Don’t Drop The Sword – Path To Eternity (2017)

Titolo: Path To Eternity
Autore: Don't Drop The Sword
Genere: Power Metal / Speed
Anno: 2017
Voto del redattore HMW: 7,5
Voto dei lettori: 8.0/10
Please wait...

Visualizzazioni post:2174

Ero in attesa del primo album dei power metaller tedeschi Don’t Drop The Sword e puntuale eccolo arrivare a meno di un anno di distanza dal mini “Into The Fire”, già apprezzato sulle nostre pagine.
Questa volta i cinque ragazzi bavaresi mettono insieme ben
quattordici pezzi che complessivamente superano addirittura l’ora di musica… complimenti! Meritati perché quanto di buono avevamo già ascoltato con l’Ep d’esordio viene qui confermato. Ci troviamo sempre di fronte ad un lavoro autoprodotto eppure i suoni e la produzione sono già in grado di valorizzare le composizioni. Sarebbe bello poter vedere i ragazzi alle prese con una registrazione ancor più performante.
I riferimenti sono rimasti gli stessi: Blind Guardian in primis e in generale il power/speed metal dei vari Hammerfall, Wizard, Running Wild, etc… suonato con precisione e in grado di arrivare al bersaglio.
Path To Eternity” è il classico disco che farà felici gli appassionati del metal vecchia scuola, quello borchie e sudore, certamente, ma accompagnato ad una buona dose di melodia, con cori da intonare senza remore e pudore.
La collezione di tracce ha molte frecce al proprio arco, sia per qualità che per… velocità. Già il brano d’apertura “Guardians Of Light” punta su tempi alti, così come i due successivi. “Rotten Wings” non può che farci pensare allo stile dei Blind Guardian; discorso analogo per “To The Proud A Grave”, pezzo roccioso ma condito da un break centrale d’ispirazione folk. Solo “Banished To Nightly Realms” e “Sapphire Skies” mi hanno convinto meno: sono le composizioni più melodiche e le linee vocali non brillano per originalità. Probabilmente una crescita interpretativa consentirebbe al cantante di fare il salto di qualità con il proprio stile. Colpisce poi “Siren Song”, dai toni molto più “happy” rispetto alle altre, pur con un intermezzo pestato. Trova spazio anche l’acustica “Jester‘s Tears”, dove Anti non sfigura nonostante la timbrica ruvida. L’album prosegue con decisione fino alla fine, senza intoppi.
I
Don’t Drop The Sword si confermano validi alfieri della tradizione europea e penso che non ci vorrà molto perché il numero dei consensi cresca ulteriormente.

Tracklist:

01. Guardians Of Light
02. Rotten Wings
03. We Deal In Lead
04. Drums In The Deep
05. To The Proud A Grave
06. Blood Will Decide
07. Banished To Nightly Realms
08. Wastelands Of War
09. Siren Song
10. Jester‘s Tears
11. Hero Of All Times
12. King Of The Dragon Age
13. Sapphire Skies
14. Path To Eternity

Line-up:

Anti – voce
Maxi – chitarra
Alvin – chitarra
Mathias – basso
Dom – batteria

Sito ufficiale: http://dontdropthesword.de/
Facebook: https://www.facebook.com/dontdropthesword/
Bandcamp: https://dontdropthesword.bandcamp.com/
YouTube: don’t drop the sword channel

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.