KATATONIA – Mnemosynean

Titolo: Mnemosynean
Autore: Katatonia
Nazione: Svezia
Genere: Gothic/Dark/Doom metal
Anno: 2021
Etichetta: Peaceville

Formazione:

Formazione odierna:
Jonas Renkse: voce
Anders Nyström: chitarra
Niklas Sandin: basso
Daniel Moilanen: batteria
Roger Öjersson: chitarra


Tracce:

01. Vakaren
02. Sistere
03. Wide Awake In Quietus
04. Night Comes Down
05. Second
06. The Act Of Darkening
07. Ashen
08. Sold Heart
09. Displaced
10. Dissolving Bonds
11. Unfurl
12. Code Against The Code


Tracce:

01. Wait Outside
02. Sulfur
03. March 4
04. O How I Enjoy The Light
05. Help Me Disappear
06. Fractured
07. No Devotion
08. Quiet World
09. Scarlet Heavens
10. In The White (Urban Dub)
11. My Twin (Opium Dub Version)
12. Soil`s Song (Krister Linder 2012 remix)
13. Day And Then The Shade (Frank Default remix)
14. Idle Blood (Linje 14)
15. Hypnone (Frank Default Hypnocadence mix)


Voto del redattore HMW: S.V.
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:96

Tanti auguri Katatonia!

Non c’è modo migliore di festeggiare i trent’anni di carriera dando alle stampe una bella raccolta di inediti, remix, cover ed edizioni speciali: due CD e ventisette tracce per viaggiare lungo i tre decenni della band svedese, punto di riferimento nel panorama internazionale.

La fantastica voce di Jonas Renkse ammalia in tutte le composizioni: è davvero una gioia sentirlo cantare, tutte le volte, ed è ovviamente uno dei tratti caratteristici della proposta del combo nordico. Venendo alla tracklist, devo dire che è un insieme di canzoni di indubbio interesse: gli appassionati della band godranno sicuramente nel mettere le mani su “Mnemosynean” e sulla marea di contenuti succosi ed esclusivi.

Se invece siete nuovi del gruppo svedese, vi consiglio caldamente di recuperare i dischi cardine della discografia e cominciare il vostro percorso, per poi arrivare a capire ed apprezzare questa uscita del trentennale.

Per tutti gli appassionati di Jonas Renkse e soci “Mnemosynean” è un acquisto obbligato, sia dal punto di vista collezionistico sia dal punto di vista dei contenuti. Per chi invece non conosce i Katatonia, come detto, meglio iniziare da altri dischi…

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.