ZZ

THE CORONA LANTERN – Certa Omnibus Hora

The Corona Lantern

Dal fulcro pulsante dell’incantevole quadrilatero boemo, si delinea un pugno di indistinguibili sagome agghindate a lutto. Trasfigurate e vestite di pietra. Emergono dai margini della notte, da vicoli recònditi ed impantanati; in una verticalità ascendente che sa di ineluttabile opponibile/sovrapponibile alla certa omnibus hora – nostra sorella Morte: madre di tutte le liberazioni. Portatrice di benedetta dimenticanza. È contro lo … Leggi tutto

ALICE COOPER – Detroit Stories

Alice Cooper

Questo articolo è da considerarsi concluso. Non c’è niente da aggiungere su Alice Cooper né sugli Alice Cooper che ne possa alterare lo status di leggenda/e al quale è/sono da decenni assurto/i e non c’è niente che Alice Cooper – oggi – possa fare che sia in grado di scheggiare l’effigie marmorea che ne sancisce l’inattaccabile lignaggio. Dagli stereotipi da … Leggi tutto

MELVINS 1983 – Working With God

Melvins

… e vanno avanti. Indefessi. Per i Melvins nulla è mai abbastanza. Tutto; e molto di questo tutto. Fin quasi al troppo, all’irraggiungibile. Qualunque cosa li titilli trova sfogo in qualche forma. Mini-album, singoli, etichette a rotazione, album, formazioni semi-aperte e alternate, sortite soliste, EP, eventi straordinarî, dischi variamente collaborativi, reinterpretazioni, ristampe in pressoché costante mutamento… se vi salta in … Leggi tutto

OJM – Live At Rocket Club

La Go Down è un osso duro. Una di quelle etichette che ti fanno riappacificare con la musica. Innamorata di garage, proto-punk, hard rock psichedelico e tutto un certo modo di sentire sessanta e settanta; legata a filo doppio con gli OJM sin dal primo giorno. « OJchi? ». Mai sentiti, vero? Probabilmente vero, sicuramente un peccato. Formatisi sul finire … Leggi tutto

TRIBULATION – Where The Gloom Becomes Sound

Tribulation

I Tribulation sono forse, limitatamente all’area tematica di questa rivista, uno dei gruppi più brillanti emersi, scoperti, ascoltati e custoditi negli ultimi pochi anni – e badiate bene che la sottoscritta disprezza a tutte lettere le esagerazioni e sta pure tenendo in debito conto la colpevole e del tutto casuale assenza dei loro lavori pre-major dalle scansie nella sala ascolti. … Leggi tutto

MEGALITH LEVITATION / DEKONSTRUKTOR – Megalith Levitation / Dekonstruktor

Megalith Levitation / Dekonstruktor

Ancora ex Unione Sovietica. Questa volta è Russia. Questa volta, in ordine di comparizione e sparizione, Megalith Levitation, classe 2016, Челя́бинск / Čeljabinsk; e Dekonstruktor, classe 2014, Москва́ / Moskva (in precedenza attivi come The Moon Mistress). Ancora doom. No… fermi tutti… vi prego, nessuno pronunci la parola che fa rima con “pullover”: è ridicola ed è un ombrello capzioso … Leggi tutto

THE PRETTY RECKLESS – Death By Rock And Roll

The Pretty Reckless

Esperimento mentale: diamo tutti un bel colpo di straccio ai nostri centri mnemonici. Pulizia selettiva. Via un passato imbarazzante e pregiudizievole; e qualunque specchietto per allodole e pennuti varî: pellicole da due lire, egomanie primo-adolescenziali, schiene con fossette da applausi, sguardi tossico-tenebrosi, trucchi vampireschi, pornografie fondamentali. Tutto via. Lasciamo solo quel… ehm… pelo di divismo, ché in fondo è un … Leggi tutto

THE MAGIK WAY – Il Rinato

The Magik Way

Il punto non è solamente aspergere nell’etere un inaspettato carico di turbamento e misurato raccapriccio, ma farlo come parte di un percorso interiore fondato su inviolabili manifestazioni dell’intimo. Abbeveratisi alla stessa fonte che dissetò più d’una manifestazione pedemontana, i The Magik Way esalano una colonna di litanie primordiali, di folk apocalittico-disturbante, di filastrocche tanto possedute quanto liberatorie, di paranoidi serenate … Leggi tutto

IL TUSCO – Abbandonare La Città

Il Tusco

I ragazzi si divertono a complicarci la vita: con la dualità di nomi e ruoli e con la semi-recente tendenza ad apparire come gruppo, magari a conduzione egualitaria. Per questo disco in particolare, e a dispetto delle apparenze, le prove rappresentative ne dànno la titolarità agli Il Tusco (alias ilTUSCO alias ilTusco alias il Tusco) e non a Il Tusco. … Leggi tutto

REIDO – Anātman

Reido

Alzi la mano chi si ricorda di quando « Russia », per noi e il nostro piccolo mondo, altro non era che una sineddoche per « Unione Sovietica ». I più svegli tra noi avevano forse già fatto caso a nomi quali Ucraìna, [la misteriosa] Russia Bianca, Moldavia e magari Kazakistan e tutto ciò che ci rimava. Non nuova ad … Leggi tutto