LALU – Paint The Sky

Titolo: Paint The Sky
Autore: Lalu
Nazione: Francia
Genere: Rock Progressivo
Anno: 2022
Etichetta: Frontiers Music

Formazione:

Damian Wilson: voce
Jelly Cardarelli: batteria
Joop Wolters: chitarra e basso
Vivien Lalu: tastiere

OSPITI
2, 4 e 6 – Jens Johansson
4 – Alessandro Del Vecchio
4 – Steve Walsh
4 e 12 – Tony Franklin
8 – Jordan Rudess
8 – Simone Mularoni
12 – Simon Phillips


Tracce:

01. Reset To Preset
02. Won’t Rest Until The Heat Of The Earth Burns The Soles Of Our Feet Down To The Bone
03. Emotionalised
04. Paint The Sky
05. Witness To The World
06. Lost In Conversation
07. Standing At The Gates Of Hell
08. The Chosen Ones
09. Sweet Asylum
10. We Are Strong
11. All Of The Lights
12. Paint The Sky


Voto del redattore HMW: 7/10
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:239

Vivien Lalu è figlio d’arte e, avendo seguito le orme dei suoi genitori, ha fondato di recente un gruppo chiamato, appunto, Lalu. Il quartetto transalpino ci propone un disco di rock progressivo molto ben scritto, curato e prodotto: l’amore per il genere si sente canzone dopo canzone e devo dire di essere rimasto molto colpito da Paint The Sky. Però c’è un però…
Tanto mi ha entusiasmato il lato strumentale, quando devo dire di essere rimasto deluso dalle linee vocali e dalla scelta di Damian Wilson. Togliamo subito ogni dubbio: Damian è un grande cantante – ma queste canzoni, a mio avviso, non vengono valorizzate dalla sua esecuzione. Questo si percepisce chiaramente, ad esempio, nello stesso “Paint The Sky”, brano che viene altrimenti eseguito in modo molto convincente dall’ospite Steve Walsh.

È un vero peccato perché, con le dovute attenzioni, potremmo star adesso parlando di una piccola e luminosa gemma nell’affollato panorama del rock progressivo. Invece Paint The Sky risulta essere solo un disco discreto e strumentalmente ineccepibile – però macchiato dalla mancanza suevidenziata.

Speriamo che già dal prossimo disco i Lalu decidano di costruire le composizioni sull’ugola che scelgono. Ancora meglio sarebbe portarsi in famiglia un cantante con cui sviluppare le composizioni, ottenendo così un risultato superiore…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.