Slider by IWEBIX

04/11/2016 : Hierophant + guests (Ravenna)

Pubblicato il 16/12/2016 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:585

04/11/2016 : Hierophant + Bologna Violenta + Hate & Merda + Grumo + Hobos + Zeit + Death On/Off + Carnero (Bronson, RA)

hierophant-release-party

Venerdì 4 novembre si è svolto il release party dell’ultimo album degli Hierophant “Mass Grave”. Per festeggiare nel migliore dei modi, la band ha deciso di invitare diversi gruppi amici e che gruppi!

L’evento è cominciato già in prima serata in una location come quella del Bronson a Ravenna e per l’occasione sono stati organizzati due palchi contrapposti tra loro, non so se volutamente o meno in base al genere proposto, ma coesi al fine di scaldare la scena.

Purtroppo a causa di impegni lavorativi non ho assistito al live del primo gruppo, i Carnero.  Ciò nonostante avevo già avuto la possibilità di vederli dal vivo questa estate come supporter dei Soulfly e so di che cosa sono capaci. Fautori di un hardcore punk di vecchia scuola dalle attitudini math, avranno sicuramente devastato il pubblico presente con il loro sound energico e il carisma del loro cantante, ne sono certa.

death-onoff-1

Sono arrivata invece per il set dei Death On/Off sul main stage e loro per me sono stati la sorpresa di questo evento, ancora mi chiedo come mai non li abbia visti prima. Il genere è un grind molto classico ma a mio avviso di una maturità tale da trasmettere nel live un sound bello diretto e compatto così come la voce della cantante che mi ha particolarmente colpita per la naturalezza e la tenuta vocale nel growl. E a quanto pare non sono stata l’unica ad apprezzare visto che alla fine del loro set alcuni dei presenti le hanno fatto i complimenti.

Setlist:

The Milkmaid
Who’s that Whore
Baby Jesus
Doggy Horror
Fuck the Freak
Cumshot In The Dark
Jobs Act
Vatican Gestapo
Next To Extinction
I Want To Get Sick
When I Cum Around
Family Doomsday
Message In A Butthole
Spot (G)Jihad
Take It Isis

zeit-1

Faccio un salto con la scaletta dei gruppi ma perché per alcuni ho pensieri comuni. E’ ormai da diverso tempo che la laguna di Venezia sforna gruppi di spessore, un esempio sono gli Zeit presenti alla serata e attualmente un gruppo garanzia della scena math-hardcore italiana, frutto di una cospicua attività live e discografica. Dopo la pubblicazione l’anno scorso del loro primo album “The World Is Nothing”, lo scorso 29 ottobre è stato pubblicato l’ EP “Monument”, del quale purtroppo non è stato possibile sentirne i brani per l’assenza del chitarrista sostituito egregiamente all’ultimo minuto. Ciò nonostante la band ha trascinato il pubblico come sempre con la loro inconfondibile velocità, sana aggressività e la carica del loro cantante sempre pronto a muoversi da una parte all’ altra del palco inserendosi principalmente tra il pubblico come la tradizione vuole.

Setlist:

Bios
Lack of parts
World and distances
Disguised
Tautologies
The walls of the world
Past meanings

hobos-1

Gli Zeit sono attualmente in tour con i compagni Hobos che li hanno succeduti sul palco, una band che sa come conciliare metal, hardcore, mathcore e punk in un unico sound che loro definiscono metal da strada e a questo punto il crowd surfing ci sarebbe stato proprio bene invece ho visto solo sbattimenti di testa. Prossima occasione.

Setlist:

Comincio a capire
A un passo dalla fine
Nel nome del male
Milano Odio
Muori Sbirro
Salto nel vuoto
Contagio

grumo-1

Torniamo sul main stage con i modenesi Grumo, una band che seguo già da diverso tempo e devo dire che ogni volta che li vedo dal vivo mi accorgo di quanto stiano crescendo artisticamente. Per l’occasione oltre ai brani classici di “Fallimento”, la band ha rinfrescato il proprio repertorio inserendo anche degli intermezzi noise e ha colto l’occasione per dedicare il brano “Cani Sciolti” a un loro caro amico. La scaletta del set è stata rinnovata con brani che usciranno presto nello split registrato con i Death On/Off. Avanti così ragazzi.

Setlist:

Blood Spilling
Games of Massacre
Cannibal Society
Cani Sciolti
Moodena City Grinder
Fuckin’ Business
Viewers of the End
Non hai scuse
Sacrificio del Pedone
AlieNation

hate-merda-1

Solitamente quando vado ai concerti sono molto istintiva e amo scrivere le sensazioni a caldo. Per i gruppi successivi Hate & Merda e Bologna Violenta non è andata esattamente così infatti mi sono voluta documentare nei giorni successivi. Hate & Merda sono un duo composto  da Unnecessary 1 e Unnecessary 2 e si presentano sul palco incappucciati al fine di concentrare il pubblico sul piano musicale o almeno questa è la mia interpretazione. Il loro live è principalmente strumentale, nichilismo e odio verso tutti è la loro chiave di lettura, musicalmente ho avuto l’impressione come se il loro set si dividesse in due parti, la prima più stoner rock e la seconda decisamente sludge doom.

Setlist:

L’Inesorabile Declino
Foh
Carne Gotica
La Capitale Del Mio Male

bologna-violenta-1

Anche i Bologna Violenta sono un duo, chitarra e batteria, i titoli delle loro canzoni sono intelligentemente ironiche, il sound è caratterizzato da rush velocissimi e devastanti di chitarre, effetti di batteria elettronica e sonorità classiche. Mi stavo per perdere il senso del loro set perché inizialmente non mi ero accorta che al loro fianco c’era uno schermo che proiettava immagini correlate di genocidio, femminismo, sfruttamento degli animali ed estremismo di certi rituali cristiani. Un doveroso e accogliente pugno nello stomaco, il tutto veicolato dall’ ironia che è il miglior mezzo di comunicazione. Peccato che lo schermo non fosse dietro ai musicisti in modo da essere più diretto ma logisticamente mi rendo conto che non fosse possibile.

Setlist:

Sigle di telefilm
Il canale dei sadici
Incredibile lite al supermercato
Allegro drammatico
Andante con moto
Maledetta del demonio
Vorrei sposare un vecchio
Utopie
Un mio amico odia il prog
Il tempo dell’ astinenza
Leviatano
Il nuovissimo mondo
Binario morto
Discordia
Uomo ultimo atto
Il processo
Passetto
I felici animali del circo
Colonialismo

hierophant-1

E arriviamo al punto focale della serata: il live degli Hierophant. La band sembra spuntare dagli inferi tra fumo e luci rosse di scena, pronti a presentare le nuove canzoni del loro ultimo e quarto album “Mass Grave”.
Il gruppo ringrazia il pubblico per essere presente in un’occasione così importante per gli Hierophant e li invita a scoprire la loro visione del mondo in chiave musicale: la definizione che avevo letto nei loro confronti di band death-punx per me non esiste, quello a cui ho assistito è stato un vero è proprio concerto di death metal dalla struttura complessa, ben suonato e arricchito da attitudini grind e cadenze black. Sono rimasta sorpresa dalla durata del loro live che mi è sembrato più breve rispetto alle altre band ma questa è la caratteristica degli Hierophant e li distingue positivamente dalle band metal tradizionali. Sarei rimasta ancora ad ascoltarli ma ci saranno sicuramente altre occasioni visto che con questa data è iniziato il loro tour europeo.

Setlist:

Sentenced to Death
Execution of Mankind
Forever Crucified
Mass Grave
Interlude
Trauma
In Decay
Inferno
Crematorium
Eternal Void

Di seguito altre foto della serata, tutte realizzate dalla nostra nichilistissima Michela “Judith” Olivieri. Qui potete vedere altri scatti sia di questa serata sia di altri live.

Death On/Off:

death-onoff-2

Zeit:

zeit-3  zeit-4  zeit-2

Hobos:

hobos-3  hobos-2

Grumo:

grumo-3  grumo-4  grumo-2

Hate & Merda:

hate-merda-2  hate-merda-3

Bologna Violenta:

bologna-violenta-2

Hierophant:

hierophant-3  hierophant-4  hierophant-5  hierophant-2

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *