Alestorm – Curse of the Crystal Coconut (2020)

Alestorm
Titolo: Curse of the Crystal Coconut
Autore: Alestorm
Genere: Pirate Metal
Anno: 2020
Voto: 7

Visualizzazioni post:137

Anticipato da un singolo molto interessante come “Treasure Chest Party Quest”, ecco nei nostri stereo i folli scozzesi con la loro ultima fatica “Curse of the Crystal Coconut”.
Posso dire che ci troviamo di fronte ad un disco che ha due chiavi di lettura fondamentali: da un lato ci sono i fans della band, che sicuramente staranno affilando le proprie spade e lucidando i propri uncini in vista di poter godersi queste canzoni live. Dall’altro ci sono quelli che penseranno che un disco pieno di citazioni ed ammiccamenti possa essere divertente sì ma sicuramente non una pietra miliare.

Io mi trovo abbastanza in mezzo alle due visioni: “Curse of the Crystal Coconut” è un disco intelligente, fatto per dare al fans della band quello che cerca: nuove song con cui scatenarsi ai concerti, con cui giocare a fare i pirati o cimentarsi in gare di birra in taverne di second’ordine.

C’è sicuramente una voglia di divertirsi con citazioni o accostamenti improbabili come il rap in “Tortuga” con citazioni di Monkey Island. Anche “Wooden Leg Pt. 2 (The Woodening)” è una traccia molto elaborata, con la camminata iniziale che viene enfatizzata da un tema molto debitore alla marcia imperiale di Star Wars: poi si scatena il delirio fra ritmi serrati e derivazioni chiptune(?) per otto minuti folli ma che funzionano.

In definitiva “Curse of the Crystal Coconut” è un disco buono, che vive di pezzi molto ben riusciti accostati a riempitivi che abbassano il livello globale del platter: i fans ne saranno comunque entusiasti, visto che gli Alestorm hanno cercato comunque di tenere il loro classico stile contaminandolo con nuove soluzioni…

Tracce:

01. Treasure Chest Party Quest
02. Fannybaws
03. Chomp Chomp
04. Tortuga
05. Zombies Ate My Pirate Ship
06. Call of the Waves
07. Pirate’s Scorn
08. Shit Boat (No Fans)
09. Pirate Metal Drinking Crew
10. Wooden Leg Pt. 2 (The Woodening)
11. Henry Martin

Formazione:
Christopher Bowes: voce, keytar
Gareth Murdock: bass
Mate Bodor: chitarre
Peter Alcorn: batteria
Elliot Vernon: keyboard

Ospiti
Captain Yarrface (Rumahoy): voce su “Tortuga”
Mathias “Vreth” Lillmåns (Finntroll): voce su “Chomp Chomp”
Patty Gurdy (Patty Gurdy’s Circle): vocals “Zombies Ate My Pirate Ship”, ghironda
Ally Storch (Subway to Sally): violino
Tobias Hain & Jan Philipp Jacobs (Alestorm’s usual brass players): tromba e trombone
Fernando Rey (Afterpain): narrazione su “Wooden Leg Part 2 (The Woodening)”
Kaelhakase & Tatsuguchi (Japanese Folk Metal): narrazione su “Wooden Leg Part 2 (The Woodening)”

https://www.facebook.com/alestormband
http://www.alestorm.net/
https://www.label.napalmrecords.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.