30/10/2018 : Michael Schenker Fest (Trezzo, MI)

Visualizzazioni post:889

30/10/2018 : Michael Schenker Fest (Live Club, Trezzo, MI)

Dopo una lunga assenza stasera al Live Music Club Di Trezzo Sull’Adda (Milano) assisteremo ad uno dei concerti più attesi dell’anno, Michael Schenker che si presenta alla grande con i quattro vocalist che hanno fatto parte del Michael Schenker Group: Doogie White, Graham Bonnet, Gary Barden e Robin McAuley.

Ad aprire la serata a Michael Schenker sono gli irlandesi Absolva che si presentano puntualissimi sul palco dando il via alla serata con un sound dal timbro Heavy Metal.
Abbastanza originali, sulle note del primo brano “Life On The Edge” la band dà il meglio con un sound molto graffiante.
Forse perchè poco conosciuti o magari per colpa dell’appuntamento infrasettimanale il Live Music Club apparentemente sembra semivuoto. Il poco pubblico sembra però apprezzare la band regalando loro applausi e cori. Gli Absolva vanno avanti tenendo il loro ritmo Heavy Metal con il secondo pezzo “Rise Again” anche questo apprezzato dal pubblico. Sono giovani ma con una esperienza musicale non piccola che inizia nel 2012 con il loro primo lavoro dal titolo “Flames Of Justice” per poi sfornare ben altri quattro album.
La band riesce a tenere una buona costanza e un carisma elevato andando avanti per quaranta minuti suonando altri sei brani. Salutano il pubblico che pare avere apprezzato la band, magari in futuro ed in un altro contesto riusciremo a rivedere gli Absolva.

Setlist:
1 –Life on The Edge
2 –Rise Again
3 –Never A Good Day to Die
4 –Defiance
5 – Only When It’s Over
6 –Never Back Down
7 –Live For The Fight
8 –Code Red

Mentre il Live Music Club gradualmente diventa una full location, ad iniziare lo show è Michael Schenker, legato al suo passato parte con le note di una famosa canzone che è “Holyday” degli Scorpions per poi subito passare a “Doctor Doctor” degli UFO e ad aumentare l’euforia del pubblico già coinvolto sono i quattro vocalist che si presentano sul palco cantando tutti insieme dando il via alla serata.
Subito dopo entra in scena Doogie White che come prima canzone propone un pezzo dei Michael Shenker ‘s Temple Of Rock (“Vigilante Man”), per poi passare a “Lord Of The Lost And Lonely”. Carismatico e con una voce da 10 e lode Doogie va avanti con i pezzi “Take Me To The Church” e “Before The Devil Knows You’re Dead” per poi chiudere con un pezzo storico degli UFO che è “Natural Thing”.
Mentre Doogie ritorna dietro le quinte Schenker continua dando il meglio di sè e con tocchi di chitarra da vero maestro si porta sulle note di “Captain Nemo”. Applausi e cori riempiono il live, mentre Schenker ringrazia ripetutamente il pubblico.
E’ l’ora di Graham Bonnet: “l’anziano” della band si presenta sul palco come sempre mantenendo il suo vecchio look da rocker elegante. Nonostante i suoi 71 anni Bonnet da vera star del rock si rivela carismatico con ancora una fantastica voce portando avanti la serata cantando rigorosamente pezzi dell’album “Assault Attack”, come “Dancer”,”Searching For A Reason”, “Desert Song”, per poi proporre un solo pezzo di “Resurrection”. Conclude con l’omonimo “Assault Attack” venendo salutato da applausi e cori.
E così Bonnet lascia il palco per dare spazio ancora ad un’altra fantastica esibizione di vera bravura di Schenker che lascia di stucco ancora una volta il pubblico con una “Coast To Coast” dal repertorio degli Scorpions.
Tocca ora a Gary Barden che si prepara ad uscire on stage per presentare anche lui brani brani storici come “Ready To Rock” ed “Attack Of The Mad Axeman” tratti dallo storico album “MSG” che risale al 1981.
Gary, il più carismatico vocalist dei quattro, crea un atmosfera sorprendente che al pubblico piace, soprattutto ai meno giovani che hanno vissuto il periodo e che dai tempi già seguivano la MSG. La sua performance va avanti con “Rock My Nights Away” e “Messin’ Around”, passando allo storico pezzo “Armed And Ready” per poi salutarci con “Warrior”.

Schenker non si concede nessuna pausa e continua a suonare con la sua spettacolare chitarra, la Flying V usando sempre lo stacco tra un cantante e l’altro si fa avanti usando l’estremità del palco per essere più a contatto con il pubblico e lo fa con le note di “Into The Arena” per poi concludere e lasciare spazio all’irlandese Robin McAuley, che si presenta al pubblico con un abbigliamento da vero rocker.
Non sarà il più carismatico tra i quattro ma a mio parere Robin McAuley è il migliore, con una voce molto particolare, infatti tra tutti gli album della MSG i miei preferiti sono con lui, tra l’altro ai tempi la cosa che mi ha colpito è stata la particolarità sul logo del nome della band che non era la solita MSG ma bensì McAuley Schenker Group, lì mi chiesi se probabilmente fosse dovuto ad una grande intesa musicale tra i due ma a quanto pare la cosa non ha avuto un seguito.
Robin inizia con una grande canzone che è “Bad Boys” tratta dall’album “Save Yourself” per poi andare avanti con tre pezzi degli UFO: “Shoot Shoot”, “Only Can Rock Me” e “Too Hot To Handle”. Come gli altri anche lui canta un pezzo dell’album “Resurrection” che è “Heart And Soul” e termina la serata alla grande tra gli applausi del pubblico.
Michael Schenker chiude la serata portando sul palco tutti e quattro i cantanti per continuare sulle note di “Rock Bottom” e “Light Out” per poi salutare tutto il pubblico con un grande inchino. E quindi si torna a casa con un gran sorriso per un concerto da dieci e lode!

Setlist:

1 – Holiday (Scorpions Song)
2 – Doctor Doctor (Ufo Song)

Doogie White Set:

3 – Vigilante Man (Michael Schenker ‘S Temple Of Rock Song)
4 – Lord Of The Lost And Lonely
5 – Take Me To The Church (Michael Schenker Fest Song)
6 – Before The Devil Knows The You’re Dead
7 – Natural Thing (Ufo Song)

Instrumental

8 – Captain Nemo (Michael Schenker Group Song)

Graham Bonnet Set:

9 – Dancer (Michael Schenker Group Song)
10 – Searching For A Reason (Michael Schenker Group Song)
11 – Desert Song (Michael Schenker Group Song)
12 – Night Moods (Michael Schenker Fest)
13 – Assault Attack (Michael Schenker Group Song)

Instrumental

14 – Coast To Coast (Scorpions Song)

Gary Barden Set:

15 – Ready To Rock (Msg Song)
16 – Attack Of The Mad Axeam (Msg Song)
17 – Rock My Nights Away (Msg Song)
18 – Messin’ Around (Ms Fest Song)
19 – Armed And Ready (Msg Song)
20 – Warrior (Ms Fest)

Instrumental

21 – Into The Arena (Msg Song)

Robin Mcauley Set

22 – Bad Boys (Mcauley Schenker Group)
23 – Shoot Shoot (Ufo Song)
24 – Heart And Soul (Ms Fest)
25 – Only You Can Rock Me (Ufo Song)
26 – Too Hot To Handle (Ufo Song)

Barden, Bonnet, Mcauley e White:

27 – Rock Bottom (Ufo Song)

Live report e foto di Beppe Scordio. Di seguito altre immagini della serata, ulteriori foto sono visibili qui : https://www.facebook.com/beppephotos .

Absolva:

Michael Schenker Fest :

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.