MASSACRE – Resurgence

Titolo: Resurgence
Autore: Massacre
Nazione: USA
Genere: Death Metal
Anno: 2021
Etichetta: Nuclear Blast

Formazione:

Kam Lee – Voce
Rogga Johansson – Chitarra
Jonny Pettersson – Chitarra, Tastiere
Scott Fairfax – Chitarra
Mike Borders – Basso
Brynjar Helgetun – Batteria


Tracce:

01.   Eldritch Prophecy
02.   Ruins Of R’Lyeh
03.   Innsmouth Strain
04.   Whisperer In Darkness
05.   Book Of The Dead
06.   Into The Far-Off Void
07.   Servants Of Discord
08.   Fate Of The Elder Gods
09.   Spawn Of The Succubus
10.   Return Of The Corpse Grinder


Voto del redattore HMW: 7/10
Voto dei lettori: 7.0/10
Please wait...

Visualizzazioni post:111

Gradito ritorno quello dei floridiani Massacre, luminari del death metal locale e che, grazie alla Nuclear Blast, ci presentano il nuovo album, Resurgence, a sette anni di distanza dalla precedente uscita.

Sette anni dal precedente Back From Beyond che hanno visto un corposo cambio di formazione, che vede ora il solo cantante Kam Lee, vero portabandiera del gruppo, con il bassista degli inizi Mike Borders creare una formazione dalle forti tinte internazionali, aggiungendo ben tre chitarre con l’inglese Scott Fairfax (attivo in Memoriam, Benediction e altri) e gli svedesi Rogga Johansson e Jonny Pettersson. Chiude il cerchio scandinavo il norvegese Brynjar Hoff Helgetun alla batteria.

Questo Resurgence non cambia le carte in tavola nella proposta musicale della band floridiana (almeno di origine), presentando un death metal in stile inizio anni ’90, in cui il thrash degli Slayer si mischia all’embrione dei Death del compianto Chuck Schuldiner e in cui non si raggiungono mai velocità stratosferiche delle produzioni moderne ma la cattiveria la fa da padrona.
L’inserimento di due elementi svedesi alle chitarre fa risultare evidenti le influenze del vecchio continente nello stile tipicamente americano, in cui non si usano solo ritmiche pesantissime ma c’è un certo incastro tonale e, seppure con una certa semplicità, una ricerca melodica. Il vantaggio è che le canzoni risultano tutte con una propria anima musicale e non si perdono in un marasma di brutalità, come accade a volte in album del genere.

La violenza e la brutalità dell’album sono infatti in mano alla voce cavernosa di Kam Lee, che non lesina growl dall’inizio alla fine e i cui testi spaziano attraverso la bibliografia lovecraftiana, aiutato graficamente dall’artista Wes Benscoter (che ha firmato anche opere degli Slayer e dei Kreator).
“Eldritch Prophecy” apre l’abisso con un’introduzione atmosferica (quasi sinfonica) che si apre su un uptempo vecchio stile, tratto che sarà poi mantenuto per tutto il disco. Il riffing delle chitarre è serrato e, come detto poco fa, queste si aprono a parti più anthemiche, che faranno facilmente presa sul palco.

“Ruins Of R’lyeh” rallenta in parte la ritmica risultando però più serrata e compatta; nella parte centrale i richiami agli Slayer di Reign In Blood sono evidenti. Più aggressiva ancora la successiva “The Innsmouth Strain”, mentre “The Whisperer In The Darkness” offre continue alternanze di parti in doppia cassa e chitarre alla svedese che ben si amalgamano allo stile americano. “Book Of The Dead” spicca per la sua pesantezza nel giro iniziale, aprendosi poi su lidi più vicini al death classico dei Cannibal Corpse (senza però mutuarne la brutalità).
Nel resto del disco spicca “Spawn Of The Succubus”, per l’attitudine thrash appesantita dal growl aggressivo di Lee.

Chiudiamo dicendo che, sebbene musicalmente si stia parlando di death metal di vecchia scuola, improntato ad un approccio anni ’80/’90, la produzione è degna di nota, regalando un lavoro preciso, pulito e aggressivo allo stesso tempo. Accreditati per la produzione sono lo storico fonico svedese Dan Swanö e il chitarrista Pettersson, che lavora con Swanö stesso.
Un lavoro di tutto rispetto, che non aggiunge nulla di nuovo alla scarna discografia dei Massacre ma anche incensa ed elogia ciò che fu il death metal alle sue origini. E lo fa bene.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.