Slider by IWEBIX

Lione Conti – Lione Conti (2018)

Pubblicato il 29/01/2018 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Lione - Conti
Autore: Lione - Conti
Genere: Power Metal
Anno: 2018
Voto: 8

Visualizzazioni post:318

Gli italiani nell’heavy metal non sono secondi a nessuno e ce lo dimostrano in questo sorprendente progetto di cui fanno parte il fenomenale Alessandro Conti, cantante dei Rhapsody di Luca Turilli e della power metal band Trick or Treat, lo stupefacente Fabio Lione che è stato lo storico cantante dei Rhapsody Of Fire di Alex Staropoli, attuale vocalist degli Eternal Idol e dei famosissimi brasiliani Angra e il fantastico guitar hero Simone Mularoni, membro della metal band progressive romana DGM. Il problema di noi italici è che non sappiamo apprezzare in pieno le nostre eccellenze e preferiamo attingere dall’estero, come se nella nostra Patria non ci fosse nulla d’interessante, mentre i nostri artisti, di contro, hanno più successo in altre parti del mondo che qui da noi.
Quest’album, secondo le intenzioni della Frontiers Records, è essenzialmente una versione italiana del popolare progetto – sempre targato Frontiers – Allen/Lande, (con i leggendari vocalist metal Russell Allen e Jorn Lande). Ascoltando il disco credo che si vada oltre perché non abbiamo una seconda versione italiana di Allen/Lande o una copia in piccolo dei Rhapsody Of Fire, bensì qualcosa di più originale e chiaramente orientato sempre al power metal di classe.
L’album è stato scritto e prodotto da Mularoni, che ha intrapreso il compito non facile di creare ed eseguire tutti i brani con la sua abilità e bravura, ma, come detto prima, andando oltre con un suono metallico leggermente più pesante e più potente del solito, ottenendo un ottimo risultato come nell’iniziale ed epica “Ascension”, dove le voci dei singer spadroneggiano con raffinatezza in un contorno di tastiere e chitarre che si esaltano a vicenda per magnificenza e stile. La successiva “Outcome” conferma la linea speed e power degli artisti con le voci dei cantanti sempre in ottima evidenza incorniciate da un sound melodico entusiasmante e coinvolgente.
L’originale e mai scontata “You’re Falling” è una delle mie canzoni preferite perché emoziona con le sue atmosfere a tratti decadenti, ma va ascoltata più volte per essere apprezzata in pieno. La simpatica ballad “Somebody Else” è forse l’anello debole del platter perché sa già di sentito, anche se l’assolo di Mularoni è da dieci e lode, ma non aggiunge nulla al disco, che invece con le successive tracce scorre con potenza e continua a infiammare i nostri padiglioni auricolari con la rapida e perfetta “Glories” che conferma ancora una volta la bravura del gruppo con la martellante doppia cassa di Marco Lanciotti e gli assoli al fulmicotone dell’abilissimo chitarrista che vi stordiranno per tutta la durata del brano.
Segnalo in chiusura della fatica discografica le melodiche e moderne ”Truth” e “Gravity” che accompagnate da tappeti di tastiera e con una superlativa chitarra ci portano a finire in bellezza un’opera che sprizza robustezza, passione e bravura da tutte le parti, con l’aggiunta di due voci formidabili e per certi versi uniche nel panorama musicale internazionale. Eccellenza allo stato puro e arte creata ed eseguita per essere divulgata agli amanti del genere, da un Paese come il nostro, che per quanto se ne possa dire è sempre stato una fucina di talenti e di artisti in ogni campo, compreso l’heavy metal.
Questa è l’occasione per smentire il proverbio “nessuno è profeta in patria” e dare il giusto riconoscimento a questi ambasciatori nel mondo del metal made in Italy. C’è la possibilità, con questo platter, di cambiare questa cattiva tendenza che è quella, a volte, di ignorare le band del nostro Belpaese, dando così il giusto merito a questi eccezionali musicisti e dando loro una bella spinta per poter continuare con successo anche in futuro, non solo con questo progetto ma anche con i rispettivi gruppi italiani di appartenenza.
Le più belle voci italiane insieme per voi. Che cosa volete di più?

Tracklist:

1 – Ascension
2 – Outcome
3 – You’re Falling
4 – Somebody Else
5 – Misbeliever
6 – Destruction Show
7 – Glories
8 – Truth
9 – Gravity
10 – Crosswinds

Line-up:

Fabio Lione – voce
Alessandro Conti – voce
Marco Lanciotti – batteria
Filippo Martignano – tastiera
Simone Mularoni – chitarra, basso

Facebook: https://it-it.facebook.com/LioneConti/
Etichetta Frontiers Records – http://www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.