Slider by IWEBIX

Nightwish (Floor Jansen)

Pubblicato il 13/12/2016 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:381

nightwish-logo

A tre anni dall’ingresso in pianta stabile nei Nightwish, la giunonica cantante Floor Jansen ci parla dei suoi successi e di come si sia inserita nella formazione finlandese. Reduce da gruppi di ottimo livello, ma senza troppa visibilità, oggi Floor è all’apice della sua carriera; lo scambio è però equo e proficuo per entrambi dato che anche per la band di Tuomas Holopainen cominciavano ad avanzare ombre sull’operato della precedente vocalist Anette Olzon e sulla discesa dei musicisti scandinavi, che non si sono mai ripresi dal duro colpo inflitto con l’addio della frontwoman Tarja Turunen che li ha lanciati e li ha fatti conoscere al mondo come una band innovativa ed originale. Vediamo dunque come stanno le cose oggi, parlando di passato, futuro e naturalmente dell’ultimo DVD in uscita “Vehicle Of Spirit”.

Ciao Floor e benvenuta sul nostro sito! Sono passati tre anni dal tuo arrivo nella band. Ora non sei più una “cantante in prestito”, ma un vero e proprio membro del gruppo. Quanto questo ha cambiato la tua vita?

Ciao a voi! Ovviamente moltissimo. Mi sento alla grande. Non avrei mai potuto immaginare quanto è successo negli ultimi anni e sono rimasta sorpresa dalla vita. Ho sempre apprezzato i Nightwish ed essere parte di loro mi ha portato ad affrontare nuove sfide.

Hai iniziato anche a dare un vero e proprio contributo e dallo scorso disco “Endless Forms Most Beautiful” ora la band finlandese si affida alla tua impronta vocale. Quanto pensi di aver attinto dal tuo passato con After Forever e Revamp?

Ho utilizzato tutta la mia esperienza e il mio passato per usare la mia voce al meglio con la mia interpretazione. Lavorare ad un nuovo disco mi ha dato la possibilità di scrivere su brani nuovi senza alcuna traccia vocale già scritta e mi sono potuta sbizzarrire. Naturalmente il sound è sempre Nightwish, ma l’impronta vocale questa volta l’ho potuta dare io.

maxresdefault

E quanto c’è invece di influenze dei Nightwish precedenti? Ti sei mai ispirata ai lavori di Tarja e Anette?

Ho sempre seguito la musica e non mi sento una copia delle ragazze precedenti. Sento davvero di dare un contributo reale a queste canzoni e mi sento bene ad adattare la mia voce alle composizioni della band. E’ una bella sfida.

Come mai avete scelto di immortalare questi due concerti a Wembley e Tampere?

Sono degli show molto diversi. Abbiamo scelto due occasioni speciali come lo stadio di Tampere davanti a 23.000 spettatori. I Nightwish non avevano mai suonato in un concerto così grosso da headliner prima. E per Londra è stato storico poter suonare in un posto come Wembley. Ci sono state un sacco di ragioni per preferire questi due concerti e inoltre abbiamo un terzo CD bonus con tante altre location un po’ in tutto il mondo.

Quanto pensi che questi due concerti siano diversi tra loro pur rappresentando una tracklist molto similare?

Lo show di Tampere è stato all’inizio del tour mentre per Wembley eravamo verso la fine delle date europee. Praticamente due situazioni diverse. A Tampere abbiamo suonato in una situazione di tensione per il grande pubblico, i fuochi artificiali, le coreografie e scenografie. C’era molta tensione e credo che alla fine del tour a Wembley tutto sia stato più automatico, per questo probabilmente alla fine dei giochi si è trattato di includere due scalette similari, ma per due concerti molto diversi che valeva la pena di immortalare.

5800e48b-nightwish-streaming-shudder-before-the-beautiful-video-from-upcoming-vehicle-of-spirit-dvd-image

“Showtime Storytime” è uscito ormai tre anni fa. Siete usciti nuovamente con musica dal vivo. Qual è il motivo di utilizzare tutta questa musica live e concerti DVD?

Non penso sia passato così poco tempo. Non è così strano pubblicare musica dal vivo quando viene proposto un tour diverso e situazioni diverse.

Avete già materiale per il nuovo album o idea di quale sarà la linea guida per il futuro dei Nightwish?

Siamo stati in tour per due anni di fila per cui non abbiamo ancora avuto modo di affrontare il nuovo materiale. Sicuramente non ci sarà un nuovo disco nel 2017. Non posso ancora rivelarti nulla ma ci sono delle idee molto particolari per il 2018, ma per questo dovremo riaggiornarci alla prossima intervista.

Quando sei entrata nella band, anche Troy Donocley è entrato come un vero membro e non come un musicista passeggero. Cosa puoi dirmi del suo lavoro e del suo ruolo nei Nightwish?

E’ sempre di buon umore, divertente ed ha una grande cultura. Non è solo un grande musicista ma anche una fantastica persona. Un elemento ormai immancabile nella musica dei Nightwish. Molto talentuoso e pazzo allo stesso modo. Forse è la parte folk della band e suonando molti diversi strumenti riesce ad inserire di tutto nella nostra musica. Un personaggio davvero positivo.

nightwish

Marco Hietala è come un secondo cantante per la band, in molti brani dove canta ha dato davvero un suo marchio ai Nightwish. Come ti trovi a lavorare con lui, condividendo e scegliendo le parti vocali?

Abbiamo iniziato con piano e voci per poter armonizzare e decidere assieme come cantare le nostre diverse parti. Anche Troy è stato incluso espandendo le nostre possibilità per i concerti live. Ci siamo sentiti molto naturali a cantare assieme ed è stato bello vedere nascere i pezzi e nuovi modi di lavorare.

Ci stavi parlando di un bonus CD che include brani particolari registrati in  Messico, Canada, Sudamerica e nella vostra Nightwish Cruise. Cosa ricordi di questi concerti e di quest’ultima in particolare?

La Nightwish Cruise è stata ripresa sulla nave che va dalla Svezia alla Finlandia. Una cosa molto più intima della ben più nota 70.000 Tons ai Caraibi e sicuramente non con quelle temperature ma molto speciale, è stata un’esperienza molto particolare per noi e per i fan.

nightwishdvd

Qual è stata invece l’esperienza emotivamente più intensa da quando sei entrata nei Nightwish?

Difficile da dire. Tutti i tour e tutte le esperienze con la band sono state positive e speciali per me dall’inizio alla fine. Direi che non è facile avere una scala di preferenza quando tutto va al meglio.

Quali differenze hai trovato tra i vari fan della band? Partendo proprio dalla Finlandia se non ti spiace.

Certamente i fan sono tutti diversi e in Finlandia i Nightwish sono un’istituzione. Gli americani e i messicani sono molto diversi, così come voi italiani che siete molto espressivi e calorosi, pieni di passione. Ci sono anche quelli che preferiscono stare ad ascoltare la musica immobili e quelli che non sorridono e restano a braccia conserte. Sono solo modi diversi di seguire un nostro show, così non ha importanza se sei il manager giapponese, la ragazza messicana, la teenager olandese o il nonno italiano. Quello che ci piace è vedere tutte queste diverse personalità ai nostri concerti.

nightwish_wembley_featureimage

Oggi sento molti gruppi lamentarsi degli smartphone e dei supporti fotografici ai concerti. Ci sono stati molti episodi di richieste di artisti di fermare questo fenomeno e diverse proposte. Qual è la tua posizione a riguardo?

Assolutamente, sono contro i cellulari e il flash negli occhi. Non trovo molto piacevole per chi assiste ad un concerto concentrarsi su un telefono e cercare di collezionare stupide foto mosse o video confusi. Per quelli ci sono i professionisti che penseranno ad immortalare tutto. Non sopporto chi sta tutto il tempo a mandare messaggi agli amici a casa per tutta la durata del concerto. C’è troppo abuso di questi sistemi oggi e bisognerebbe farne un uso più responsabile. Se fosse per me li vieterei direttamente. Il concerto andrebbe goduto in tutt’altra maniera…

Siamo giunti alla fine, non ci resta che ringraziarti e augurarti – visto il periodo – buone feste e arrivederci alla prossima intervista!

Grazie mille a voi! Buone feste anche a tutti i vostri lettori!

Sito ufficiale: http://nightwish.com
Facebook: https://it-it.facebook.com/nightwish
Etichetta Nuclear Blast – http://www.nuclearblast.de
Recensione del DVD qui

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *