Slider by IWEBIX

10/11/2017 : Wednesday 13 + Rougenoire (Milano)

Pubblicato il 22/11/2017 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:118

10/11/2017 : Wednesday 13 + Rougenoire (Legend Club, Milano)

Pochi mesi fa è uscito il nuovo album del re dei ghoul Wednesday 13 (che ovviamente abbiamo recensito anche noi), dunque eccoci qua per la tappa italiana del tour promozionale!
Il luogo prescelto è il Legend Club di Milano, un piccolo club situato in una zona residenziale fuori dal centro (ma raggiungibile molto facilmente) e che si trova in prossimità di un bellissimo parco. Sicuramente nei mesi più caldi questo posto rivela il meglio di sé!
Stasera accoglie lo zoccolo duro dei fan di Wednesday 13. I numeri, che rivelano quanto l’artista sia “di nicchia”, sono compensati dall’entusiasmo dei presenti. Ci si riconosce tutti o quasi, facce che vengono da tutta Italia e che si sono già viste alle date passate della band ma anche “nuove leve”, come due frizzanti 16enni milanesi con cui abbiamo fatto amicizia e che ci restituiscono un po’ di fiducia nella gioventù odierna!

Ma procediamo con ordine… ad aprire le danze sono le Rougenoire, band autoctona di hard rock tutto al femminile che promuove il nuovo album “M.I.L.F.”. Sicuramente non spiccano per originalità e innovazione ma la passione e la loro attitudine, tipica di chi si sta divertendo facendo quello che fa, creano il clima giusto riscaldando l’ambiente.

Dopo circa un’ora le ragazze concludono la loro esibizione e lasciano il palco al nostro horror-rocker preferito: Wednesday 13!

L’atmosfera è sempre più elettrica, l’emozione è tanta e da parte mia c’è anche una buona dose di curiosità, poiché erano ormai diversi anni che non mi capitava più di vederlo dal vivo.
Bastano le prime note a rispondere ai miei dubbi: sarà una serata all’insegna dell’energia, dell’amore per l’horror, per la messa in scena. Rispetto agli ultimi concerti a cui avevo assistito, infatti, Wednesday 13 ha costruito uno show molto più elaborato, che aggiunge alla musica una sorta di interpretazione vera e propria. Per ogni pezzo, il cantante si presenta con un costume diverso (ovviamente tematico), intrattenendo ed interagendo il pubblico come un vero mattatore, senza dimenticare di mettere tutto se stesso nell’esecuzione dei brani.
Il clima intimo del locale rende l’emozione di uno l’emozione di tutti, è un continuo scambio di sensazioni tra il pubblico e i musicisti, una grande festa tra individui che amano le stesse cose e sono entusiaste di condividerle. Personalmente, a tratti ho rischiato di commuovermi!

La scelta dei brani proposti è piuttosto variegata e non rivela un filo conduttore vero e proprio: del nuovo album vengono eseguite solo quattro canzoni, ovvero i singoli “What Night Brings” e “Cadaverous”, “Prey For Me” e ovviamente la titletrack “Condolences”. Questo è l’ultimo pezzo prima dei bis e Wednesday, riprendendo il tema del videoclip, si presenta sul palco con quella che sembra essere una bibbia e inscena il proprio funerale: uno dei momenti più suggestivi di tutta l’esibizione!

Per il resto ascoltiamo canzoni estratte un po’ da tutti gli album, come “Scream Baby Scream” (da “Skeletons”, uno dei lavori più introspettivi dell’artista), “Hail Ming” da “The Dixie Dead” e vari pezzi dal recente “Monsters Of The Universe”. Rimangono del tutto fuori “Calling All Corpses” e “Fang Bang” (non si sente la mancanza del primo mentre non comprendo l’esclusione del secondo, uno dei miei dischi preferiti!) mentre “Transylvania 90210” occupa una fetta importante dell’esibizione di stasera: non possono mancare i grandi classici della band, tra cui “I Want You Dead” e “Bad Things”, ma anche pezzi inaspettati come “The Ghost Of Vincent Price”.
A condire il tutto, un paio di chicche quali “R.A.M.B.O.”, risalente ai tempi dei Frankenstein Drag Queens From Planet 13 e “I Love To Say Fuck”, nata nella stessa epoca e riproposta poi dai Murderdolls.

Lo show dei Wednesday 13 dura poco meno di un’ora e mezza, alla fine della quale il nostro augura a tutti noi che ci capitino cose molto brutte per poi scendere dal palco, acclamato dai fan.

Responso finale? Posto che per me potrebbe suonare tranquillamente cinque ore e non mi stancherei, il concerto risulta nel complesso un po’ breve e rimangono un po’ di perplessità e rammarico per non aver sentito in azione più canzoni dell’ultimo disco, soprattutto quelle che sembrano prestarsi meglio a una trasposizione live come “Lonesome Road To Hell” o “Good Riddance”.
Tuttavia penso che tutti i presenti avranno un bellissimo ricordo di questo show, eseguito con cuore e passione. Caro Wednesday, alla prossima!

Setlist:

  • What The Night Brings
  • Scream Baby Scream
  • Keep Watching The Skies
  • Cadaverous
  • R.A.M.B.O.
  • Serpent Society
  • The Ghost of Vincent Price
  • Hail Ming
  • Put Your Death Mask On
  • I Want You Dead
  • Euology XIII
  • Prey For Me
  • I Walked With A Zombie
  • I Love To Say Fuck
  • Bad Things

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *