicali più importanti e attesi dell’estate italiana.

Setlist  Hardcore Superstar:

  1. Kick on the Upper Class
  2. Electric Rider
  3. Dreamin’in a Casket
  4. My Good Reputation
  5. Liberation
  6. Touch the Sky
  7. Wild Boys
  8. Last Call for Alcohol
  9. Bring the House Down
  10. Have Mercy on Me
  11. Someone Special
  12. Baboon
  13. Moonshine
  14. We don’t Celebrate Sundays
  15. Above the Law

Di seguito altre foto della serata, tutte realizzate dalla nostra Stefania D’Egidio.

Extrema:

Hardcore Superstar:

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.