UNDER A SPELL – The Chosen One

Under A Spell - The Chosen One
Titolo: The Chosen One
Autore: Under A Spell
Genere: Heavy Metal
Anno: 2021
Voto: 5

Visualizzazioni post:198

Nuova formazione americana per la Pure Steel Records, gli Under A Spell dal Texas, una band relativamente recente, nata nel 2017 ed alla sua prima pubblicazione ufficiale (non si hanno notizie di precedenti demo o altro), anche se da una veloce occhiata alle foto promozionali si percepisce come non si sia al cospetto di una band di ragazzini da poco accostatisi al genere.

Non consapevole di ciò a prescindere prima di procedere alla disamina dell’album, chi riceve la promozione Pure Steel Records per Heavy Metal Webzine ha prontamente segnalato che chi effettua le veci di talent scout per conto dell’etichetta tedesca in terra statunitense risponde al nome di Bob Mitchell. Un nome che non torna nuovo, infatti parliamo dello storico cantante dei primi seminali Attacker, Sleepy Hollow e con all’attivo una collaborazione per l’ultimo album dei nostrani Savior From Anger; una persona di cui fidarsi in tema US Metal.

I texani non rispondono invero a canoni oggettivi di bellezza, e la prima fatica “The Chosen One“, fra l’altro rilasciata a fine 2019 in formato digitale ed in maniera indipendente dalla band, non è un bel disco. Certo, ci sono soluzioni musicali che soddisferanno l’incallito amante del genere US Power, ma risultano troppo deboli rispetto ad un complesso che ha ben poca sostanza a suo favore.

Ci perdoneranno gli Under A Spell, che avranno ormai inteso che la loro proposta risulta insufficiente a chi ha assunto l’onere di parlarne nel complesso, in particolare per l’impronta che fornisce il cantato di Pam Rosser. Il foglio di presentazione allegato al pacchetto promozionale digitale la descrive come “mezzo-soprano”, ma fondamentalmente quello che sentirete è lontano dalla descrizione fornita; una voce non particolarmente carismatica né davvero espressiva, che sembra cercare costantemente di permanere su una timbrica similare al falsetto, non vincente ed alla lunga fastidiosa. Se Pam Rosser cantasse in generale come nella intro del brano “Into The Dark“, ci sarebbero i presupposti per un cambio di visuale, ma essendo il resto tutto un goffo tentativo di impostare una prova vocale “sui generis”, l’obiettivo è mancato.

Ciò non toglie che anche l’impianto garantito dalla band sia in troppi frangenti traballante; la scelta di registrare evidentemente senza particolari aiuti esterni in termini di editing rende loro onore, ma una batteria che zoppica costantemente, chitarre non sempre in sincronia ed evidenti lacune in termini di esecuzione non fanno che peggiorare la situazione.

Ci sono troppe band senza nemmeno uno straccio di contratto con una etichetta anche piccola (che possa garantire giusto un minimo di promozione per il proprio nome, non si chiede di proiettare nessuno nelle alte sfere del metal mondiale…) per pensare che una band come gli Under A Spell possa davvero meritare il supporto di “professionisti dell’underground”, come ci piace configurare la Pure Steel. Rimandati, speriamo di essere smentiti con la prossima produzione, ma i presupposti non sembrano al momento delinearsi all’orizzonte.

Tracce:
01. Padurea Neagra
02. Voodoo Doll
03. Forever Done
04. Judgement
05. The Chosen One
06. Invitation To A Dark Sleep
07. Into The Dark
08. Cast A Spell
09. Atihad
10. Crushed By The Stones
11. My Dead Life

Formazione:
Pam Rosser – Voce
Jason Gully – Chitarra
Stergas Stockwell – Chitarra
Tom Rosser – Basso
Eric Smith – Batteria

Sito band: http://www.underaspellband.com/, https://www.facebook.com/underaspellband/
Sito Pure Steel Records: www.puresteel-records.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.