STEVE LEE – The Eye of The Tiger: In Memory of Our Unforgotten Friend!

Steve Lee
Titolo: The Eye of The Tiger: In Memory of Our Unforgotten Friend!
Autore: Steve Lee
Genere: Hard Rock Melodico / Unplugged
Anno: 2020
Voto: 10

Visualizzazioni post:309

Era il 05 ottobre di dieci anni fa, quando Steve Lee, ci lasciava troppo presto, in seguito ad un incidente in Nevada. Il cantante degli hard rockers svizzeri Gotthard aveva ancora molto, troppo da poter dire con la sua personalissima voce. Purtroppo non ci è più concesso avere la fortuna di ascoltarlo se non nelle registrazioni di dischi e live appartenenti al passato.

La band avrebbe desiderato poter celebrare questo decennale in modo migliore, ma il covid ha cambiato molte cose, tra cui questa possibilità. Per questo oggi ci troviamo con questo disco che non porta il nome dei Gotthard, bensì quello di Steve Lee. Ed è facile capire il perchè.

Dalle tracce sembrerebbe una semplice raccolta, ma all’ascolto ci troviamo più che altro di fronte ancora una volta al nostro amato vocalist. Questo disco è un vero e proprio tributo dove giustamente le luci del palco spettano ancora una volta al frontman elvetico. Tra le tracce presenti troviamo infatti molti evocativi messaggi nei titoli, i testi e le melodie stesse di “One Life, One Soul”, “Heaven”, “Need To Believe”.

Ogni brano sembrerebbe scritto per questa occasione. E l’utilizzo della voce di Steve, probabilmente campionata e registrata da qualche live o ancora più probabile da qualche demo e sessione in studio è stata resa perfetta per una versione unplugged con una chitarra acustica e poco più.

Molto toccante la versione di “In The Name” con le campane che suonano “a lutto” per tutto il tempo. Bellissima la versione di “First Time in a Long Time” e particolarmente emozionante la sempre stupenda “And then Goodbye”.

Le ultime due tracce e “Tarot” sono le inedite di questo disco. Puntiamo però al brano che dà il titolo al disco. Si tratta della versione elettrica ed acustica di “Eye Of The Tiger”, dei Survivor e sappiamo benissimo tutti che sarebbe diventata un’imprescindibile hit così come “Hush” ed altre cover trasposte alla perfezione dal combo svizzero. 

Steve Lee era una voce davvero personale e riconoscibile. Un talento ed un umiltà come ce ne sono poche. A mio modesto parere una delle voci più belle in ambito rock e mai troppo valorizzate al pari di mostri sacri come Steven Tyler o Klaus Meine e per chi lo ha visto almeno una volta all’opera dal vivo, non potrà che convenire con me e con il mio giudizio.

Non è facile scrivere di una leggenda. Ci si sente sempre troppo piccoli, come al cospetto di una montagna… impossibile accettare la dipartita! Grazie ancora Steve, per tutto il tuo contributo musicale al mondo intero.

Tracce:
1. One Life One Soul
2. Let It Be
3. In The Name
4. Lonely People
5. Heaven
6. Need To Believe
7. Lift U Up
8. Hush
9. First Time In A Long Time
10. Tarot Woman
11. And Then Goodbye
12. The Train
13. Eye Of The Tiger

BONUS TRACK:
Eye Of The Tiger (Electric Version)

Formazione:
Steve Lee: voce
Nic Maeder: cori
Leo Leoni: chitarra
Freddy Scherer: chitarra
Marc Lynn: basso
Flavio Mezzodi: percussioni e batteria

www.gotthard.com
www.facebook.com/Gotthard
www.twitter.com/Gotthard

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.