WARRIOR SOUL – Out On Bail

Titolo: Out On Bail
Autore: Warrior Soul
Nazione: Stati Uniti, Danimarca, Regno Unito e altri
Genere: Rock Psichedelico, Post Punk
Anno: 2022
Etichetta: Cargo

Formazione:

Kory Clarke: voce; batteria su “One More For The Road”
John Besser: batteria su “We’re Alive”, “Hip Hip Hurray”, “Out On Bail”, “Cancelled Culture”, “YoYo”
Christian Kimmett: basso
Dennis ‘El Guapo’ Post: chitarra

Adam Arling: chitarra su “We’re Alive” e “The New Paradigm”
John ‘Full Throttle’ Polachek: chitarra su “One More For The Road” e “Cancelled Culture”
John ‘Baby H’ Hodgson: chitarra su “Out On Bail”
Ivan Tambac: batteria su “End Of The World” e “The New Paradigm”

Maria Hatzina (ospite): voce aggiunta su “Hip Hip Hurray”


Tracce:

01.   We’re Alive
02.   One More For The Road
03.   Hip Hip Hurray
04.   Out On Bail
05.   Cancelled Culture
06.   End Of The World
07.   YoYo
08.   The New Paradigm


Voto del redattore HMW: 8,5/10
Voto dei lettori: 6.0/10
Please wait...

Visualizzazioni post:189

Son passati trent’anni. Forse. Manca la forza di contarli. Ricordo la recensione che informava che Paul Ferguson suonava su un album di tali Warrior Soul e che non c’eran soldi per comprarlo né la voglia di cercarlo. Ricordo che più avanti il video (prima che fosse sinonimo di fastidio) di “The Wasteland” mi travolse completamente – la canzone, mica le immagini. Ricordo che l’album lo rubai nel negozio del paese vicino mentre quell’armadio di Gilberto faceva da palo. Ricordo che suonava innocuo e leccato come solo i dischi su major. Ricordo che c’era una cover di “Interzone” dei Joy Division: buffo, pensando che il giro portante stesso è rubato.

Ricordo che su Salutations From The Ghetto Nation c’era un pezzo punk a velocità trattenuta chiamato “I Love You” –– che grandissimi f***i di ****ana, pensai.    Ricordo che mollarono la Geffen o forse lei li cacciò, che il gruppo si dissolse, che poi tornò coi soli Clarke e McClanahan, che la riscoperta del punk di fine secolo era già iniziata – con presupposti errati, è ovvio – e The Space Age Playboys mi fece storcere il naso anche se pareva così sincero e coerente che smisi di ascoltare la TDK fattami da Arianna solo quando la smarrii chissà dove e come. Ricordo che più tardi scoprii che i Warrior Soul erano solo uno dei tanti gruppi assemblati dall’industria per attorniare un solista, che Clarke non fu mai contento di John Ricco e che il cambio di stile conquistò dunque un senso. La rabbia, la moicana quando non ce l’avevano su Vogue, il suono senza il Vim. Ricordo che il disco degli Space Age Playboys era una bomba e quello dal vivo pure, e che si perse presto traccia dei quattro. Epoca pre-assillo informatico perpetuo. Il silenzio fu dolce. Mark Evans fu assassinato in un vicolo di Londra e si seppe a malapena, in un oblio eccezionale.

Nel 2007 fu riattivato il marchio e Out On Bail oggi lo ravviva. Qui stanotte mi guardano come una pazza: ho tutto in cuffia e – letteralmente – non sanno cosa si pèrdono. Anche se il gruppo non è mai esistito, i Warrior Soul sono degli eroi e Out On Bail è più di quanto sembri al primo ascolto. È un dono dal cielo. L’inconfondibile voce di Kory, sempre più arrochita, che accent(u)a la fine del verso, i soliti giri rhythm and blues stracarichi di psichedelia, il perenne componente post-punk inglese, il solito passo più volentieri dómo che sguaiato. Ci sono un po’ di anni cinquanta in “Out On Bail”; c’è una nuova versione di “New Paradigm” dei Mob Research (a proposito di KJ, no?); testi che sembrano aver finalmente abbandonata la recente china tossica tipica di chi ne è schiavo (le sortite pubbliche però insistono) ed esser tornati alle invettive e alle accuse. “Cancelled Culture” è un rock ‘n’ roll perfetto, “End Of The World” una splendida tortura. Credo che Lemmy e Roky Erickson approverebbero tutto. Assoli inclusi.

Il rock sta per finire i suoi eroi, è affamato di vittime ma il futuro ci sta da tempo ingoiando nel suo ineffabile buco nero. Lunga vita ai Warrior Soul.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.