BLACK MASK – Queen Of The Beasts

Titolo: Queen Of The Beasts
Autore: Black Mask
Nazione: Messico
Genere: Heavy Metal
Anno: 2022
Etichetta: Underground Power Records

Formazione:

Liz “Riot” Javier: voce
Isaac A. Wild: chitarra
Andy Slaughter: chitarra
Philthy Lynott: basso
Omar Caballero: batteria


Tracce:

01. The March
02. Queen Of The Beasts
03. Spikes And Chains
04. La Batalla
05. Lightning Knight
06. Dagon
07. Warriors Of The Night
08. Ancient Times


Voto del redattore HMW: 7/10
Voto dei lettori: 6.5/10
Please wait...

Visualizzazioni post:129

Compiono il passo del fatidico primo album anche i messicani Black Mask, quintetto che si era fatto notare attraverso i quattro brani contenuti nel demo Warriors Of The Night, uscito prima in cassetta per la loro connazionale Lastwarriorrecords e successivamente stampato in CD dalla Underground Power Records.

Intitolato Queen Of The Beasts, ll disco d’esordio del gruppo di Città Del Messico vede rinnovato il legame con l’etichetta tedesca, che lo ha pubblicato in CD e ne ha già annunciato una stampa in vinile entro fine anno: autoprodotto dalla band, l’album si compone di otto brani (come da titolo, “The March” è una intro dai toni marziali) di un heavy metal grintoso, trascinante e privo di fronzoli, dove si possono percepire le influenze eighties dichiarate dagli stessi Black Mask, ovvero gruppi quali Original Sin ed Acid, a cui aggiungerei pure gli Hellion.

Volendoli posizionare in un girone musicale con gruppi temporalmente più vicini, i primi nomi che mi vengono in mente sono Kramp, Leather Witch, The Unholy ed i primi Sign Of The Jackal, formazioni il cui energico heavy metal viene impreziosito dalle vocal melodiche e graffianti di brave cantanti come Mina Walkure e Sara Steel, e devo dire che Liz “Riot” Javier non è certo da meno rispetto alle sue colleghe, risultando tra i valori aggiunti di questo Queen Of The Beasts.

Un disco che straborda di passione, suonato con il cuore da amanti del genere per amanti del genere: un album destinato ad una fetta ben precisa di ascoltatori, che saranno sicuramente soddisfatti da pezzi come la robusta “Lightning Knight”, l’anthemica “Warriors Of The Night” (entrambe presenti nel già citato demo) e la poderosa e massiccia “Dagon”. A mio gusto, i Black Mask ci offrono il meglio quando premono sull’acceleratore, generando canzoni dal tiro micidiale come “Queen Of The Beasts”, la conclusiva “Ancient Times” e “La Batalla”, pezzo d’assalto dai testi in spagnolo!

Nel complesso, i Black Mask compiono un valido passo d’esordio con Queen Of The Beasts: un disco divertente ed energico, genuino e sincero, che ben evidenzia le capacità del gruppo messicano di scrivere buoni brani ed eseguirli di conseguenza. Come già detto, Queen Of The Beasts è un lavoro valido e solido, indirizzato ai cultori di queste sonorità metalliche: a me è piaciuto e vi invito a concedere una possibilità ai bravi Black Mask!

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.