Slider by IWEBIX

The Sirens (Anneke Van Giersbergene, Liv Kristine, Kari Rueslatten)

Pubblicato il 10/11/2014 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:733

The Sirens logo

Una ghiotta occasione ci ha portati a realizzare un’intervista particolare e speciale. Non capita tutti i giorni di avere una promozione non per un singolo artista o per un nuovo disco, ma per un tour piuttosto originale e speciale. Tre pioniere del metal al femminile hanno deciso di gestire un tour assieme grazie ad un’esperienza ventennale nella musica metal e di far sentire le loro dolci ugole in giro per l’Europa. Purtroppo per il momento manca la possibilità di avere date in Italia, ma c’è una promessa lasciata in sospeso di poter vedere ANNEKE VAN GIERSBERGEN, LIV KRISTINE e KARI RUESLATTEN assieme su un palco. Donne ormai emancipate e indipendenti dai loro gruppi originari, che cercano di realizzare dischi personali con la tecnica e l’esperienza maturata in tanti anni in giro per il mondo a contatto con personaggi di grande caratura. E il fato vuole che proprio nel giorno del mio compleanno mi trovi a gestire ben tre donne nordeuropee in presa diretta via Skype: Anneke dall’Olanda, Liv dalla Germania e Kari dalla Norvegia. Ognuna in veste casalinga, la prima con i figli, la seconda con in braccio il suo cagnolino e la terza nel suo studio. L’intervista assume da subito un’atmosfera giocosa e divertente, con tanto di “Happy Birthday”. Un bel modo per cominciare. Vediamo allora qualche piccola domanda sul tour e chiediamo altre informazioni sui progetti personali delle ragazze, che si sono dimostrate (neanche a dirlo) ampiamente disponibili.

SIRENS-300x236

ABOUT TOUR

Com’è nato questo tour e questa collaborazione per The Sirens? Chi ha avuto questa idea e com’è stato pianificato il tour?

Liv: Era più che altro una questione di tempo e luogo per riuscire ad essere assieme. Per me personalmente era un desiderio vero e proprio quello di tornare sul palco con le ragazze, e quando ho incontrato Anneke in Olanda con la band ne abbiamo parlato. Abbiamo già pronta qualche sorpresa e stiamo lavorando sulle setlist per il concerto. Sarà sicuramente magico.

Ci sono diverse date europee, ma non ancora in Italia. Possiamo sperare in una vostra partecipazione nel nostro Paese? Ci sono altre date in previsione?

Anneke: per ora avremo una settimana di tour e poi torneremo alle nostre famiglie. Speriamo di suonare nuovamente in dicembre e avere naturalmente la possibilità di passare anche per la vostra “bella Italia”!

Di che tipo di sorpresa si sta parlando? Cosa avete in mente?

Kari: abbiamo realizzato un brano che potremo cantare assieme in tour e abbiamo già registrato. Dovrebbe essere in rete ormai…

The Sirens 1

LIV KRISTINE ESPENAES KRULL

Ciao Liv, hai un nuovo album in uscita. Cosa puoi dirmi in breve del tuo ultimo disco “Vervain”?

Abbiamo iniziato la produzione due anni fa presso i Mastersound Studios. La mia idea principale era quella di tornare alle origini, alle radici, dopo aver raccolto tutte le influenze e le esperienze di vent’anni di musica. Ho portato tutto in produzione, abbiamo aggiunto le chitarre e ho lavorato a registrazioni e produzioni assieme al mio chitarrista. Sono molto soddisfatta del suo operato. I testi e le musiche sono ispirati alla poesia. Siamo usciti con lavori del calibro di Shakespeare, Frost, Allan Poe. Molte cose mi hanno dato grandi sensazioni ed emozioni! Ormai siamo pronti all’uscita del disco…

Quanto è diverso il tuo progetto personale dai Leaves’ Eyes?

I Leaves’ Eyes fondamentalmente sono orientati alla mitologia vichinga e cercano le radici nel mio luogo di nascita: Stavanger, in Norvegia, dove sono nata e cresciuta. Ogni volta che vado a trovare la mia famiglia riesco a cogliere ispirazioni per i brani e i testi. Nel mio progetto mi sono più ispirata dal classico, metal naturalmente. Mi piace cercare di conciliare due cose così diverse e la mia famiglia mi è vicina e mi sostiene. E’ importante nella vita quando hai una mente e un animo iperattivi.

Appunto… la famiglia! Quanto è difficile conciliare due gruppi, la famiglia, essere mamma?

Sono campionessa mondiale di organizzazione! Tutto prende le mie forze e mi assorbe completamente. Fortunatamente il mio partner mi capisce, avendo anche lui una vita analoga. Non è solo un lavoro, ma gran parte della mia vita e il supporto di famiglia e amici in questo caso gioca un ruolo fondamentale.

The Sirens 2

ANNEKE VAN GIERSBERGEN

Ciao Anneke! Hai avuto occasione di lavorare con menti brillanti come Daniel Cavanagh e Devin Townsend. Come ti sei trovata a rapportarti con persone così diverse?

E’ stato fantastico. Sono persone straordinarie e grandi musicisti. Ho avuto occasione di imparare molto da loro, sia vocalmente che musicalmente. Mi hanno arricchito molto e siamo grandi amici. E’ bello avere queste opportunità, perchè professionalmente parlando ti aprono la mente.

Hai realizzato lo scorso anno il tuo disco, “Drive”, e di conseguenza hai cominciato ad andare in tour moltissimo. Com’è il riscontro dei fans da quando sei uscita dai The Gathering?

Assolutamente ottimo. Sono felice di dirti che sono cresciuta e mi sono mossa in molte altre direzioni dopo i The Gathering. Molte persone erano convinte che sarei tornata a fare musica con loro, ma mi sono costruita una nuova schiera di fan che mi seguono e questo mi fa sentire molto bene. Inoltre ci sono riuscita da sola, senza management e senza vari problemi. Ciò mi rende sicuramente realizzata.

Ti senti ancora di appartenere alla scena metal o in qualche modo pensi di esserne uscita? Ci sono ancora molti metallari che seguono il tuo percorso.

Ad essere sincera mi sento ancora dentro. Certo realizzo brani più pop, rock, ma c’è sempre una vena metal che ancora mi appartiene. Mi piace realizzare dei dischi che abbiano una radice metal, ma siano un genere più leggero. Collaboro con molti artisti, come puoi vedere, e ascolto molta musica metal. Mi fa stare bene.

KARI RUESLATTEN

Ciao Kari! Tu invece sei fuori con il disco “Time To Tell”. Tempo per dire cosa esattamente, e come e perchè sei tornata dopo nove anni alla musica?

Penso che siano successe tante cose. Questo ritorno era in cantiere da molto tempo. Anneke è stata fondamentale nello spingermi a tornare. Ero fuori dalla scena, ma sono sempre stata collegata alla musica. Lo vedo come un processo naturale e normale. Quindi questo è il tempo per dire tutto quello che non ho detto in questi nove anni.

Hai celebrato anche tu vent’anni di carriera musicale. Come ti senti ad aver raggiunto certi livelli artistici e quali sono i successi più grandi per te?

Oh… buona domanda. Penso che aver avuto molte collaborazioni sia uno dei più grandi obbiettivi raggiunti: avere a che fare con gente che è totalmente dentro la musica come me. Ho avuto modo di programmare il disco e produrlo da sola e questo non era possibile all’inizio della carriera. E’ un po’ un viaggio che necessitavo di fare da sola dopo così tanti anni con le etichette.

Qual è il tuo più bel ricordo di questi vent’anni musicali?

Penso che sia legato proprio al mio ritorno: moltissime persone mi hanno cercato sui social network, su Facebook, e mi hanno posto domande, raccontato esperienze, fatta sentire apprezzata per quello che è sempre stato il mio lavoro per la musica. Persone che mi hanno stimata e continuano a farmi sentire il loro affetto tuttora.

The Sirens 3

THE SIRENS in concert 2014

Date passate:

14.10.2014 DE Bonn, Harmonie
15.10.2014 FR Colmar, Le Grillen
16.10.2014 UK London, Proud
18.10.2014 BE Wieze, Metal Female Voices Fest
19.10.2014 NL Oss, De Groene Engel

Date future:

17.12.2014 NL Zoetermeer, Boerderij
18.12.2014 DE Jena, F-Haus
19.12.2014 DE Nagold, Alte Seminarturnhalle
20.12.2014 FR Paris, Divan Du Monde

https://www.facebook.com/thesirenspage

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *