Leprous – Pitfalls (2019)

Titolo: Pitfalls
Autore: Leprous
Genere: Pop, Progressive
Anno: 2019
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:479

E’ passato circa un mese abbondante dall’uscita di “Pitfalls”, ultimo album dei Leprous, tempo “gestazionale”necessario per poter esprimere un giudizio sull’opera di questi giovani norvegesi. Parlare di depressione non è mai né semplice né scontato: trattasi del cosiddetto “male del secolo”, quel malessere spesso invisibile dal quale neanche gli artisti sono incolumi, si pensi ai recenti casi di Chester Bennington e Chris Cornell e tematica affrontata anche da altri musicisti, non ultimo il disco degli Alcest.
Einar Solberg, insieme al socio Tor Oddmund Suhrke, affronta la depressione in base alla sua esperienza personale improntando le canzoni in fasi cronologiche, liberandosi allo stesso tempo da etichette stilistiche nel tentativo di estrapolare un sound mai presentato fino ad ora. Inoltre il frontman ha dichiarato che la prima parte di “Pitfalls” ha uno stampo prettamente pop ed effettivamente se non mi fossi soffermata inizialmente alle liriche non avrei compreso le reali intenzioni del disco dal retrogusto apparentemente agrodolce mentre la seconda ha un’accezione più metal.
Partendo dal presupposto personale che questa linea di marcatura non è evidente, solo approfondendo l’ascolto sono riuscita con il tempo a captare la vera essenza di “Pitfalls”: non solo pop ma anche new wave, indie, a mio avviso anche cadenze doom echeggiano nei singoli di punta “Below”, “Alleviate” e  “Distant Bells” senza dimenticare la carica progressive degli esordi come nel brano di chiusura “The Sky Is Red”; percettibile anche quel sentore nostalgico e malinconico tipico del folklore scandinavo.
Un amalgama sorretto dalla voce a pieni polmoni di Solberg e presieduto da un’eleganza ritmica e tecnica. Il viaggio non è stato semplice, sarebbe stato più facile abbandonare ai primi ascolti ma, come in un processo di guarigione, l’importante è non arrendersi mai.

Tracklist:

1. Below
2. I Lose Hope
3. Observe The Train
4. By My Throne
5. Alleviate
6. At The Bottom
7. Distant Bells
8. Foreigner
9. The Sky Is Red

Line-up:

Einar Solberg – voce, tastiere
Tor Oddmund Suhrke – chitarra
Baard Kolstad – batteria
Simen Børven – basso
Robin Ognedal – chitarra

Links:
www.facebook.com/leprousband/
www.insideoutmusic.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.