Pantera – Power Metal (1988)

Titolo: Power Metal
Autore: Pantera
Genere: Heavy Metal
Anno: 1988
Voto: 8

Visualizzazioni post:261

Mancano ancora due anni a “Cowboys From Hell” e al relativo successo che tutti noi conosciamo con il relativo split e le funeste conseguenze che hanno portato alla fine dei Pantera. Quello che vogliamo fare invece oggi è riesumare le radici della band texana, andando a riscoprire quel sound primordiale che è sempre stato rinnegato e nascosto. Nonostante non sia presente in molte discografie ufficiali e per quanto non potrete trovare queste perle su Spotify, vi consigliamo di tentare su internet e aiutarvi con Youtube perché sarebbe un peccato non conoscere un disco come “Power Metal”. Sia ben chiaro che nemmeno questo sarebbe il primo disco che porta il celeberrimo nome della thrash metal band di Arlington. Ci sono tre capitoli precedenti dai titoli “Metal Magic”, “Projects In The Jungle” e “I Am The Night” dal sapore metal glam. Vogliamo però tralasciare il periodo con Terry Glaze alla voce per arrivare alla formazione che tutti noi conosciamo. E’ il 1986 e c’è molto fermento nell’heavy metal che si sta evolvendo portando alla luce il meglio del glam e del thrash che il mondo possa mai poter ascoltare. I Pantera, ancora acerbi e incerti su che cosa fare dopo essere rimasti senza cantanti, si prendono un anno sabbatico alla ricerca del loro vero frontman. Si susseguono nomi come Matt L’Amour, David Peacock e il più adeguato Rick Mythiasin, ma nessuno di loro fa al caso dei fratelli Abbott e del loro rocker Rex…! Finalmente l’arrivo del carismatico singer Philip Anselmo fa scegliere l’uomo giusto e nel maggio del 1988, “Power Metal” vede la luce in vinile (12’’). Ci vorranno ancora due anni per arrivare alla ATCO con il vero capolavoro che eviterò di rinominare per non essere ridondante, ma sebbene acerbo e ancora privo di quel groove dei Pantera, questo disco non avrebbe ragione di non essere considerato il primo della discografia con la mitica line-up storica. Parliamo di un album heavy metal che strizza l’occhio ai Judas Priest senza dimenticare il sound dei Megadeth o dei Metallica. La strillante voce di Anselmo è molto decisa e forte, semplicemente deve ancora trovare la sua strada, così come il drumming già complesso di Vinnie Paul. La chitarra di Dimebag (al tempo ancora Diamond nda) sta già urlando e ha voglia di farsi strada tra i chitarristi più osannati del pianeta, mentre Rex è sempre stato pronto a seguire i fratelli nelle loro scelte e decisioni. Così tra una “Rock The World” priestiana, una “Power Metal” dal sapore thrash e una “Death Trap” già dal retrogusto Panteriano pronto ad esplodere, possiamo consigliare di ritirare fuori questo ottimo lavoro se lo avete dimenticato, o di rimediarlo se siete tra quelli che non hanno mai sentito parlare dei Pantera prima degli anni ’90. “Power Metal” è un album sottovalutato prima di tutto dai loro creatori, poi da molti detrattori di quel periodo o da chi, a mio avviso, ha troppo la puzza sotto al naso per valutare qualcosa che avrebbe semplicemente potuto funzionare in modo diverso. Ovviamente la piega che ha preso il combo americano è stato anche merito del periodo glam e persino di questo album per cui non dimenticatelo mai quando state ascoltando le vostre preferite “I’m Broken” o “This Love” perché il groove nato nel 1990 ha radici più recondite, già presenti in questo screditato, ma più che dignitoso lavoro. Vi invito a farlo scoprire a tutti i fan dei Pantera che ne sono all’oscuro! Sarà una sorpresa e un ottimo pretesto di chiacchiere e pareri davanti ad una birra gelata o meglio un bourbon americano!

Tracce:

1 – Rock The World
2 – Power Metal
3 – We’ll Meet Again
4 – Over and Out
5 – Proud to be Loud
6 – Down Below
7 – Death Trap
8 – Hard Ride
9 – Burnnn!
10 – P•S•T•88

Formazione:

Phil Anselmo: voce
Diamond Darrell: chitarra e voce
Rex Rocker: basso
Vinnie Paul: batteria

http://officialpantera.com/
https://www.facebook.com/pantera
https://www.youtube.com/user/pantera

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.