09/02/2020 : Hammerfall + Battle Beast (Milano)

Visualizzazioni post:579

09/02/2020 : Hammerfall + Battle Beast + Serious Black – Live Music Club, Trezzo S/Adda ( Milano )

La band power metal svedese torna in Italia con un nuovo tour e un nuovo album uscito il 16 agosto 2019, “Dominion“. Questa è l’unica ed imperdibile data italiana del World Dominion Tour e ad aprire la serata ci sono i Serious Black e i Battle Beast, due gruppi decisamente interessanti.

Generalmente i concerti si svolgono in giorni infrasettimanali e questa è decisamente la prima volta che mi capita di vedere un concerto di domenica sera e con degli orari abbastanza “insoliti”. Giornata grigia e uggiosa ma sono certa che appena entrata avrò modo di scaldarmi; una piccola coda si è già formata all’esterno e sono tutti riparati al di sotto di una tensostruttura che ormai è fissa all’esterno del locale. Appena entrata, non posso che notare l’enorme telone su cui a caratteri belli grandi spicca il nome Serious Black; il loro nuovo album dal titolo “Suite 226” è uscito proprio il mese scorso per la AFM RECORDS e toccherà a loro dare il via a questa serata che si prevede bella infuocata visti gli headliner. Al loro ingresso sul palco la sala non è ancora del tutto piena, ma non sembra che la cosa li abbia scoraggiati. Noto fra i componenti del gruppo un viso a me familiare, si tratta del batterista Ramy Ali, ex-Freedom Call. E’ stata una piacevole sorpresa rivederlo dopo così tanto tempo (tanti anni fa ho avuto modo di vederli dal vivo ad un festival e fu una bella occasione nda). Ma torniamo al report di questa serata. Un’altra cosa che mi ha colpita è stato il look del cantante, molto elegante in un completo nero, avete presente quei lord inglesi di altri tempi?! Si ?! Ecco, proprio quelli ! Lo stile del suo outfit è quello, scelta bizzarra, ma nel contesto del loro genere musicale non ci sta male, anzi! Peccato per il pochissimo tempo a loro disposizione, suoni puliti e riff di chitarra belli grintosi, espressioni buffe ed un’energia travolgente che ha reso unico il loro live; hanno saputo coinvolgere il pubblico presente, bravi e tornate presto!

Setlist:
Akhenaton
I Seek No Other Life
Mr. Nightmist
Serious Black Magic
We Still Stand Tall
High and Low

Dopo una rapida procedura di cambio palco e con un pubblico più numeroso fanno il loro ingresso sul palco i finlandesi Battle Beast, all’attivo dal 2005 con tanti consensi positivi e un buon numero di seguaci. Non è passato molto tempo dal loro ultimo concerto qui in Italia, prova è la loro accoglienza da parte dei loro fan assiepati nel pubblico presente. Come per il gruppo che li ha preceduti, il tempo a disposizione è poco, (un vero peccato!) per cui la formazione ha puntato tutto sull’impatto scenografico senza tralasciare ovviamente la musica (ci mancherebbe!), capitanati dalla loro frontwoman Noora Louhimo, con il suo look decisamente curioso che mi ha riportato alla mente la strega cattiva di Biancaneve ma in versione nordica. La voce di Noora all’inizio sembrava vagamente “sotto tono“, ma poi si è ripresa sfoderando tutta la sua aggressività! Ottima esibizione anche da parte di tutti gli altri componenti che hanno saputo tenere il palco in maniera egregia e ci hanno offerto un esibizione di ottimo livello, lasciando il palco fra applausi più che meritati!

Setlist:
Unbroken
Familiar Hell
Straight To The Heart
The Hero
Eden
No More Hollywood Endings
King For A Day
Beyond The Burning Skies

L’attesa in sala è palpabile, il locale decisamente bello pieno (mi aspettavo un sold-out, come è stato per le date fuori dall’Italia). Comunque i fan sono qui per non perdersi questa serata. Dal terrazzino del ristorante e lungo tutto il corridoio in alto a sinistra fino a scendere giù nella zona divanetti, per chi conosce il locale, tutto è gremito e non manca molto all’ingresso dei templari svedesi sul palco. La scenografia è davvero imponente e copre tutto lo spazio disponibile, la batteria è situata quasi in cima, a filo delle luci che ormai si spengono. Al bordo del palco una serie di mini luci e un leggero fumo annunciano l’arrivo degli Hammerfall on stage. Sulle note di “Never Forgive, Never Forget“, brano estratto da “Dominion”, il primo ad arrivare è David Wallin, che si posiziona dietro le pelli; poi è il turno di tutti gli altri e con l’ingresso del frontman Joacim Cans il live esplode in un boato. Con “Heeding The Call“ da “Legacy Of Kings”, il pubblico va letteralmente in visibilio e si andrà in crescendo, ripescando nella loro discografia vecchie glorie che ci fanno fare un viaggio nel “passato“ in puro stile power-metal. Avevo già avuto modo di vederli, ma stasera non c’è n’è per nessuno, ottima presenza scenica e vocale di Joacim Cans, ma non è da meno il resto del gruppo: Oscar Dronjak e Pontus Norgren, coppia imbattibile; Fredrik Larsson al basso e David Wallin il batterista che dall’alto della sua postazione si è fatto notare picchiando su quei piatti con energia devastante. Prendendo spunto dal titolo dell’ultimo lavoro hanno “dominato” la serata! E finalmente si riprende fiato con toni decisamente più soft con il bellissimo e tanto atteso duetto Joacim-Noora “Second To One” dove giochi di luci e un leggero fumo rendono l’atmosfera decisamente unica, sembra di essere sospesi in “una nuvola“ (da pelle d’oca decisamente!). Interpretazione molto apprezzata da tutti noi, sottolineata da applausi scroscianti (non avevo dubbi, il video è bello ma sentirla dal vivo è un’altra cosa!). Dopo questa piccola sorpresa, si riparte di gran carriera, ed è proprio Joacim Cans a menzionare il ventennale di “Renegade”, che gli Hammerfall proprio oggi suoneranno in una “versione inedita“con un medley strumentale (se ci volevano stupire ci sono riusciti alla grande!), inutile dire che l’entusiasmo in sala è salito a dismisura! Dopo una breve pausa ritornano sul palco con gli ultimi tre brani: “Hammer High”, “(We Make) Sweden Rock” e “Hearts On Fire”, l’ultima sorpresa a chiudere questo loro concerto, con Mr. Joacim che scende giù dal palco per cedere il microfono ai ragazzi in prima fila, stringendo le mani per poi ritornarsene come un fulmine sul palco. Gli Hammerfall anche stasera ci hanno deliziato le orecchie e non solo con un esibizione di altissimo livello, regalando ai fan una serata unica!

Per chi scrive le sorprese non sono ancora finite, perché proprio quando sto per avviarmi all’uscita, mi accorgo che c’è del movimento in zona dove ci sono sempre le magliette; ebbene trovo lì alcuni componenti dei Serious Black (che fai, non ti fermi?! Non posso non cogliere un occasione così ghiotta?!), oltre a me c’erano altri ragazzi e sono stati molto disponibili a fare foto e autografi.

Come sempre i doverosi ringraziamenti agli organizzatori Vertigo Hard Sounds, Shining Production e tutto lo staff del Live Music Club che anche in data odierna ci hanno regalato una serata top.

Setlist:
Never Forgive, Never Forget
One Against The World
Heeding The Call
The Way Of The Warrior
Any Means Necessary
Hallowed Be My Name
Blood Bound
Redemption
Hector’s Hymn
Natural High
Second To One
Renegade – Medley
Keep The Flame Burning
Dominion
The Dragon Lies Bleeding
Last Man Standing
Hammer High
(We Make) Sweden Rock
Hearts On Fire

Foto di Francesca Cipriano.

Serious Black:

Battle Beast:

         

Hammerfall:

   

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.