CORY MARKS : Who I Am

Cory Marks
Titolo: Who I Am
Autore: Cory Marks
Genere: Country Rock / Alternative
Anno: 2020
Voto: 8

Visualizzazioni post:127

Per recensire il disco di Cory Marks è necessario partire dal titolo. Who I Am ovvero chi sono io! Cory viene presentato come un artista country rock e allora potrebbe essere fuorviante immaginarlo sulle pagine di una webzine metal, anche se è vero che spesso ci piace osare e andare dal pop-metal al rock, all’ebm, elettronica e tutti i generi che possano essere contaminati dal metal o dal rock.

Anche in questo caso non c’è errore di sorta. Questo artista può piacere o meno, ma posso dire con certezza che ci troviamo davanti a musica più che piacevole. La voce profonda e ammaliante di Cory riecheggia in un rock che ricorda i lavori recenti di Mike Tramp (ex White Lion) e a tratti i Black Stone Cherry. Direi dunque che abbiamo a che fare con un alternative dal sapore country e questo disco è terribilmente piacevole!

Il groove di basso e batteria si compattano in un suono pieno e caldo, le chitarre hanno quel sound e distorsione piuttosto efficaci e sapientemente dosati. L’opener “Devil’s Grin” parte con dei ritmi serrati e grintosi, cori da asfalto bruciante e aria di deserto. In “Outlaws & Outsiders” siamo in buona compagnia con Travis Tritt (artista country), Ivan Moody (Five Finger Death Punch) e Mick Mars (Motley Crue) e qui sicuramente c’è lo zampino dell’etichetta e del produttore Kevin Churko, che ha lavorato con gli stessi FFDP così come con artisti del calibro di Ozzy Osbourne e Shania Twain. Un pezzo comunque molto godibile, accresciuto dalle eccelse personalità!

“Good To Be Us” è un bellissimo brano rilassante da ascoltare on the road. “Drive” e “My Whiskey Your Wine” restano i capitoli più country di tutto il lavoro. Un’altra sorpresa ci aspetta alla fine del disco con la ballata “Out In The Rain”, davvero emozionante, grazie all’impressionante lavoro di Lzzy Hale degli Halestorm al microfono (davvero da brividi).

Cosa posso dirvi? Siete aperti di mente? Fate vostro questo disco di Cory Marks, perché per quanto possa essere “poco metal” è un album davvero composto e prodotto bene e l’artista canadese ha giocato tutte le carte a suo favore per farsi voler bene! Se siete dei metallari abituati solo a sonorità pesanti, statene alla larga, forse non fa per voi. Un rock alternativo di altissimo livello!

Tracce:
01. Devil’s Grin
02. Outlaws & Outsiders
03. Good to Be Us
04. Blame It on the Double
05. Another Night in Jail
06. Who I Am
07. Drive
08. Better Off
09. My Whiskey Your Wine
10. Keep Doing What I Do
11. Out in the Rain
Bonus:
12. She’s Hollywood
13. My Whiskey Your Wine” (acoustic)

Formazione:
Corey Marks: voce e tutti gli strumenti

Homepage
Facebook
Instagram
http://betternoise.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.