BERGFRIED – Romantik I

Titolo: Romantik I
Autore: Bergfried
Nazione: Francia
Genere: Romantic Medieval Metal
Anno: 2022
Etichetta: indipendente

Formazione:

Erech Leleth: tutti gli strumenti
Anne de Savoy: tutte le voci


Tracce:

01. Hungry Hearts 04:24
02. The Battle 03:53
03. War-Torn Lovers 05:00
04. Oh Lord 02:10

totale: 15:29 min.


Voto del redattore HMW: 7,5/10
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:81

I Bergfried sono il progetto ideato e guidato dall’eclettico polistrumentista Erech Leleth, in arte Erech III Of Lorraine. Al suo fianco si trova la cantante Anna de Savoy, autrice di un’ottima prova in quanto ad esecuzione su ognuna delle quattro tracce dell’EP d’esordio del progetto romantic medieval metalRomantik I.

Le tematiche risultano chiare già dai titoli, calzanti rispetto ad un immaginario classico dell’epica cavalleresca del quale i brani sono una rappresentazione in musica. Ci si trova dunque davanti a pezzi come “Hungry Hearts“, sorretto dalla presenza di un flauto a guidare l’incedere variegato del brano, nel quale è possibile identificare differenti approcci stilistici ben collegati nella creazione una struttura che nel suo centro lascia spazio ad un assolo dello stesso flauto (campionato) menzionato in precedenza.

Dalla seguente “The Battle” in poi, carica e galoppante, la convincente voce di Anne si conquista maggiore spazio. Dopo un assolo di chitarra lanciato sopra un giro una chitarra vicino a certe sonorità morriconiane, arriva il momento di una guerreggiante chiusura culminante in un coro della brava cantante.

Il brano più prettamente heavy metal è “War-Torn Lovers“, con al centro un’altra convincente prova vocale a narrare come la guerra possa piegare due amanti. Proprio questo concetto si evince da un passaggio di chitarra sferzante che spezza l’armonia creatasi fino a quel punto. Ottima la sezione d’organo che introduce il tema sul quale si innalzano ancora alcuni sentiti versi di Anne.

Oh Lord” chiude il disco con una ballata che rimanda ad un certo folk inglese, manifestato in maniera contemporanea qualche decennio fa dai The Pogues.

Romantik I è un prodotto interessante che poggia su alcune buone intuizioni e non risulta mai ripetitivo, anche dopo alcuni ascolti. Naturalmente il formato a quattro canzoni tracce è particolarmente scorrevole in quanto a durata, quindi attendiamo di poter avere conferma delle buone impressioni con un’opera di maggior spessore. Magari scoprendo anche qualcosa in più sui due musicisti coinvolti nel progetto, attualmente senza foto disponibili in rete per specifica scelta artistica…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.