SIXX:A.M. – Hits

Titolo: Hits
Autore: Sixx:A.M.
Nazione: Stati Uniti D'America
Genere: Rock / Hard Rock
Anno: 2021
Etichetta: Better Noise Music

Formazione:

Nikki Sixx – basso, cori
Daren Jay Ashba – chitarra, cori
James Michael – voce, chitarra ritmica, tastiere
Dustine Stainke – batteria
Amber Vanbuskirk – coro
Melissa Harding – coro


Tracce:

1.    Life Is Beautiful
2.    This Is Gonna Hurt
3.    Lies Of The Beautiful People
4.    Pray For Me
5.    Rise
6.    Stars
7.    Maybe It’s Time
8.    Skin
9.    Belly Of The Beast
10.    Are You With Me Now
11.    Girl With Golden Eyes
12.    Accidents Can Happen
13.    Gotta Get It Right
14.    We Will Not Go Quietly

Nuove tracce bonus
1. The First 21
2. Talk To Me (radio mix)
3. Penetrate
4. Waiting All My Life
5. Skin (rock mix)
6. Life Is Beautiful (piano vocal)


Voto del redattore HMW: 8/10
Voto dei lettori: 9.5/10
Please wait...

Visualizzazioni post:197

Ascoltare i Sixx:A.M. è sempre un’esperienza multi sensoriale. È nei testi che l’espressione che vuole dare Nikki Sixx a questo progetto prende forma e riesce a farti entrare in uno strano mondo.

C’è tutto nelle parole che l’ex Mötley Crüe, ormai perfino ex Franklin Carlton Serafino Feranna Jr all’anagrafe, ha voluto dare alle canzoni dei suoi Sixx:A.M. – la malinconia agrodolce di una vita rock ‘n’ roll vissuta al massimo viene espressa in poesie che non sempre sono un incoraggiamento a seguirne l’esempio.

In genere sono contro le raccolte, e chi mi legge lo sa, ma questo Hits è riuscito a convincermi, in qualche modo. Certi gruppi hanno bisogno di essere conosciuti meglio e, se ancora non avete affrontato questa band, forse questo è il modo migliore per iniziare. Le vendite parlano chiaro e sono ancora i Mötley Crüe ad entusiasmare i fan di tutto il mondo. Tuttavia, in questo terzetto allargato io ci vedo una grandissima maturità. Specialmente chi è cresciuto con i Mötley e oggi ha passato i quaranta sentirà il bisogno di avvicinarsi a sonorità più rock e melodiche.

Nei Sixx:A.M. non c’è quella grinta e quella rabbia che i Crüe potevano tirare fuori a vent’anni, ma c’è tanto altro. L’amico di lunga data James Michael ha una voce calda e molto convincente, l’ideale per tirar fuori un rock caldo e professionale e la chitarra di Daren Jay Ashba è la compagna ideale per il groove del basso di Nikki. Insomma, cosa troverete allora in un disco di successi come questo? Molto probabilmente brani che possano introdurvi ad una musica più ricercata e complessa rispetto al glam dei Crüe.

Le struggenti note di pezzi come “Accidents Can Happen”, “Skin” o “Girl With Golden Eyes” vi faranno venire i brividi. Melodie eccelse che accompagnano i brani più intimi e personali di un artista che si è liberato di certi demoni, capaci di distruggere una persona tanto forte quanto fragile come lo stesso Sixx. L’eroina è stata forse una delle grandi debolezze che hanno quasi ucciso l’artista e gli ha compromesso tante volte una vita che tanti forse stanno ancora invidiando.

Ci sono anche canzoni di rinascita e più positive come “Rise” e “Life Is Beautiful”. Difficile dire, in una raccolta del genere, di quale traccia potreste innamorarvi di più. Tutto è molto personale ma vi garantisco che, ascoltando bene, potreste ritrovarvi negli anni ’80, catapultati in una sorta di esperienza cinematografica dove ognuno di noi, a modo proprio, potrebbe ritrovarsi o anche solo mettersi nei panni di una persona così tormentata.

E per chi già li conosce e li ama alla follia? Ci sono sei tracce in fondo al disco, di cui tre completamente nuove (“The First 21”, “Penetrate” e “Waiting All My Life”) che ci fanno capire che il prossimo disco seguirà la stessa linea dei precedenti e ci fa già venire l’acquolina in bocca. Poi ci sono tre pezzi vecchi trasformati: “Talk To Me” e “Skin” in un radio mix da pelle d’oca ed una versione per solo piano di “Life Is Beautiful” capace di far crollare emotivamente anche i più duri.

In conclusione mi permetto di consigliare di ascoltare i Sixx:A.M. approfittando di questa raccolta di alcuni tra i brani più belli della formazione americana. “Maybe It’s Time” potrebbe essere la mia preferita, ma difficile dirlo… e la vostra?

Un commento su “SIXX:A.M. – Hits”

  1. Il fuoriclasse,se mi posso permettere, e’ Ashba(non a caso prese il posto di Slash nei Guns alcuni anni fa..), un chitarrista che definire superlativo e’ dire poco. Lui e’ oltre,oltre il rock.
    Ascoltate l’assolo in maybe it’s time.
    Comunque,per chi non conosce i Sixx a.m., raccolta da avere assolutamente.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.