Lordi – Recordead Live – Sextourcism in Z7 (2019)

Titolo: Recordead Live – Sextourcism in Z7
Autore: Lordi
Genere: Hard Rock / Heavy Metal
Anno: 2019
Voto: 7

Visualizzazioni post:189

Dopo ben ventisette anni di storia musicale, arriva il momento di incidere un live album anche per i Lordi, i quali scelgono la neutralissima Svizzera per registrare il loro “Sextourcism” , ancora una volta puntuale nel gioco di parole che la band sceglie per promuovere i propri classici e, in particolare, il loro nono album studio dal titolo “Sexorcism”.
L’opening track del tour è proprio il brano omonimo, il quale trasmette subito un’ottima atmosfera a base di riffoni heavy e di cori demoniaci ben funzionanti, con un Mr. Lordi direi in ottima forma sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista dell’intrattenimento live.
Con sapiente arguzia la band spazia dai brani più recenti a classici del repertorio come la pluripremiata Would You Love a Monsterman? che non può deludere chi ama la musica della mostruosa band finlandese.
Curioso l’approccio ad un primo ascolto del disco poiché, immersi nella loro dimensione live, i Lordi presentano colori inevitabilmente più saturi di essenzialità e meno raffinati della loro controparte in studio, proponendo versioni efficacissime, ma anche più minimal, di brani come “Blood Red Sandman”, tanto per fare una citazione famosa.
Si denota pertanto un inevitabile dettaglio minore delle trame armoniche dei synth di Hella, i quali restano più caotici nel marasma dei riff granitici di Amen e delle legnate di Mana sulle pelli.
Una scaletta quella proposta davvero lunghissima (ben venti tracce!!!), la quale alterna momenti davvero ben riusciti come l’intensità live di brani come “Naked in My Cellar” o “Rock Police” che davvero fanno ben apprezzare il taglio della voce al vetriolo di Mr. Lordi, leader indiscusso della compagine scandinava, oltre che alle piccole varianti dei classici come “Devil Is A Loser” e “Hard Rock Hallelujah” che rendono tutto più reale e onesto.
Difetto importante del lavoro è una post produzione del disco che mi lascia un po’ interdetto per quanto riguarda la scelta non tanto dei suoni e dell’assortimento dei vari strumenti – sebbene come già citato le tastiere risentano un po’ della registrazione on stage – quanto dei volumi, dai quali avrei preteso molta più spinta senza dovermi costringere ad alzare e abbassare il volume a seconda del brano ascoltato.
Da possedere solo per gli amanti dei Lordi, curiosi tenetevi alla larga fino a quando non avrete ascoltato almeno qualche disco in studio (nel dubbio partite da “Get Heavy”).

Tracklist:

CD1
01 – Sexorcism
02 – Would You Love A Monsterman
03 – Missing Miss Charlene/House Of Ghosts
04 – Your Tongue’s Got The Cat
05 – Heaven Sent Hell OnEarth
06 – Mr. Killjoy
07 – Rock The Hell Outta You
08 – Blood Red Sandman
09 – It Snows In Hell
10 – She’s A Demon

CD2
11 – Slashion Model Girls
12 – Naked In My Cellar
13 – Rock Police
14 – Hug You Hardcore
15 – Evilyn
16 – The Riff
17 – Nailed By The Hammer Of Frankenstein
18 – Who’s Your Daddy
19 – Devil Is A Loser
20 – Hard Rock Hallelujah

Line up:

Mr Lordi – Vocals
Mr Amen – Guitars
Mr Ox – Bass
Mr Mana – Drums
Ms Hella – Keyboards

Sito ufficiale: http://www.lordi.fi
Facebook: https://it-it.facebook.com/LordiOfficial
Etichetta AFM Records – https://www.afm-records.de

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.