ARIA (Ария) – Baptism By Fire – Armageddon (Reissue)

ARIA (Ария)
Titolo: Baptism By Fire - Armageddon (Reissue)
Autore: ARIA (Ария)
Genere: Heavy Metal
Anno: 2020
Voto: 7

Visualizzazioni post:198

Non è la prima volta che ospitiamo i russi Aria nelle nostre pagine. Oggi ci troviamo a recensire un paio di dischi riesumati dagli anni 2003/2006. Lo storico singer Kipelov aveva appena lasciato la formazione (che è come dire che Dickinson lasciò gli Iron Maiden nda) e si stava cercando un cantante in grado di rimpiazzare una voce storica, conosciuta per tutto il periodo d’oro della band numero 1 di tutta l’Unione Sovietica.

Ma il muro di Berlino è caduto ormai da più di 10 anni e il capitalismo entra piano piano tra le case dei territori dell’est. Il patriottismo lascia spazio alla curiosità per l’occidente e le parole piene di orgoglio nazionale iniziano a farsi strette, soprattutto se a pronunciarle è una voce diversa da quella che si è conosciuta all’apice della carriera. Anche lo storico chitarrista Mavrin aveva già lasciato la barca a metà anni 90, prima dell’affondo totale.

Dal 2002 al 2011 possiamo infatti contare solo 2 uscite discografiche. La scarsa produttività della formazione moscovita lascia intendere che è svanita la capacità compositiva e Arthur Berkut dietro al microfono sicuramente non è l’uomo giusto a salvare la situazione. Dobbiamo attendere dunque l’ingresso del giovane Mikhail Zhitnyakov per riconquistare un po’ di fan e spingersi, anche se un po’ tardi alla conquista del mercato dell’ovest. Infatti, controtendenza, mentre oggi tutti i grandi gruppi cominciano a solcare il territorio sovietico in cerca del grande pubblico affamato di heavy metal, gli Aria cercano di farsi conoscere come gruppo storico esotico dell’est nella vecchia Europa.

Baptism By Fire e Armageddon non saranno forse le migliori delle release dei nostri eroi, e racchiudono poche tracce diventate famose (forse solo Coliseum), ma il restauro, ormai giunto con altri 15 anni sulle spalle, si sente non solo per la voce più versatile di Mikhail, ma anche nella produzione e negli arrangiamenti. Inoltre abbiamo una bonus track per disco. In Baptism By Fire infatti “Battle Field (Поле битвы (бонус трек)” ci delizia con un sound orchestrale in una semi-ballad molto emozionale, mentre in Armageddon, “Your Day (На крыльях ветра)” chiude il lavoro con una strumentale cavalcata in tipico stile maideniano.

Purtroppo, nonostante la bella idea di rievocare dischi del passato, c’è dietro anche una mossa commerciale strategica. Questi due dischi non si potevano trovare sulle piattaforme di download per via dei diritti d’autore. Per questo motivo sono stati risuonati, ma poco male, dato che almeno ora si troverà la discografia completa.

Insomma lo avevo detto già con lo scorso disco live. Per chi non ha mai sentito parlare degli Aria può anche iniziare da questi lavori, senza mai dimenticare quanto siano stati storici per l’intera Nazione specialmente ai tempi del CCCP. Un orgoglio che non può essere nemmeno lontanamente paragonabile ad un nostro Vasco Rossi, dato che molto più spesso è facile trovare l’appellativo di IRON MAIDEN russi.

Vi esorto a scoprirli piano piano, dato che riservano tantissime sorprese. Naturalmente i primi album, sebbene con il loro sound primitivo, racchiudono il meglio della band. E non stupitevi se trovate cover cantate in russo di Manowar, Iron Maiden, White Lion… saranno delle piacevoli sorprese!

Tracce:
“Baptism by Fire” (Originally recorded and released in 2003)
01 – Patriot (Патриот)
02 – Baptism by Fire (Крещение огнем)
03 – Coliseum (Колизей)
04 – Executioner (Палач)
05 – Your New World (Твой новый мир)
06 – There Up High (Там высоко)
07 – White Flag (Белый флаг)
08 – Battle (Битва)
09 – Prince of Darkness’s Ball (Бал у князя тьмы)
10 – Battle Field (Поле битвы (бонус трек)

“Armageddon” (Originally recorded and released in 2006)
01 – Last Sunset (Последний закат)
02 – Marked by Evil (Меченый злом)
03 – Guardian of the Empire (Страж империи)
04 – The New Crusade (Новый крестовый поход)
05 – Messiah (Мессия)
06 – The Blood of Kings (Кровь королей)
07 – Viking (Викинг)
08 – Alien (Чужой)
09 – The Light of Bygone Love (Свет былой любви)
10 – Your Day (На крыльях ветра)

Formazione:
Mikhail Zhitnayakov: voce
Vladimir Kholstinin: chitarra
Vitaly Dubinin: basso
Maxim Udalov: batteria
Sergey Popov: chitarra

https://www.facebook.com/AriaRussiaOfficial
https://aria.ru/
http://www.m2ba.ru/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.