U. D. O. – Game Over

Titolo: Game Over
Autore: U. D. O.
Nazione: Germania
Genere: Heavy Metal
Anno: 2021
Etichetta: AFM Records

Formazione:

Udo Dirkschneider – Voce
Andrey Smirnov – Chitarra
Fabian Dee Dammers – Chitarra
Tilen Hudrap – Basso
Sven Dirkschneider – Batteria


Tracce:

01. Fear Detector
02. Holy Invaders
03. Prophecy
04. Empty Eyes
05. I See Red
06. Metal Never Dies
07. Kids And Guns
08. Like A Beast
09. Don’t Wanna Say Goodbye
10. Unbroken
11. Marching Tank
12. Thunder Road
13. Midnight Stranger
14. Speed Seeker
15. Time Control
16. Metal Damnation


Voto del redattore HMW: 8/10
Voto dei lettori: 9.8/10
Please wait...

Visualizzazioni post:230

Se c’è una figura emblematica di cosa sia l’heavy metal tedesco, quella è certamente Udo Dirkschneider. Il suo glorioso passato negli Accept è noto a tutti, ma la sua discografia solista (anche se U. D. O. è un vero e proprio gruppo) è spesso poco conosciuta e sottovalutata. A torto, a parere di chi scrive, dato che il signor Dirkschneider negli anni ha sfornato lavori di ottima fattura, tra cui Timebomb e No Limits, e anche con il nuovo Game Over dimostra di non aver perso né l’ugola né la capacità compositiva.

Il disco infatti è un concentrato di metal tradizionale roccioso, energico e costellato di melodie orecchiabili e di impatto. L’apripista “Fear Detector” si candida subito a diventare uno dei nuovi classici del gruppo, mentre il ritornello della terzinata “Thunder Road” si stampa in testa con facilità estrema. Gli echi dei primi Accept compaiono in “Prophecy” o in “Midnight Stranger”, il cui riff ricorda da vicino “Losing More Than You’ve ever Had”, quasi a voler ricordare con fierezza le origini musicali di Udo. E, nel piatto, c’è spazio anche per episodi di denuncia sociale, come “Kids and Guns” (un grido d’allarme contro il possesso di armi negli Stati Uniti).

Con più di quarant’anni di carriera, Udo non deve più dimostrare niente a nessuno, eppure non si adagia sugli allori ma compone un disco che potrebbe tranquillamente essere annoverato tra i migliori in campo heavy classico di questo 2021. Non possiamo fare altro che applaudire e ringraziarlo per questo nuovo capitolo, che certamente farà felici i fan e gli amanti del genere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.