Gost – Rites Of Love And Reverence

Titolo: Rites Of Love And Reverence
Autore: Gost
Nazione: Stati Uniti D'America
Genere: Industrial
Anno: 2021
Etichetta: Century Media Records

Formazione:

James Lollar: Voce e tutti gli strumenti


Tracce:

01. Bell, Book And Candle
02. Bound By The Horror
03. The Fear
04. A Fleeting Whisper
05. We Are The Crypt
06. Blessed Be
07. November Is Death
08. Embrace The Blade
09. Coven
10. Burning Thyme


Voto del redattore HMW: 8/10
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:165

Il sesto album dei Gost, in realtà una one-man-band , è un esaltante viaggio tra singulti industrial, epico synth-pop, futuristica elettronica e bordate metalliche.

Il master mind James Lollar si ripresenta con un lavoro ispirato tanto alle cupe fotografie dell’olandese Nona Limmen, quanto alla stregoneria e alla sua illogicità, fondata sostanzialmente sull’ignoranza e sull’intolleranza. Musicalmente la proposta del nostro risulta un freddo caleidoscopio di influenze, che vanno dagli Human League ai Type O Negative, passando per Aphex Twins, Front 242 e Ministry.

Synth che sgretolano come cingolati, beat assassini e la baritonale voce di Lollar rappresentano la ricetta per questa decina di songs, tra le quali spiccano senza dubbio la sferragliante “Bound Of Horror”, la più dance oriented “The Fear” e l’horror-synth rock di “Embrace The Blade”.

Per gli amanti dell’industrial meno spigoloso potrebbe essere uno degli album dell’anno!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.