Slider by IWEBIX

Katatonia – The Fall Of Hearts (2016)

Pubblicato il 14/06/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: The Fall Of Hearts
Autore: Katatonia
Genere: Gothic / Progressive Metal
Anno: 2016
Voto: 8

Visualizzazioni post:272

“The Fall Of Hearts” è il decimo album in studio degli svedesi Katatonia, tra le cui fila troviamo sempre i membri fondatori Jonas Renske e Anders Nystroem, mentre per la prima volta in fase di registrazione sono stati partecipi anche le new entry Daniel Moilanen e Roger Ojersson.
In copertina si vede in lontananza un alberello spoglio, radicato su una distesa desolata di terreno argilloso e immerso in una foschia non completamente succube delle tenebre ma grigiastra, come se all’improvviso si potesse aprire utopicamente un qualche spiraglio. Opera dell’immancabile Travis Smith, ci piace romanticamente pensare che l’immagine possa rappresentare quelle distanze, attese e libertà decantate nel disco: sentimenti e sensazioni che turbano e allettano i cuori, tra riprese e cadute.
In questa cornice, il punto musicalmente focale di questo ultimo lavoro, che lo rende così notevole, è il continuo alternarsi di ritmiche: strutture melodiche articolate vengono sospese da intermezzi gotico-malinconici.
Il tutto è sostenuto dalla voce suadente di Jonas che non accenna mai a vocalizzi virtuosi o urla disperate in chiave growl come fanno solitamente altri colleghi nel genere. Come se seguisse una linea piana e continua, accompagna l’ascoltatore per tutti i dodici brani, valorizzando ed enfatizzando le atmosfere, scandendo lentamente le parole dei testi, così poetici ed ermetici.
I Katatonia sono in grado di passare quindi dalla sognante “Takeover”, brano di apertura di ben sette minuti e passa dal retrogusto doom, a ritmi serrati in puro stile prog della successiva “Serein” a una vera e propria ballad decadente come “Decima”.
“Residual” e “Serac” dall’intro più heavy del disco, continuano con un climax e un’evoluzione strumentale tale che potrebbero convincere anche come brani a sé stanti. “Shifts” e “Pale Flag” trascinano nuovamente l’ascoltatore in una dimensione sulfurea con il primo brano così etereo e il secondo che racchiude in sè tutta la magia del folk nordico.
Il brano di chiusura “Passer” riassume invece tutte le intenzioni stilistiche dei Katatonia e la direzione da loro perpetrata verso un progressive più vicino ai loro modelli Opeth o meglio degli anni migliori.
In conclusione penso non ci sia altro da aggiungere che aspettare di ascoltare i nuovi brani dal vivo per avere un’ ulteriore conferma: per noi italiani appuntamento fissato il 10 ottobre a Milano.

Tracklist:

1. Takeover
2. Serein
3. Old Heart Falls
4. Decima
5. Sanction
6. Residual
7. Serac
8. Last Song Before the Fade
9. Shifts
10. The Night Subscriber
11. Pale Flag
12. Passer

Line-up:

Jonas Renkse (Voce)
Anders Nyström (Chitarra)
Roger Öjersson (Chitarra)
Niklas Sandin (Basso)
Daniel Moilanen (Batteria)

Sito ufficiale: http://www.katatonia.com
Facebook: https://www.facebook.com/katatonia
Etichetta Peaceville Records – http://peaceville.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *