Slider by IWEBIX

Kurnalcool

Pubblicato il 17/01/2011 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:289

Intervista Kurnalcool

Ma si potrà mai fare un’intervista seria ai Kurnalcool? Noi ci abbiamo provato, ce l’avevamo quasi fatta, ma ogni risposta è come una tazza de Vì e dopo un po’ ci siamo arresi… A voi questa gradevole chiacchierata e… salute!

Ciao ragazzi e benvenuti sulle pagine di EP! Come ho sottolineato in sede di rece secondo me voi non vedevate l’ora di arrivare al sesto album per poterlo chiamare “VI”, dico bene?

(Ricky Tyger Big White): Ma guarda, abbiamo anche fatto passare un bootleg dal vivo acustico (tra l’altro introvabile) per album ufficiale, tutto in modo che questo fosse il sesto e si chiamasse VI’. E’ una vita che pensiamo a sta roba.

“VI” è un album lunghissimo ma ha anche avuto tempi di attesa lunghissimi (sono passati sette anni dal precedente “Takki A Beve”), come mai? Non avete mai pensato di realizzare un album più breve ma che uscisse prima?

(Ricky Tyger Big White): Prima di tutto c’è stato un grosso cambiamento di formazione, “Takki A Beve” anche se è suonato dalla formazione attuale è stato concepito nei primi anni 2000, quando ancora la sezione ritmica era quella originale. Quindi c’è voluto un pò di tempo per amalgamare i vecchi con i nuovi componenti, e soprattutto c’è una differenza di base nello stile musicale, le idee erano tante e volevamo fare un buon lavoro.
Poi ormai tutti i grandi gruppi tra un disco e l’altro fanno passare almeno 5 anni…

A quando risalgono pressapoco le canzoni di “VI”? Mi pare che ce ne siano anche di molto vecchie e un paio ripescate dai vecchi demo.

(Ricky Tyger Big White): “Metal Vernaccia” e “I Wanna Tazz” sono delle Guerre Puniche, 1986/87 mi sembra.
Abbiamo pensato di ripescarle anche perchè i demo sono ormai inascoltabili e poi dal vivo le facciamo spesso.
Le altre vanno tutte dal 2006 in poi, quando abbiamo iniziato a scrivere i nuovi testi. Qualcuna è venuta fuori addirittura in studio, in fase di registrazione.

Intervista Kurnalcool

Tra i temi trattati nel nuovo album ci sono il lavoro, la fatica, i pregiudizi verso i metallari e il dispiacere verso la direzione che sta prendendo il mondo. Non starete diventando troppo seri? Mica ci vorrete far usare il cervello?

(John Big George): È l’età e la consapevolezza che tanto non c’è un cazzo da fa….

Quali sono i nuovi brani che suonate in sede live e come vengono accolti?

(John Big George): Mah, cerchiamo di farli tutti a rotazione, credo che “Vì”, “Propellente”, “Kurnakkiò” e “Reperibilità” siano le migliori.

Quali sono invece i brani storici che vi piace di più suonare?

(John Big George): Personalmente “Fuckin Beverò” e “Nonna D’Acqua”….

Voi Kurnalcool suonate ovunque: alle feste della birra, alle feste sportive (ricordo rugby e pedalate ciclistiche), sagre paesane, serate heavy metal, serate benefiche. Come fate ad essere apprezzati in ogni contesto laddove invece il Metallo pare sia un po’ ostacolato fuori dai concerti esclusivamente dedicati?

(John Big George): Perchè non siamo un gruppo metal come i Def Leppard, siamo trasversali e poi ognuno di noi è iscritto a qualcosa, uno gioca a rugby, uno va in bici, uno organizza serate benefiche, uno è metallaro, uno organizza sagre paesane e così via così sono tutti costretti a chiamarci e ad apprezzarci a causa di quello di noi che è all interno dell’associazione, ah ovviamente il piu felice è quello che è nei comitati feste della birra….

Intervista Kurnalcool

Ho sempre apprezzato la scena marchigiana, composta da tante validissime band come voi, i Gunfire, i Battle Ram, i Centvrion, gli Infernal Poetry, gli Scala Mercalli. Anche il primo nucleo dei Death SS è marchigiano. Qual’è il segreto di questa “regione con le borchie”? il vì?

(John Big George): Non so, per quello che ci riguarda il segreto è la raffineria Api che insieme al Campari ci ha modificati geneticamente. Ricorderei anche i Revenge, grande gruppo pesarese anni’ 80 e ’90.

Tornando all’album troviamo delle cover (in versione Kurnalcool) di Riot, Thin Lizzy, Judas Priest, Twisted Sister, tutti gruppi storici e datati. Cosa ascoltate nella vita di tutti i giorni? Solo heavy metal e solo d’annata (come il vì)?

(John Big George): Mhhh domanda personale, io ascolto solo AOR, metal classico ed Umberto Tozzi, il più grande cantante AOR italiano, ah anche i Pooh tardo anni ’70 inizio ’80, la cui maglietta si appoggia sulla mia pancia spesso durante i nostri show.

Qualche mese fa è uscito il video di “Reperibilità”, che mi pare racconti la storia di uno di voi (forse lo stesso Big George?). Avete in mente nuovi video?

(JayJay): Per il momento no… quello è stato un esperimento e devo dire neanche nostro perchè era lo stesso regista che doveva sperimentare sè stesso e la propria abilità riguardo la cosa! Comunque si racconta di uno di noi, non Big George ma Ricky e delle sue peripezie al lavoro, è stata un’esperienza molto divertente e se ne dovesse ricapitare l’occasione la rifaremmo molto volentieri!!

Intervista Kurnalcool

Suonate in giro da un sacco di anni. Quali sono stati i momenti più belli in sede live?

(JayJay): Personalmente suono oramai da sette anni con loro assieme a Max e Andreas, te ne potrei raccontare tante ma il momento più bello è stato quello del ventesimo anniversario davanti a 3000 persone, con tutti i membri che hanno fatto parte della band fino ad ora come ospiti, dunque 20 persone e più!!! Avevamo il bar con il barista personale sul palco!! Alla fine delle due ore e mezza dello show c’era una cappa di alcool allucinante…eheh…un’esperienza indimenticabile!!!

E non dimentichiamo che il 2011 sarà il 25esimo anno dalla fondazione dei Kurnalcool! Cosa avete in mente per il vostro giubileo?

(JayJay): So che Big George sta scrivendo la biografia, solamente che è un po’ indietro, ma chissà che l’inverno non porti consiglio!! Poi avevamo in mente anche un dvd con materiale inedito degli anni ’80 e i backstage ma per il momento è solo un’idea, staremo a vedere!

Chiudiamo la parte seria dell’intervista con un’iniziativa benefica alla quale vi siete prestati recentemente assieme alla SG Records, che ha riunito tredici tra le migliori metal band metal marchigiane (Battle Ram, Bothers, Centvrion, Deliverance, GunFire, Ibridoma, Infernal Poetry, Kurnalcool, Resurrecturis, Scala Mercalli, Sybilla, Sun King, T-Odio), supportate da Morby dei Domine e Tommy Massara degli Extrema per registrare la cover di “Stars”, brano che vide coinvolti all’epoca tantissimi musicisti con intento benefico. Con la scomparsa di Ronnie James Dio questo evento è stato dedicato a lui e tutti i proventi del progetto saranno destinati ad un ospedale che si occupa di oncologia pediatrica.
Come è stata questa partecipazione e che ricordo avete di R.J. Dio?

(John Big George): Partecipare è stato divertente anche se in tutta sinceritá non eravamo coinvolti al 100% nel progetto, personalmente mi è servito per conoscere meglio alcuni gruppi di cui avevo solo sentito parlare o ascoltato qualcosa. Dio è stato un grande cantante, specie nei Rainbow ma nei Sabbath io ho sempre tifato per Ozzy….

Intervista Kurnalcool

Ma ecco che all’improvviso il nostro irreprensibile caporedattore accusa l’alcool scaturito dalla conversazione, la bocca si impasta, lo sguardo si annebbia, l’equilibrio vacilla e comincia una parte di intervista non proprio come tutte le altre:

Ma come vi è venuto in mente di suonare con due batterie?

(Ricky Tyger Big White): Le due batterie ci sono sempre state fin dall’inizio, Andy Silver e Bob Farusi erano (e sono) due nostri grandi amici, ed escluderne uno dal gruppo era praticamente impossibile.
E’ diventato un po’ il nostro marchio di fabbrica e con la nuova formazione non potevamo fare a meno di Max Vortex nè di JJ Guasto. Comunque la prima formazione era composta da cinque cantanti, sta cosa però non siamo riuscita a portarla avanti……

Per le strade di Ancona vi riconoscono? Alcuni di voi sono inconfondibili, ci è giunta voce che Ricky Tiger giri per la città con gli occhiali da saldatore come quando è sul palco…

(Ricky Tyger Big White): Certo che ci riconoscono, siamo famosissimi in zona. Per quanto mi riguarda è più facile che mi riconosca il figlio di un mio coetaneo che un mio coetaneo. I nostri fans hanno un’età media di 14 anni. E ancora non si riesce a capire il motivo. Boh, forse sembriamo dei cartoni animati (?). Con gli occhiali da saldatore non ricordo di esserci mai andato in giro, è già impegnativo averli sul palco.
Non sai i danni che faccio, sbatto dappertutto, ma la cosa interessante è che anche quando capita che sul palco si beve poco, con quelli addosso sembra di essere già un pezzo avanti con la sbornia.

I Battle Ram sono di Ascoli: quando vi incontrate sono sempre botte?

(Max Vortex): Le botte se le danne i fissati de pallò, a noi ce interessa il Rokke en Rolle.

Intervista Kurnalcool

E a proposito di Vì, ve l’avevo già chiesto all’epoca del nostro Jolly Roger EP Fest ma quell’intervista è rimasta solo cartacea, oltretutto potreste avere idee diverse: qual è il vì più buono d’Italia (e quindi del mondo)?

(Max Vortex): Rosso Conero e Verdicchio de Jèssi……….un pò de campanilismo.

Qual è invece il vostro alcolico preferito in senso assoluto?

(Max Vortex): Dal ritorno dalla Rep.Ceca me sò portato dietro la Slivovice… (Bona un bel pò!!!… 45% de prugne distillate e 45 kg de merda dopo 5 sorsi!).
Te distilla dalla trachea all’alluce. E se pensi alle ceche te svota pure i coglioni!! Est Rulez!!!  :))))))))

Come sono messi i vostri punti sulla patente? Ne avete ancora 20, sommando quelli di tutti e sette?

(JayJay): Ah io sto messo male, sì e no ce n’avrò 10, ma anche Ricky me sà, dato che a me l han ritirata una volta e a lui due. Ora io tento sempre di trovà un autista, lui invece s’è comprato il camper! Che classe…

Ok, torniamo seri (ma quando mai?) per i saluti finali! A voi l’ultima parola, da parte nostra di EP un grande ringraziamento per la vostra disponibilità, incontrarvi dal vivo è sempre un piacere, sia per lo spettacolo sul palco sia per la simpatia fuori!

(JayJay): Vi ringraziamo tantissimo per questa intervista, è sempre un piacere anche per noi e ricordiamo a tutti i nostri fan che il nostro nuovo cd “VI'” lo troveranno anche in vendita su ebay!
Stazz em all!!!

Sito (non) ufficiale: www.unofficialkurnalcool.com
Myspace: www.myspace.com/kurnalcoolvimetal
Recensione di “VI” su EP qui

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *