Bathory – La band che cambiò l’Heavy Metal – Fabio Rossi

Titolo: Bathory
Autore: Fabio Rossi
Nazione: Italia
Genere: Biografia
Anno: 2021
Etichetta: Officina di Hank
Voto dei lettori: 9.8/10
Please wait...

Visualizzazioni post:250

BathoryNuovo libro per Fabio Rossi, scrittore di Roma, che pubblica spesso per Officina di Hank degli ottimi libri. Dopo aver scritto di Prog, Rory Gallagher e gli ELP ecco che Fabio ci spiazza con un personaggio, ed un genere musicale, molto lontano dai suoi lavori precedenti.
Ma attenzione, ho scritto “un genere musicale”??? Qui siamo di fronte ad un Artista con la A maiuscola, che ha creato almeno tre generi differenti ed è stato di ispirazione per generazioni di musicisti: “Quorthon” pseudonimo di Börje Thomas Forsberg, fondatore bella band Bathory.

Il libro contiene sia elementi della vita dell’artista che numerosi stralci di brani (con relativi commenti e spiegazioni) per tutta la durata della produzione artistica. Si parte dagli esordi ed i primi ascolti musicali, si parla di fine anni ’70 con il punk e Oi!, e la creazione dei Bathory, i cambi di formazione e l’inserimento della band nella compilation dell’etichetta dove il padre lavorava. Ed ecco la fase black metal con l’album omonimo, The Return… e Under the Sign of Black Mark; Fabio ha impostato il libro con la formula “un album per capitolo”, resta quindi suddiviso chiaramente come se un ascoltatore iniziasse la scoperta della band e si lasciasse trasportare da una recensione approfondita.

Si scorre nei capitoli nella lettura per arrivare alla fase viking (la prima) con Blood Fire Death, Hammerheart e Twilight of the Gods, album che definiscono un nuovo modo di fare musica. Basta invece solo un capitolo per i successivi album solisti e la parentesi thrash, in effetti sia Requiem che Octagon, usciti tra il 1994 ed il 1995, non propongono niente di nuovo. Anzi c’è una sorta di ritorno a sonorità più dirette che non trovano riscontri da parte del pubblico. Ecco quindi il ritorno al viking con Blood on Ice e gli ultimi Nordland con le ultime pagine prima della fine: siamo a metà del 2004 e per i suoi problemi cardiaci Quorthon ci lascia, un vuoto incolmabile vista l’importanza di questo musicista: nessuno potrà mai immaginare cosa sarebbe uscito ancora dalla sua mente negli anni a seguire.

Dobbiamo ringraziare ancora Fabio per aver messo su carta la storia e le opere di un’artista straordinario, e grazie anche a quest’opera soprattutto i giovani potranno scoprire la sua musica e la sua vita. Bravo Fabio, un ottimo lavoro e un libro consigliato a tutti gli appassionati ed a quelli che vogliono scoprire qualcosa di più su un artista geniale; come si legge in copertina “La band che cambiò l’Heavy Metal”…

A concludere con un paio di pagine ecco una sorpresa: intervista pubblicata anni fa nell’articolo SIN CITIES – #4 ROMA a “Baffo Jorg“. Anche lui un personaggio leggendario (mancato nel Marzo 2012) che ha contribuito a portare al Frontiera, locale alle porte di Roma nord, artisti e musicisti del settore. Per ricordare un amico ed un grande appassionato di musica.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.