ARCANUM SANCTUM – Ad Astra

Titolo: Ad Astra
Autore: Arcanum Sanctum
Genere: Melodic Death Metal
Anno: 2020
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:150

Terza uscita discografica per i russi, Arcanum Sanctum. La formazione di Komsamolsk Na Amur si era fermata dopo un ottimo debutto con le due uscite “Fidus Achates” e “Veritas Odium Parit”. Con “Ad Astra” manteniamo la continuità del latino nei titoli dei dischi (oltre che al monicker della band stessa naturalmente).

Ma andiamo ora ad analizzare bene questo ultimo disco. Una vera e propria rivoluzione molto più gotica e oscura rispetto ai lavori precedenti, decisamente orientati più su un death metal melodico. Certo che la differenza in questo caso parte dal cantante. Se dunque siete avezzi al sound della band, dovete dimenticarvi lo stridulo vocalist Vadim Nalivayko, ora silente dietro la sua chitarra e i ritmi alla “Children of Bodom”. Il frontman ha lasciato spazio ad Ivan Beschastny, un singer molto più cupo e cavernoso.

Per questo motivo siamo passati dunque ad un genere completamente diverso, molto più introspettivo e decadente, più vicino al sound di gruppi come Opeth, Paradise Lost o Amorphis. Forse a volte le tastiere (non accreditato nessun tastierista nda) risultano un po’ troppo invadenti come nelle tracce “Down To Earth” e “A Perfect Place”, ma tutto sommato non così tanto da dover rovinare il prodotto.

I testi soviet sci-fi sono molto più affini alle nuove atmosfere date dalla bassa voce di Beschastny e la lingua inglese permette un approccio più facile a sdoganare il metal sovietico che ha sempre avuto un grande potenziale, ma è sempre rimasto molto dentro i propri confini.

Il disco ne esce vincitore e sicuramente è una svolta per la formazione russa che, spero non me ne voglia, ma a me piaceva molto di più nei capitoli precedenti. Questo cambio di direzione deve sicuramente essere metabolizzato e dovrà fidelizzare nuovi fan. Una mossa azzardata e stravolgente, ma conferma la professionalità musicale degli energici Arcanum Sanctum.

Tracce:
1. Wanderers in Space
2. The Quest
3. Pack Rat
4. Down to Earth
5. Ad Astra
6. A Perfect Place (to Hide)
7. Solaris
8. Under the Alien Sky

Formazione:
Ivan Beschastny – Voce
Vadim “Sad” Nalivayko – Chitarra
Roman Rysyev – Chitarra
Kirill “Kirk” Kulinichev – Basso
Nikolay Kondratyev – Batteria (session)

https://www.facebook.com/arcanumsanctum
https://arcanumsanctum.bandcamp.com/
http://www.youtube.com/c/ARCANUMSANCTUMOfficialchannel
https://www.instagram.com/arcanumsanctum/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.