In This Moment – Mother (2020)

Titolo: Mother
Autore: In This Moment
Genere: Alternative / Gothic Metal
Anno: 2020
Voto: 7

Visualizzazioni post:270

Gli In This Moment fanno parte di quella categoria Alternative Metal che spesso viene considerata anche come Modern Metal… è sempre difficile etichettare e determinare un genere vero e proprio. Ancora di più in tutto ciò che, pur attingendo dal passato, viene estremamente contaminato con l’aggiunta di un sempre doveroso sguardo al futuro. Forse potrei infatti azzardare un “Futuristic Metal”. Gruppi come questo giocano molto con l’elettronica, con suoni programmati, con i computer e con le voci alterate e modificate allo stremo e proprio per questo motivo è normale che la vecchia guardia storca il naso. C’è poco di organico e anzi, il sound viene corrotto in modo provocatorio e voluto per cui può piacere o meno. Tuttavia, c’è sicuramente tanto lavoro e per quanto sia tutto costruito e pianificato, possiamo criticarlo da una prospettiva diversa; ci troviamo ancora in un mondo che già in precedenza ha visto evoluzioni e sperimentazioni nel gothic, nell’industrial e soprattutto in qualsiasi genere metal che abbia elementi elettronici. “Mother” è il settimo disco per la band losangelina, riconoscibile dall’inconfondibile trademark della vocalist Maria Brink. Le linee goticheggianti degli In This Moment si fondono con un sound pop-rock spesso particolarmente radiofonico, reo di una costante melodia, nascosta in riff e distorsioni falsamente iraconde.
Giovanile ed avveniristica, la band statunitense in questo album risulta più cupa e oscura rispetto al passato, senza tralasciare quella patinatura delle grandi etichette e dei grandi gruppi molto lontani dall’underground. Tra le urla forsennate di una preparatissima Maria Brink, troviamo quello stile inconfondibile ereditato da grandi voci femminili mai dimenticate del rock alternativo del passato come Gwen Stefani dei No Doubt o Sandra Nasic dei Guano Apes. Tra i brani segnaliamo l’opener “Fly Like An Eagle” che si offre subito come disturbata e fuori dagli stereotipi della band. “The In-Between” e “The Legacy” seguono a ruota, lontane da quella certezza di gruppo che in passato è stato forse più pop e più radiofonico. Un disco che parte sicuro ed ardimentoso nel suo stile e nella sua proposta.
Da sempre presenti cover e collaborazioni nella discografia del quartetto losangelino, vediamo questa volta l’annoverarsi di due possenti singers femminili, Lzzy Hale degli Halestorm e Taylor Momsen dei The Pretty Reckless in una versione annebbiata e goticheggiante di “We Will Rock You” dei Queen, forse non il brano più riuscito e nemmeno la cover migliore, dato che vengono valorizzate poco le parti di tutte le singole voci, ma neanche da buttare. Ottimo pezzo invece la title track “Mother”, buia e decadente nella sua solidità, al contrario di altri capitoli più classici e scontati come “As Above So Below” o “Holy Man”. “Hunting Grounds” vede invece la collaborazione di Joe Cotela, profonda e cavernosa voce dei Ded, una band in ascensione, ancora poco conosciuta. Il disco chiude con “Into Dust” un brano-cover dei Mazzy Stars, un gruppo alternative rock psichedelico della fine degli anni 80. La canzone è composta da piano, voce ed una leggera orchestrazione che offrono un fade del disco in stile molto buio e confuso, ma decisamente riuscito. Tutto sommato abbiamo quindi un album più che discreto, ben studiato e sicuramente più sorprendente dei capitoli precedenti, grazie ad una produzione ben dettagliata e una voglia di offrire qualcosa di diverso dagli stereotipi del momento.

Tracce:

1. The Beginning (Interlude)
2. Fly Like an Eagle
3. The Red Crusade (Interlude)
4. The In-Between
5. Legacy
6. We Will Rock You (feat. Maria Brink, Lzzy Hale and Taylor Momsen)
7. Mother
8. As Above So Below
9. Born In Flames
10. God Is She
11. Holy Man
12. Hunting Grounds (feat. Joe Cotela of Ded)
13. Lay Me Down
14. Into Dust

Formazione:

Maria Brink – voce, pianoforte
Chris Howorth – chitarra, cori
Randy Weitzel – chitarra
Travis Johnson – basso, cori

https://www.inthismomentofficial.com/
https://www.facebook.com/officialinthismoment/
https://www.roadrunnerrecords.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.