Slider by IWEBIX

Morbid Angel (Steve Tucker)

Pubblicato il 13/12/2017 da in Interviste | 0 commenti


Visualizzazioni post:280

Abbiamo atteso sei anni per il successore del criticatissimo “Illud Divinum Insanum”. Le idee sviluppate dai Morbid Angel negli ultimi dischi non sono delle migliori e apparentemente ci troviamo davanti ad una crisi dello scrittore piuttosto longeva. Ora è il momento del ritorno di Steve Tucker che sostituisce per la terza volta il suo alter ego David Vincent. Forse questa volta il singer saltuario è riuscito a convincere più del suo istrionico avversario, ma siamo ancora lontani dai bei tempi di esordio della band dove il nome altisonante dei Morbid Angel faceva davvero impressione. Abbiamo fatto due chiacchiere sul nuovo “Kingdom Disdained” (qui recensito) proprio con Tucker e queste sono le sue risposte alle nostre domande.

Iniziamo dal titolo. “Kingdoms Disdained” sembra piuttosto tragico. E continuando a seguire le lettere dell’alfabeto siamo giunti arrivati alla K. Come ci siamo arrivati?

Con questo titolo volevamo descrivere le nefandezze del mondo in cui viviamo oggi. Tutti i ‘regni’ del nostro pianeta sono in caos totale e i governi tengono le persone sotto scacco controllandole e spesso abusandone.


Di questo dunque si parla anche nelle parole delle undici tracce musicali?

Non proprio. Diciamo che si parla anche di questo, ma è più una coincidenza perché le tematiche sono differenti e abbiamo inserito qualcosa di spirituale e sociale. Sono le religioni ed i governi a controllare il mondo e non le persone. Chi controlla le leggi e la moralità può decidere cosa è giusto o sbagliato e c’è chi decide per tutti cosa possiamo fare e chi dovremmo odiare. Chiesa e Stato hanno il potere e sono ancora lì. Le persone continueranno a credere nei loro dèi in futuro e tutto questo crea il caos di cui ti stavo parlando.

C’è una sorta di mostro nella copertina. Cosa rappresenta?

Rappresenta l’anima insorta della Terra che distrugge tutto. L’idea era di questa anima che si rivolta contro le persone per tornare a vivere. Inquietante, ma è quello che potrebbe rimettere a posto questo caos.


E pensi che il progresso stia aiutando a questa distruzione?

Assolutamente sì. Penso che tutto questo processo evolutivo stia portando le persone a non avere delle idee proprie. I social media potrebbero essere un ottimo mezzo, ma vengono utilizzati molto spesso nel modo sbagliato e nascono molti litigi e lotte tramite questo potere. In ogni momento siamo guidati dalla società e non abbiamo molte alternative per poter scegliere in cosa credere e cosa pensare.

Nell’ultima intervista che ho fatto per i Morbid Angel mi sono trovato a parlare con David Vincent per l’uscita di “Illud Divinum Insanus”. Questo è il tuo terzo rientro nella band…

In ogni caso e ad ogni mio rientro mi è sempre piaciuta l’idea di poter contribuire a questa band che ho sempre seguito e di cui sono sempre stato fan. Quando succede di poter lavorare con Trey e i ragazzi sono sempre felice e a disposizione.

Abbiamo anche due nuovi membri in squadra. Scott Fuller alla batteria e Dan Vadim Von alla chitarra. Ce li puoi introdurre?

Scott è un fantastico batterista. Ho già avuto occasione di testarlo in passato in tour. E’ un uomo impegnato con molte altre band ed è richiestissimo. Ha fatto un lavoro incredibile con noi e Dan alle chitarre è una vera macchina da guerra, abile e solido. Sono perfetti musicisti per questa line up e per le nostre sonorità.

Gli ultimi lavori hanno richiesto molto tempo. Come mai?

Sicuramente i ragazzi sono stati molto tempo in tour e poi il cambio della formazione ha richiesto tempo per entrare in sintonia e poter comporre. Il mio ritorno ha preso un paio di anni per mettere assieme le idee per il nuovo album e dopo aver sentito qualche pezzo ci siamo messi a lavorare per tornare assieme e far funzionare tutto.

Sei soddisfatto dei lavori dei Morbid Angel senza il tuo contributo?

Naturalmente, son un fan di vecchia data e sono fiero di tutti i loro lavori. Li seguo da oltre 30 anni e per questo per me poter far parte di loro mi rende davvero orgoglioso.

Pensi che l’alchimia che si sviluppa con te sia totalmente diversa o possiamo dire che la macchina dei Morbid Angel prende forma esclusivamente dalla mente di Trey, corroborato dalle diverse sfumature che ogni membro della band può portare?

Penso che la nostra alchimia sia completamente diversa ed è possibile sentirlo nei nostri lavori. Facciamo musica in modo diverso da quanto avviene con Vincent e il magico mix consiste naturalmente anche dal contributo di ogni singolo musicista. Per questo i dischi dei Morbid suonano tutti diversi tra loro.

Cosa ne pensi di quanto successo nell’ultimo tour dei Decapitated (relativamente alle accuse di stupro, n.d.r.)? Nessuno saprà forse com’è andata, ma sono situazioni ed incomprensioni molto difficili da gestire. Vi è mai capitato nulla di simile in tour?

Penso sia davvero una cosa terribile che sta causando alla band problemi non indifferenti. Scusami se non offro un parere personale, ma non essendo coinvolto non mi sento di dare un giudizio ed un’opinione su un argomento di cui non sono certi i fatti.

A proposito di concerti… Avete dato forfait già due volte ai fan italiani per problemi di visto rifiutato. Avete dei problemi con la legge e non potete uscire dagli Stati Uniti o non potete entrare in Europa?

Ci sono in effetti questioni legali di cui non posso parlarti, ma ci ha causato problemi con il visto diverse volte e non siamo riusciti a rispettare le tempistiche e dunque abbiamo dovuto annullare il tour.

Puoi dunque darmi garanzie per il futuro? I fan sono preoccupati!

Naturalmente stiamo ri-schedulando tutto e per il 2018 non ci saranno problemi. A volte capitano queste “disavventure”, ma dal nuovo anno ci sapremo riscattare! Ci vediamo in Italia!

Sito Ufficiale: www.morbidangel.com
Facebook: www.facebook.com/officialmorbidangelband
Etichetta Silver Lining Music – www.sl-music.net

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *