U.D.O. – We Are One

Titolo: We Are One
Autore: U.D.O.
Genere: heavy metal
Anno: 2020
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:113

Udo Dirkschneider ci ha preso gusto per le collaborazioni con le orchestre militari: dopo il Navy Metal Night di cinque anni fa, ecco il nostro mostro sacro del metal teutonico tornare con quindici nuovi pezzi.

Questa volta l’approccio è molto più organico, trascinando sin dai primi passi il direttore dell’orchestra delle forze armate tedesche Christoph Scheibling: il risultato è un disco ovviamente più amalgamato e coinvolgente, anche se a mio avviso meno emozionante del precedente platter di cinque anni fa.

Possiamo però dire che le tematiche di questa nuova uscita sono molto importanti e toccanti: “We Are One” vuole essere uno slogan per dirci che dobbiamo metterci tutti assieme, fare fronte comune contro i problemi sia sociali che ecologici che ci porteranno, in futuro e se non risolti, alla catastrofe senza ritorno. Da questo punto di vista darei a Udo un bel 10 per l’impegno e per il messaggio profondo, esortando tutti a dare un’ascolto a quello che il musicista tedesco ci vuole esprimere.

Venendo al mero lato tecnico/compositivo, “We Are One” contiene pezzi molto validi e pezzi interlocutori, di quelli che non penseresti mai di sentire in un disco heavy metal, anche se pompato dall’orchestra.

“Mother Earth”, la title track, l’opener “Pandemonium”, “Rebel Town” sono pezzi che mi hanno positivamente colpito, mostrando l’ottima amalgama fra il carattere degli U.D.O. e la potenza dell’orchestra. Altri pezzi invece mi hanno lasciato basito, per esempio “Blackout” che sembra un improbabile mix fra la colonna sonora di Pacific Rim ed il tema portante dell’anime Psycho Pass: ecco in questo caso direi che le idee hanno perso un po’ la bussola, andando a sconfinare in lidi che, fortunatamente, sono di casa ad altri artisti.

In definitiva gli U.D.O. e l’orchestra delle forze armate hanno lanciato il loro grido, forte e potente, contro quello che non va sul nostro pianeta: le sbavature riscontrate non fermeranno i fan della band, mentre per tutti gli altri consiglio questo disco per la grande carica ecologico/sociale, sperando che Udo abbia ragione e che un giorno tutto il mondo possa essere unito nella lotta contro l’inquinamento e le ingiustizie sociali…

Tracce:
01: Pandemonium
02: We Are One
03: Love And Sin
04: Future Is The Reason Why
05: Children Of The World
06: Blindfold (The Last Defender)
07: Blackout
08: Mother Earth
09: Rebel Town
10: Natural Forces
11: Neon Diamond
12: Beyond Gravity
13: Here We Go Again
14: We Strike Back
15: Beyond Good And Evil

Formazione:
Udo Dirkschneider: voce
Andrey Smirnov: chitarre
Fabian Dee Dammers: chitarre
Tilen Hudrap: basso
Sven Dirkschneider: batteria

https://www.udo-online.de/news-98.html
https://www.facebook.com/udoonline
https://www.afm-records.de/en/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.