Lacuna Coil – Black Anima (2019)

Titolo: Black Anima
Autore: Lacuna Coil
Genere: Dark Metal
Anno: 2019
Voto: 8

Visualizzazioni post:350

Ne è passata di acqua sotto i ponti e tra le critiche e le chiacchiere da bar, i Lacuna Coil sono ancora tra le band più influenti del dark metal. Una vera e propria eccellenza del metal Made in Italy e riconosciuti fin dagli albori a livello internazionale, i ragazzi che compongono il combo meneghino tornano a far parlare di sé con il loro ultimo lavoro: “Black Anima”. La formazione è parzialmente stravolta con il cambio di chitarra e batteria, già in passato traballanti tra le file del nostro quintetto tricolore che vede ad oggi Diego Cavallotti alla chitarra e Richard Meiz alla batteria. Il trio inossidabile resta invece immutato con Marco Coti Zelati, vero colosso e musicista perno della line-up, naturalmente sostenuto immancabilmente dal trademark possente del duo vocale Scabbia / Ferro.
Già dal precedente lavoro “Delirium” abbiamo potuto appurare il cambio del timbro di quest’ultimo. Infatti, mentre la voce di Cristina resta suadente ed ammaliante, grazie anche alla sua riconoscibilità immediata, le parti di Andrea Ferro si sono inasprite, diventando sempre più truci e pesanti.
In questo “Black Anima” possiamo inoltre confermare quell’aura oscura che da sempre ha fatto parte del retrogusto dei dischi dei Lacuna Coil, a volte impadronitisi di sound più o meno moderni, con un richiamo musicale più d’oltreoceano che europeo.
In “Black Anima” troviamo ancora una volta l’essenza di quelle sonorità seducenti e tenebrose allo stesso tempo, presenti fin dai tempi di “In A Reverie” e “Unleashed Memories”, lavori che hanno veramente lanciato i metallars italiani in una spirale di successo che arriva ai giorni nostri. Un utilizzo ben calibrato di tastiere e sintetizzatore, di cui Coti-Zelati è maestro, corrobora questo lavoro davvero vicino alla perfezione, senza mai perdersi in banalità.
Tutto il disco è estremamente ben riuscito a partire da “Sword Of Anger”, opener efficace e grintosa, passando per “Layers Of Time” e “Now Or Never”. Una nota di merito va a “Veneficium”, un pezzo particolarmente evocativo, colorito ed emozionale, mentre “The End Is All I Can See” è forse il brano più sperimentale di tutto il platter. “Save Me”, prima dell’outro, chiude più che dignitosamente questo “Black Anima” che non solo consigliamo ai fan più sfegatati, ma anche ai detrattori ed a chi pensava che i Lacuna Coil fossero finiti. Geniali e pieni di sorprese, i nostri Coil ci hanno regalato un album davvero degno di portare il tricolore ben saldo e sempre con molta umiltà e passione. Un orgoglio imprescindibile.

Tracklist:

1 – Anima Nera
2 – Sword Of Anger
3 – Reckless
4 – Layers Of Time
5 – Apocalypse
6 – Now Or Never
7 – Under The Surface
8 – Veneficium
9 – The End Is All I Can See
10 – Save Me
11 – Black Anima

Line-up:

Cristina Scabbia: voce
Andrea Ferro: voce
Marco Coti-Zelati: chitarra, basso, tastiera e sintetizzatore
Richard Meiz: batteria
Diego Cavallotti: chitarra

Links:
www.lacunacoil.it
www.instagram.com/lacunacoilofficial
www.facebook.com/lacunacoil
www.twitter.com/lacuna_coil
www.emptyspiral.net

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.